Innovare i servizi per il lavoro: tra il dire e il mare. Apprendere dalle migliori pratiche internazionali
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 218,      1a edizione  2015   (Codice editore 1820.296)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 29,00
Condizione: Ristampa in corso, consegna prevista il 30 giugno 2017
Disponibilità: Nulla



Codice ISBN: 9788891728746
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 20,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891737427
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Imparare dalle migliori pratiche costituisce un valore di riferimento e un obiettivo concreto per tutti coloro che sono impegnati, ai diversi livelli e con ruoli diversi, nel processo di innovazione dei servizi per il lavoro. Il volume presenta i risultati di una ricognizione ampia e documentata in ambito europeo e internazionale, e si propone di integrare prospettiva politico-istituzionale, approccio giuslavoristico e orientamento manageriale-organizzativo.
Presentazione del volume

La crisi che tuttora attraversa l'Europa pone i diversi Paesi e i loro sistemi di servizi per il lavoro di fronte a sfide inedite. Anche in ragione di ciò, in questi anni molti Paesi europei hanno affrontato processi di trasformazione decisivi. Gli assi della trasformazione hanno riguardato la mission del sistema e la gamma degli utenti-target, l'architettura istituzionale e la governance, il rapporto tra job centre pubblici e agenzie private, i modelli di business, il portafoglio dei servizi, l'organizzazione delle strutture e il ruolo degli operatori, le metodologie di "profilazione" dei destinatari, il processo di accompagnamento degli utenti e le regole di ingaggio (la "condizionalità"), il rapporto con le imprese, l'utilizzo delle nuove tecnologie.
Si tratta, evidentemente, di temi cruciali anche per la nuova riforma dei servizi per il lavoro in atto nel nostro Paese. Per questo, apprendere dalle migliori pratiche costituisce allo stesso tempo un principio etico, un'esigenza strategica e un obiettivo concreto per tutti coloro che sono impegnati, ai diversi livelli e con ruoli diversi, nel processo di innovazione. Il volume presenta i risultati di una ricognizione ampia e documentata (e allo stesso tempo puntuale e sintetica) in ambito europeo e internazionale. E dal momento che dall'esperienza di questi anni abbiamo imparato che "tra il dire e il mare... c'è di mezzo il fare" il volume si propone di integrare prospettiva politico-istituzionale e approccio giuslavoristico, prospettiva organizzativo-manageriale e approccio professionale.

Pier Giovanni Bresciani, psicologo, è socio fondatore di Studio Méta & associati, società di ricerca, formazione e consulenza. Professore a contratto nelle Università di Bologna e di Urbino, ha insegnato nelle Università di Genova e di Trento. Presidente della SIPLO (Società italiana di psicologia del lavoro e dell'organizzazione). È stato rappresentante del Governo italiano nel Management Board del CEDEFOP. Tra i suoi volumi: Servizi per l'impiego. Modelli organizzativi (Spinn, 2003), Biografie in transizione. I progetti lavorativi nell'epoca della flessibilità (FrancoAngeli, 2006), Capire la competenza. Teorie, metodi, esperienze dalla analisi alla certificazione (FrancoAngeli, 2012).
Alessandra Sartori è dottore di ricerca in scienze del lavoro e docente di diritto del lavoro presso la Facoltà di Scienze politiche e sociali dell'Università Cattolica del Sacro Cuore. Esperta di servizi per l'impiego e mercato del lavoro, ha ricevuto nel 2011 i prestigiosi premi "Marco Biagi" e "Santoro Passarelli" per i suoi studi di taglio comparato in materia. Tra le sue pubblicazioni, i volumi: Misurare e valutare i servizi per l'impiego. L'esperienza internazionale (Ediesse, 2009) e Servizi per l'impiego e politiche dell'occupazione in Europa. Idee e modelli per l'Italia (Maggioli, 2013).

Indice
Tavola delle abbreviazioni
Introduzione
Progettare e costruire un nuovo sistema di servizi per il lavoro. Alcune indicazioni per il viaggio
(L'architettura istituzionale dei sistemi dei servizi per il lavoro: un confronto internazionale; Uno sguardo d'insieme; I servizi per l'impiego in Europa; Allargando l'orizzonte oltreoceano...; Appunti a margine)
Il rapporto tra pubblico e privato nei servizi per il lavoro: modelli ed esperienze
(Alla ricerca del mercato che non c'è: i servizi al lavoro per i disoccupati; Il trionfo del quasi-mercato in Europa: i Paesi Bassi; Un robusto quasi-mercato sotto la sapiente regia del pubblico: il Regno Unito; Quasi-mercato "con scelta" dell'utente: il caso dei vouchers tedeschi; I pionieri di un quasi-mercato fully-fledged: l'Australia; Appunti a margine)
L'organizzazione dei centri per l'impiego: struttura, utenti, servizi
(L'organizzazione dei centri: mission, layout, risorse dedicate, accessibilità; La gestione dei centri: in particolare il Management By Objectives; Tipologie di utenza; Servizi erogati a disoccupati e imprese; L'accompagnamento dell'utente: tempi, modalità, diritti e obblighi; Le modalità di erogazione dei servizi: contracting out e partnerships; Appunti a margine)
Modelli di business: servizi innovativi per i disoccupati e per le imprese
(Ristrettezze economiche, servizi per l'impiego e strategie di fund raising; Servizi innovativi per le imprese; Appunti a margine)
Segmentazione del mercato e profilazione degli utenti: modelli e strumenti
(Il contesto europeo: sollecitazioni; Modelli di profilazione e finalità; Le esperienze internazionali ed europee; Appunti a margine)
Accompagnamento degli utenti e utilizzo delle nuove tecnologie: esperienze e problemi
(Concetti e classificazioni; Il contesto di riferimento; Analisi delle esperienze europee più significative; Appunti a margine)
L'Italia e le migliori prassi internazionali: dopo una lunga navigazione finalmente in porto?
(Dal monopolio statale ai servizi per l'impiego regionali: da un eccesso all'altro; Il faticoso cammino verso la ricentralizzazione; Il nuovo volto dei servizi per l'impiego: il d. lgs. 14 settembre 2015, n. 150; Appunti a margine)
Postfazione. Navigare necesse est. Ambiti di intervento e indicazioni operative to make it happen
Bibliografia.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi