Politica e cittadinanza

Donne socialiste fra Ottocento e Novecento

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 200,      1a edizione  2020   (Codice editore 541.38)

Politica e cittadinanza Donne socialiste fra Ottocento e Novecento
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 25,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891787798
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 19,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788835102243
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

La realtà del movimento femminile socialista in Italia già dalla fine dell’Ottocento è stata vivace e anche originale nelle sue esplicazioni, ma sostanzialmente poco conosciuta. Dirigenti, segretarie di Camere del Lavoro, sindacaliste, presidenti di cooperative o associazioni, pur non avendo diritto di voto, incitavano alla partecipazione e alla lotta, costruendo legami concreti con esponenti europei e internazionali. Il volume cerca di restituire quanto più possibile voce a queste protagoniste del socialismo delle origini, presentando le tematiche esposte nei loro scritti.

Utili Link

L'inchiesta Recensione (di R.C.)… Vedi...

Presentazione del volume

La realtà del movimento femminile socialista in Italia già dalla fine dell'Ottocento è stata vivace e originale nelle sue esplicazioni, ma sostanzialmente molto poco conosciuta.
Le donne, a volte in età talmente precoce da essere in realtà adolescenti e giovani ragazze, hanno anticipato molti temi del neo femminismo degli anni Settanta del Novecento; fra queste la cosiddetta "doppia militanza". Alle donne che diffondevano il "verbo socialista" fra lavoratrici diffidenti e spesso diffidate dall'interessarsi di politica spetta quanto meno la primogenitura della propaganda e dell'organizzazione politica sistematica, che in taluni casi diventa una professione. Dirigenti, segretarie di Camere del Lavoro, sindacaliste a tempo pieno, presidenti di cooperative o associazioni, pur non avendo diritto di voto, incitavano alla partecipazione e alla lotta, costruendo legami concreti con esponenti europei e internazionali e sprovincializzando la cultura politica italiana. In ogni capitolo di questo volume sono presenti alcuni dei loro scritti, da quelli più ufficiali a quelli più privati.

Fiorenza Taricone è professoressa ordinaria di Storia delle dottrine politiche presso l'Università di Cassino e Lazio Meridionale, dove insegna anche Pensiero politico e questione femminile. È autrice di saggi e monografie, particolarmente centrati su tematiche quali l'associazionismo in Italia tra Ottocento e Novecento, l'evoluzione dei diritti civili e politici, interventismo e pacifismo. Fa parte del Comitato Scientifico di riviste di settore e della Fondazione di studi storici "Filippo Turati". Tra le sue ultime pubblicazioni, Per filo e per segno. Antologia di testi politici sulla questione femminile dal XVII al XIX secolo, con Ginevra Conti Odorisio, Torino, 2009, Louis Blanc e Mme d'Agoult (Daniel Stern) socialismo e liberalismo, Firenze, 2014. Romain Rolland pacifista libertario e pensatore globale, Napoli, 2017.

Indice

Elena Marinucci, Introduzione
Fiorenza Taricone, Premessa
Le parole d'ordine del movimento femminile socialista: propaganda e organizzazione
(Passione politica e propaganda; Vincere la diffidenza femminile)
Il voto fra diritto di cittadinanza e diritto di genere
(Uno sguardo europeo e internazionale; In Italia: l'associazionismo suffragista; Comitati pro-voto: una strategia mirata; Verso il falso suffragio universale; Dopo la marcia su Roma: promesse suffragiste)
Militanza e associazionismo di area socialista
(L'associazionismo fra società civile e politica; A Milano, l'Unione Femminile)
Le donne socialiste: una nuova morale per l'individuo, la famiglia, la società
(Testimonianze di modernità; Il pubblico e il privato: le donne parlano di sé)
Le lotte per il lavoro
(Il lavoro al centro; Nelle pagine de "La Difesa delle Lavoratrici"; Lavoratrici della terra e della casa; Imparare a educare; Le maestre socialiste protagoniste dell'alfabetizzazione)
Le donne e la guerra: interventismo versus pacifismo
(Il "naturale" pacifismo femminile; L'interventismo femminile; Le socialiste e il dramma della guerra)
Le donne e Mussolini: pareri diversi
(Angelica Balabanoff, Margherita Grassini, Leda Rafanelli)
Indice dei nomi.