Il territorio derivato

Autori e curatori
Contributi
Ada Becchi, Luigi Bobbio, Carlo Donolo, Laura Fregolent, Alfio Mastropaolo, Michelangelo Savino, Flavia Schiavo, Francesco Trombetta
Livello
Studi, ricerche. Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 248,      1a edizione  2004   (Codice editore 1740.108)

Il territorio derivato
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 35,50
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846456915

Presentazione del volume

La rete di relazioni - che di fatto si realizzano tra i processi economici, le relazioni sociali, le istituzioni e le politiche - determinano le condizioni concrete di ogni società nello specifico luogo e tempo. Tra le condizioni concrete individuiamo l'organizzazione del territorio e la sua logica di funzionamento, in modo tale che in questo quadro il territorio costituisce un derivato. Questa affermazione da una parte non intende disconoscere differenze tra città e territori appartenenti alla stessa area e allo stesso tempo, ma, piuttosto, esaltare l'esistenza di una logica di funzionamento e di organizzazione comune , da rintracciare, appunto, nella rete di relazioni di cui si è detto.

Per poter osservare ed interpretare gli sviluppi dell'organizzazione del territorio e della città, appare indispensabile indagare le trasformazioni in corso nel contesto.

I saggi qui raccolti vogliono contribuire a determinare proprio questo contesto. Ciascuno di essi esplora le problematiche connesse allo specifico aspetto di questa rete di relazioni, come vanno modificandosi negli ultimi anni. Le domande che per ciascun aspetto si possono mettere in fila sono molte ed urgenti, ma esse travalicano la possibilità di risposta di un singolo; ma più che le risposte in questo volume appaiono di interesse le argomentazioni offerte dai diversi autori perché sembrano poter aiutare a comprendere la realtà nella quale siamo immersi e sulla quale spesso il nostro sguardo risulta attratto da un particolare, mentre ci sfugge il cambiamento di fondo, forse, a volte, il contesto generale.

Francesco Indovina , è professore ordinario di Analisi dei sistemi urbani e territoriali presso la facoltà di Pianificazione dell'Università IUAV di Venezia. Autore di numerosi volumi e saggi, è direttore della rivista Archivio di studi urbani e regionali e Economia urbana - Oltre il Ponte.

Indice

Francesco Indovina , Presentazione: il territorio derivato

Alfio Mastropaolo,L'avvenire della democrazia

(Estensione vs. intensità; Elementi per un confronto. Il termine ex quo; Mutamenti dal lato della società (e della cultura); Mutamenti nell'idea di democrazia; Nuove tecnologie democratiche e anti-politica; Una sintesi inquietante; Una conclusione interlocutoria)

Laura Fregolent , La crisi della democrazia e i cattivi rimedi della politica

(Premessa; Welfare, istituzioni e cultura della politica; Crisi della democrazia come assenza di partecipazione; L'implosione della democrazia e la delegittimazione della politica; Democrazia tra continuità e cambiamento)

Ada Becchi , Il mercato mondiale e l'economia italiana

(Premessa; L'Europa e la globalizzazione?; Economia e istituzioni in Europa; La situazione (o la crisi?) italiana; Un po' di storia patria; Le trasformazioni in corso e la deregolazione; Conclusioni; Appendice statistica)

Carlo Donolo , Una "nuova" società italiana

(Premesse; Divisioni/Unificazioni; Lunga durata; Poteri; Domande/Conflitti; Metafore)

Francesco Trombetta , Una mattinata veneziana riflettendo sull'Italia e la sua società nel nuovo millennio

Luigi Bobbio , Istituzioni e trasformazioni territoriali: quale tipo di governo

(Dal coordinamento a priori e negativo al coordinamento a posteriori positivo; Apologeti e detrattori; Si può tornare indietro?; Si può andare avanti?)

Flavia Schiavo , Delle mutate istituzioni, ovvero benefici, insidie e lusinghe della moltiplicazione dei poteri

(Premesse; Moltitudini; Delle mutate istituzioni; Alcune note conclusive)

Francesco Indovina , Territorio: mutamenti di contesto e governo

(Premessa; I cambiamenti di "umore"; I mutamenti di contesto; L'area delle possibilità; Cosa pare succedere; Del "governo")

Michelangelo Savino , Ragioni per una nuova "cultura" del governo del territorio

(Un ampio ventaglio di questioni, ma due sole in primo piano: la "sconfitta dell'urbanistica" ed il problema dell'"innovazione" nella pianificazione; L'innovazione urbanistica come affermazione di una nuova volontà "pubblica" di governo del territorio; Dopo lo scontro tra "paradigmi", la costruzione di una nuova cultura e di una nuova pratica urbanistica; Dai cambiamenti sociali ed economici , un nuovo scenario per la pianificazione; Rispetto ai cambiamenti del quotidiano, un atteggiamento fiducioso e costruttivo; La ricerca di ragioni "diverse" per una "nuova" cultura del piano)