Openpolitica. Il discorso dei politici italiani nell'era di Twitter
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 210,   1a ristampa 2013,    1a edizione  2012   (Codice editore 291.94)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 26,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856849516
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 18,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856857566
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Attraverso l’analisi di un corpus di dati estratti da Twitter, il volume indaga le modalità linguistiche con cui la politica italiana cerca di ristabilire una connessione con i cittadini.
Utili Link
Il Sole 24 Ore Deboli, sgrammaticati cinguettii (di Giuseppe Antonelli)… Vedi...
L'Espresso E sul Web fanno gli Obama (di Fabio Chiusi)… Vedi...
Rinascita Il linguaggio della politica nell'era di Twitter (di Pasquale Rotunno)… Vedi...
Corriere della Sera Da Fini a Casaleggio, chi su Twitter ora guarda e basta (di Marta Serafini)… Vedi...
Presentazione del volume

Come comunicano i politici italiani su Twitter? Di quali strategie linguistiche si servono? In che modo l'uso di Twitter sta modificando il discorso politico in Italia? Sono queste alcune delle domande a cui il volume cerca di dare una risposta.
L'analisi prende le mosse dal declino progressivo del discorso politico a cui siamo stati esposti negli ultimi quarant'anni: quello televisivo. Analizzato, criticato, e identificato, nella sua crescente inefficacia, come una delle cause dell'allontanamento dei cittadini dalla politica, il linguaggio parlato dai politici in televisione appare oscuro, vago, ambiguo; oppure banale, autoreferenziale, pieno di luoghi comuni; o ancora aggressivo, prepotente, mirato allo scontro verbale. In ogni caso, è un linguaggio che non sa più comunicare, perché non parla ai suoi veri destinatari: i cittadini.
In questo contesto, Twitter irrompe sulla scena politica italiana e attira su di sé l'attenzione dei politici, che ne restano contagiati; degli altri media, che attingono a Twitter come a una nuova fonte di informazione; dei cittadini, che in esso cercano un modo nuovo per stabilire una connessione con chi li rappresenta.
Il volume indaga, attraverso metodologie di analisi quantitative basate su un corpus di dati estratti da Twitter, le modalità linguistiche con cui questa connessione si realizza; tali metodologie sono integrate con gli approcci e le categorie di analisi della Comunicazione mediata dal computer e dell'Analisi del discorso. Lo studio è condotto attraverso alcune macro-caratteristiche di Twitter che ne stanno decretando il successo, e che costituiscono obiettivi cui tendere anche per la comunicazione politica: la dialogicità, ad esempio, e l'attitudine a creare aggregazione. L'adesione a queste caratteristiche comporta precise scelte linguistiche e strategie discorsive, da cui la comunicazione politica non può prescindere. Essa, infatti, risulta efficace in Twitter solo se è in grado di adottare un atteggiamento concretamente dialogico e di comunicare con l'obiettivo consapevole di stabilire delle relazioni con gli altri.

Stefania Spina è ricercatore all'Università per Stranieri di Perugia, dove insegna Metodologie della ricerca linguistica e Sociolinguistica. Si occupa di linguistica dei corpora, linguistica applicata e analisi della lingua dei mezzi di comunicazione. Ha pubblicato, oltre a numerosi articoli in Italia e all'estero, Fare i conti con le parole. Introduzione alla linguistica dei corpora (2001).

Indice


Introduzione
(Nota terminologica e convenzioni adottate)
Parte I. Prima di Twitter: il discorso politico nell'epoca della televisione
Cinquant'anni di discorso politico televisivo
(Il discorso politico; Il discorso politico inglobato dalla tv; Moltiplicazione dei destinatari; La politica diventa intrattenimento; Lo spettacolo rituale della politica in tv; Nuovi generi di discorso politico; Cinquant'anni dopo: il discorso politico televisivo di oggi)
L'oscurità deliberata del discorso politico televisivo
(L'arte di complicare ciò che è semplice; Un discorso astratto e in cerca di autorevolezza; Un discorso privato proferito in pubblico; Il politico-Narciso e la "comunicazione non comunicante)
La chiarezza fittizia e compiacente del discorso politico televisivo
(Semplificazione e lifting linguistico; "Serve un confronto serio": il "vaporware" del discorso politico televisivo; Metafore spompate e "loghi linguistici"; Numeri ed elenchi per non spiegare)
Le favole e gli eroi
(Personalizzazione e spettacolarizzazione; Il politico-eroe: la politica come una serie tv; Una lotta tra il bene e il male)
Parole come armi
(La legge di chi strilla più forte; Lo scontro verbale come genere televisivo)
Alcune considerazioni conclusive
(Il discorso vacuo dei politici in tv nell'era dei social network)
Parte II. L'ecosistema di Twitter: un flusso ininterrotto di conversazioni
Con 140 caratteri si può cambiare il mondo
(Piccole scintille di informazione chiamate tweet; "Non riusciremo più a farne a meno": nascita ed espansione di Twitter; Twitter oggi: un flusso ininterrotto di conversazioni; Twitter in Italia; Twitter e la comunicazione politica in Italia)
La lingua di Twitter tra aspetti tecnologici, sociali e testuali
(L'architettura di Twitter: istantaneità e ubiquità; Le convenzioni di Twitter; Il discorso di Twitter)
Parte III. Il discorso dei politici italiani su Twitter
Metodologia e descrizione dei dati
(Twitter e la comunicazione politica: aspetti caratterizzanti; Un approccio integrato all'analisi del discorso politico; I dati; Chi sono i politici del campione; Quanto scrivono; Che genere di messaggi scrivono; A chi si rivolgono; Le potenzialità di Twitter)
Brevità e istantaneità
(Densità lessicale; Ricchezza lessicale; Specificità lessicale; Combinazioni di parole; Organizzazione delle frasi)
Carattere dialogico
(Indicatori di conversazionalità; La selezione dell'interlocutore; Le conversazioni dei politici in Twitter; Parole scelte per dialogare)
Atteggiamento valutativo
(Atteggiamento valutativo e legami sociali; Condivisione di link; Citare i tweet di altri; Parole per esprimere la soggettività; Oltre le singole parole; Far salire o scendere di valore)
Attitudine a creare aggregazione
(L'hashtag e la sua funzione di coordinamento; Gli hashtag usati dai politici: aspetti quantitativi; Categorie di hashtag usate dai politici; L'uso degli hashtag tra funzione ideazionale e funzione interpersonale)
Ricercabilità
(Trovare i contenuti attraverso le parole; Ricerca informativa e ricerca interpersonale; Una nuova strategia discorsiva per i politici)
Conclusioni
Bibliografia.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi