Le medicine non convenzionali in Italia. Storia, problemi e prospettive d'integrazione
Contributi
Ivo Bianchi, Amedeo Bianco, Giuseppina Bovina, Giancarlo Buccheri, Edwin Cooper, Renato Crepaldi, Mariella Di Stefano, Fabio Firenzuoli, Renzo Galassi, Gian Franco Gensini, Pierangelo Geppetti, Carlo Maria Giovanardi, Francesco Longo, Ignaas Meersseman, Antonio Morandi, Alessandro Mugelli, Antonella Ronchi, Eduardo Rossi, Elio Rossi, Guido Sartori, Carmen Tosto, Andrea Valeri, Alfredo Vannacci, Fabio Zagato
Collana
Livello
Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 416,   1a ristampa 2007,    1a edizione  2007   (Codice editore 1350.27)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 30,50
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846484598

In breve
Il lavoro è frutto dell’incontro tra la sociologia della salute e la componente più aperta della medicina italiana, che ricerca da tempo nell’incontro con le Medicine Non Convenzionali (MNC) lo stimolo e l’occasione per un suo ripensamento profondo nella direzione di una nuova medicina centrata sulla persona. Ne emerge un quadro variegato dello stato delle MNC, che riflette la tendenza verso un pluralismo sanitario reale, anche se incompiuto e non ancora pienamente legittimato, ricco di forti potenzialità e di tutti gli elementi e le condizioni richieste per un profondo rinnovamento della sanità e della cultura della salute.
Utili Link
Libero Medicine non convenzionali (di Steno Sari)… Vedi...
La Nazione Il paziente ha diritto di scegliere (di Renata Ortolani)… Vedi...
Presentazione del volume

Frutto dell'incontro tra la sociologia della salute e la componente più aperta della medicina italiana che ricerca da tempo nell'unione con le Medicine Non Convenzionali (MNC) lo stimolo e l'occasione per un suo ripensamento profondo nella direzione di una nuova medicina centrata sulla persona, questo lavoro si articola in due parti. La prima mette a fuoco quelle che si possono definire le "questioni aperte" sulla strada della realizzazione di una medicina integrata: la domanda di MNC da parte dei cittadini, i suoi profili di prevalenza e le modalità di utilizzo; l'offerta pubblica e privata di MNC in Italia e le sue caratteristiche organizzative e professionali; il ruolo del sistema politico, a livello statale e regionale, e degli ordini professionali nei processi di regolamentazione e autoregolamentazione delle MNC; il problema della ricerca scientifica e dei metodi e degli strumenti per valutare l'efficacia delle MNC; i percorsi formativi di base a livello di didattica universitaria; il problema dei valori e dei principi morali sia delle MNC, sia delle concezioni del mondo ad esse sottese.
Nella seconda parte, alcuni dei più qualificati esponenti delle diverse MNC operanti in Italia presentano un quadro della loro disciplina partendo da una sua ricostruzione storica per descrivere poi i principali strumenti formativi, professionali e di ricerca scientifica che ogni MNC si è data, concludendo con una riflessione sulle principali problematiche che l'integrazione delle MNC comporta nel contesto del Servizio Sanitario Nazionale.
Quello che emerge è un quadro dello stato dell'arte delle MNC ricco e variegato, mai tentato prima, che riflette la tendenza verso un pluralismo sanitario reale, anche se incompiuto e non ancora pienamente legittimato, ricco di forti potenzialità e di tutti gli elementi e le condizioni richieste per un profondo rinnovamento del mondo sanitario e della cultura della salute.

Guido Giarelli, professore associato di Sociologia presso l'Università "Magna Grecia" di Catanzaro, è segretario della Sezione di Sociologia della Salute e della Medicina dell'Associazione Italiana di Sociologia e componente dell'Osservatorio per le Medicine Non Convenzionali della Regione Emilia-Romagna.
Paolo Roberti di Sarsina, psichiatra e omotossicologo, giornalista pubblicista, è fondatore e coordinatore del Comitato Permanente di Consenso e Coordinamento per le MNC in Italia e componente dell'Osservatorio per le Medicine Non Convenzionali della Regione Emilia-Romagna.
Bruno Silvestrini da Faenza, professore onorario di Farmacologia presso l'Università di Roma "La Sapienza", già componente del Comitato Nazionale per la Bioetica, è presidente della Fondazione di Noopolis (www.noopolis.eu).

Indice


Edwin L. Cooper, Preface. Present and Future Perspectives of CAM: A Challenge to Biomedicine
Guido Giarelli, Introduzione. Verso una "medicina integrata"? Lo stato dell'arte e un'ipotesi di lavoro
Parte I. Le questioni aperte
Guido Giarelli, La domanda di MNC in Italia: profili di prevalenza e modalità di utilizzo
Paolo Roberti di Sarsina, L'offerta di MNC tra SSN e mercato e le sue forme organizzative e di coordinamento
Elio Rossi, Mariella Di Stefano, Regolamentazione statale, politiche regionali e ruolo degli ordini professionali
Andrea Valeri, La ricerca in medicina non convenzionale: verso un nuovo modello di evidenza
Alfredo Vannacci, Carlo Maria Giovanardi, Pierangelo Geppetti, Alessandro Mugelli, Gian Franco Gensini, Modelli di integrazione a livello di didattica universitaria
Bruno Silvestrini, Una riflessione non convenzionale in chiave bioetica
Parte II. Le discipline
Carlo Maria Giovanardi, Renato Crepaldi, Francesco Longo, Medicina Tradizionale Cinese
Fabio Firenzuoli, Fitoterapia
Giancarlo Buccheri, Medicina Antroposofica
Antonio Morandi, Guido Sartori, Carmen Tosto, Ayurveda: la Medicina Tradizionale Indiana
Giuseppina Bovina, Renzo Galassi, Antonella Ronchi, Medicina Omeopatica
Ivo Bianchi, Omotossicologia
Eduardo Rossi, Osteopatia
Ignaas Meersseman, Chiropratica
Fabio Zagato, Shiatsu
Amedeo Bianco, Postfazione. L'integrazione possibile?
Gli autori.







newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi