Guardiamoci in un film. Scene di famiglia per educare alla vita emotiva
Autori e curatori
Contributi
Antonella Arioli, Alessandra Augelli, Daniele Bruzzone, Isabella Casadio, Fabio Gianotti, Elisabetta Musi, Luigi Pietrocarlo, Michela Schenetti
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari. Guide di autoformazione e autoaiuto
Dati
pp. 194,   1a ristampa 2012,    1a edizione  2011   (Codice editore 1930.7)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24.00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856838633
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 17.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856867190
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Questo libro mostra ai genitori (ma anche agli educatori, agli insegnanti e ai formatori) come guidare – utilizzando i film – i ragazzi a scoprire e coltivare l’intelligenza emotiva. Il testo è corredato di pratiche schede filmiche, esemplificazioni e indicazioni educative, che parlano di tutte le tonalità emotive della quotidianità educativa.
Utili Link
Crescitapersonale.it Intervista a Vanna Iori (di Valentina Aversano)… Vedi...
Famiglia Oggi Recensione… Vedi...
Pedagogika.it Recensione (di Anna Debé)… Vedi...
Presentazione del volume

L'utilizzo del cinema nei contesti educativi e formativi è un'acquisizione consolidata e diffusa. Il linguaggio filmico sa emozionare, commuovere, stupire: ogni trama è un intreccio di sentimenti ed emozioni che si rivelano e ci rivelano a noi stessi. Le sequenze dei fotogrammi proiettano sullo schermo la nostra vita emotiva, permettendo così di rispecchiarci ma anche di individuare modelli, comportamenti e visioni del mondo.
Nel vasto panorama filmico sulla famiglia, questo libro pone l'attenzione ai rapporti dei genitori con bambini e ragazzi preadolescenti e adolescenti, privilegiando lo sguardo sull'educazione emotiva.
L'obiettivo principale è quello di accompagnare i genitori stessi, ma anche educatori, insegnanti e formatori all'utilizzo dei film per una "visione riflessiva" affinché possano guidare i ragazzi a scoprire e coltivare l'intelligenza emotiva.
I diversi capitoli, corredati di pratiche schede filmiche, esemplificazioni e indicazioni educative, parlano di paura, noia, rabbia, invidia, gelosia, delusione, dolore, tristezza, gioia e di tutte le tonalità emotive della quotidianità educativa.

Gli autori sono docenti e formatori (Antonella Arioli, Alessandra Augelli, Daniele Bruzzone, Isabella Casadio, Fabio Gianotti, Vanna Iori, Elisabetta Musi, Luigi Pietrocarlo, Michela Schenetti) uniti dall'orientamento fenomenologico, oltre che dalla passione per il cinema e dall'esperienza formativa sui temi della vita emotiva.

Vanna Iori è ordinario di Pedagogia generale presso l'Università Cattolica di Milano (sede di Piacenza). Coordina il gruppo Eidos per la ricerca e la formazione in prospettiva fenomenologico-esistenziale. Tra le sue pubblicazioni: Emozioni e sentimenti nel lavoro educativo e sociale , 2003; Separazioni e nuove famiglie , 2006; Nei sentieri dell'esistere , 2006. In questa collana, che dirige, ha curato Il sapere dei sentimenti (2009), Quaderno della vita emotiva (2009), e ha contribuito a Ripartire dall'esperienza (2010).

Indice


Vanna Iori, Introduzione
Vanna Iori, Il cinema e l'educazione alla vita emotiva: genitori e figli
(Film e mondo-della-vita; Cinema per la formazione; Tra Arancia meccanica e Amélie; I bambini ci guardano: apprendere i sentimenti in famiglia; Nuovo cinema Paradiso: come usare i film per gli alfabeti dei sentimenti; "Che stai cercando di dire, papà?"; Besame mucho: difficile spezzare il silenzio emotivo; Il cane giallo della Mongolia: i sentimenti smarriti)
Antonella Arioli, Delusione
(Un sentimento dai molti volti; Aspettative deluse; "Che delusione..."; Coltivale la speranza: alcune considerazioni educative; La testimonianza dell'adulto)
Alessandra Augelli, Paura
("Ho paura": pensieri e dinamiche; Comprendere la paura e renderla feconda; Gli adulti di fronte alle proprie paure; Dentro le paure e oltre: per una pedagogia del coraggio)
Daniele Bruzzone, Vergogna e timidezza
(Fenomenologia della vergogna; Vergogna e narcisismo; Adulti equilibrati, ragazzi più sicuri: suggerimenti educativi)
Isabella Casadio, Invidia e gelosia
(Anime omologanti tra i morsi dell'invidia e della gelosia; Lo sguardo nell'esperienza dell'in-videre; Invidie e gelosie tra fratelli; Invidie tra genitori e figli; La musica dei propri passi: indicazioni educative)
Fabio Gianotti, Noia
(Un sentimento contemporaneo; Il senso di vuoto dei bambini e l'apprensione degli adulti; Gli adolescenti e il senso dell'esistenza: le domande della noia)
Elisabetta Musi, Rabbia
(Un'emozione primitiva; Una piccola grande rabbia; Anche le emozioni negative fanno crescere? Rabbia, aggressività, odio: "primo segno di civiltà"; Trasformare l'energia distruttiva in esperienze positive; Fenomenologia della rabbia; Orientamenti educativi)
Luigi Pietrocarlo, Tristezza e malinconia
(Forme, suoni e colori della tristezza; Fenomenologia della tristezza; Tristezza: figura o sfondo?; Apologia della tristezza e consapevolezze educative)
Michela Schenetti, Dolore
(Il dolore vissuto; Dolore e infanzia; Il dolore per una morte; Il dolore per la malattia...; Il dolore per tanti; Le radici e le ali, per un intervento educativo autentico)
Alessandra Augelli, Felicità
(Disvelare alcuni pregiudizi; Dal linguaggio, il senso della felicità; Quando si è felici... e quando la realtà ci aiuta a star bene; Un seme che coltivi nel campo altrui e fiorisce nel tuo, ovvero dell'educazione alla felicità)
Filmografia
Bibliografia
Gli autori, le autrici.