Gli scenari del welfare. Tra nuovi bisogni e voglia di futuro
Contributi
Fabio Cerchiai, Giuseppe De Rita
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 240,      1a edizione  2011   (Codice editore 2000.1342)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 26,50
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856844832
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 18,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856869293
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
La ricerca si concentra sugli scenari attuali e sulle prospettive future del welfare, a partire dalle attese e dalle valutazioni dei tre soggetti protagonisti: i cittadini in quanto fruitori; gli enti e le imprese che erogano i servizi socio-sanitari; i Comuni, prima linea del versante pubblico nel rapporto con la grande utenza sociale.
Presentazione del volume

Come potrà rispondere l'attuale sistema di welfare alle nuove esigenze di assistenza che emergono da una società italiana in profonda trasformazione? Quali sono i nuovi bisogni sociali che si stanno prefigurando? Forum ANIA - Consumatori e Censis hanno indagato gli scenari attuali ed esplorato le prospettive del welfare a partire dai tre soggetti chiave del sistema: sono state approfondite le aspettative e le opinioni dei cittadini, utenti dei servizi, quelle degli enti e delle imprese che erogano i servizi socio-sanitari, e infine è stata raccolta l'esperienza dei Comuni, che rappresentano la prima linea del versante pubblico nel rapporto con la grande utenza sociale.
Ne emerge un quadro nel quale il sistema attuale viene diffusamente considerato statico, e non più adeguato a rispondere alle esigenze dei cittadini, mentre la non autosufficienza e l'impossibilità di fronteggiare il peso economico delle necessità sanitarie rappresentano i rischi più temuti.
È forte dunque la richiesta di un welfare più protettivo, efficiente e responsabile, capace di dare a tutti i cittadini le risposte concrete di cui hanno bisogno. Si tratta di obbiettivi che, nel medio periodo, non potranno essere raggiunti senza la messa a punto di nuovi equilibri tra pubblico e privato, equilibri che siano capaci di realizzare un vero e proprio salto di qualità nella copertura, e dunque nella sicurezza degli italiani.

Il Forum ANIA - Consumatori è una fondazione costituita dall'ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici) per facilitare e rendere ancor più costruttivo e sistematico il dialogo tra imprese e consumatori. Una sede di confronto paritetico tra compagnie, associazioni dei consumatori ed esperti indipendenti sui principali temi assicurativi d'interesse dei cittadini. Il Forum sviluppa progetti di financial education nelle scuole italiane dedicati al rischio, alla prevenzione e alla mutualità; realizza corsi di formazione ed aggiornamento per gli operatori delle associazioni dei consumatori; promuove studi e pubblicazioni che hanno come oggetto le assicurazioni, la previdenza ed il welfare; sviluppa programmi di ricerca sulla vulnerabilità economica delle famiglie e sulle condizioni di vita della terza età.
Fanno parte del Forum e siedono nel suo organo direttivo otto associazioni di consumatori rappresentative a livello nazionale: Adiconsum, Adoc, Cittadinanzattiva, Codacons, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori.

Indice


Fabio Cerchiai, Un nuovo rapporto pubblico-privato nel sistema di welfare
Giuseppe De Rita, Spazio per nuove responsabilità nel welfare italiano
Premessa
Introduzione: lo scenario del sistema welfare
Sintesi di ricerca
(La domanda crescente di tutela pubblica; Il welfare in equilibrio; Le ombre persistenti; Elementi per nuovi scenari di welfare)
La domanda sociale fra quasi-mercato e responsabilità individuale
(L'esperienza del welfare; L'innovazione ritardata; la domanda sociale per un doppio ruolo dello Stato; La gestione del rischio individuale "fuori controllo"; Il welfare che verrà: istruzioni di montaggio; La previdenza italiana: dove l'autotutela non cresce; Gli italiani e la crisi economica, una questione di fiducia; Profilo degli intervistati e metodologia dell'indagine)
La ricerca di identità dell'offerta di servizi socio-sanitari
(La qualità dei servizi socio-sanitari: la chiave di volta di welfare integrato; Le dinamiche di contesto: i lunghi monologhi del pubblico-privato; Quale governance per il welfare del futuro; Elementi di analisi economica; La sanità della propria regione e il futuro del comparto socio-sanitario; Descrizione delle caratteristiche dei testimoni privilegiati)
Vecchi limiti e nuovi orientamenti degli enti comunali
(La mappa dei servizi sociali: specchio della varietà e della complessità dei bisogni; La gestione associata dei servizi sociali: nodo sinergico del futuro welfare mix; Le direttrici nord-sud del disagio sociale; Quale governance per il welfare del futuro; Le reazioni alla crisi; L'attivismo di tutti i giorni dei Comuni italiani; Descrizione delle caratteristiche dei testimoni privilegiati).