Lifescapes

Culture paesaggi identità

Autori e curatori
Contributi
Javier Marcos Arévalo, Giacomo Cavuta, Mariarosaria Del Signore, Emanuela Finocchietti, Ernesto Mazzetti, Astrid Pellicano, Stefano Rosatti, Dionisia Russo Krauss, Pedro Gabriel Silva, Maurizio Tani
Livello
Studi, ricerche. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 240,   figg. 10,     1a edizione  2007   (Codice editore 304.7)

Lifescapes. Culture paesaggi identità
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 28,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846489791

In breve

Il volume analizza le connessioni fra culture, paesaggi e identità da diverse angolazioni: Persistenza e Mutamento (persistenza nel mutamento – o viceversa – dei valori culturali e identitari), Alterità e Deformazione (“deformazione” di valori e paesaggi a opera di culture “altre”), Progetto e Recupero (recupero delle espressioni materiali e immateriali di “generi di vita” distanti dalla cultura urbano-industriale). Il turismo culturale “minore” è visto come fruizione e condivisione delle espressioni culturali e dei caratteri identitari di un territorio.

Presentazione del volume

Le connessioni fra culture, paesaggi e identità sono molteplici, multiformi e dall'esito mai scontato, suscettibili quindi di essere analizzate da diverse angolazioni e con diverse chiavi di lettura. Da qui l'idea di realizzare un volume collettivo e multidisciplinare su questo tema. In tale ottica, il neologismo lifescapes da un lato vuole suggerire l'idea di "spazi vissuti", dall'altro riecheggia il concetto di "genere di vita" accostato a quello di paesaggio, inteso sia come modello, ossia come prodotto storico-sociale avente una valenza esplicativa generalizzabile, sia come simbolo, ossia come "insieme di segni da interpretare" (Vallega).
Se nel contesto del volume il paesaggio riveste un ruolo centrale, un'importanza non secondaria vuole attribuirsi a cultura e identità. Tali categorie, però, in questa sede acquistano senso soprattutto nella loro dimensione localizzata, geografica, territoriale, e quindi nella relazione che instaurano con il paesaggio. Una relazione di reciproche influenze e interferenze, azioni e reazioni, stimoli e condizionamenti, formazioni e deformazioni.
Il volume è diviso in tre parti: Persistenza e Mutamento, Alterità e Deformazione, Progetto e Recupero.
Nella prima parte i contributi affrontano il tema della persistenza nel mutamento - o del mutamento nella persistenza - dei valori culturali e identitari, saldandolo ai concetti di tradizione e patrimonio o all'ambivalente dialettica identità-sviluppo nei suoi risvolti paesaggistici.
Nella seconda parte l'enfasi è posta sulla "deformazione" - e non sulla mera trasformazione - di valori (e paesaggi) ad opera di culture "altre", alterità non necessariamente intesa in senso nazionale o etnico.
La terza parte, infine, tratta del recupero delle espressioni materiali e immateriali di "generi di vita" distanti dalla cultura urbano-industriale. La strada che viene oggi percorsa è quella del turismo culturale "minore", interpretabile come fruizione e condivisione delle espressioni culturali e dei caratteri identitari di un territorio e della comunità che vi risiede.

Luca Zarrilli è professore associato di Geografia economico-politica presso la Facoltà di Economia dell'Università degli Studi "G. D'Annunzio" di Chieti-Pescara. Autore di numerose pubblicazioni sui paesi in transizione dell'Europa orientale, affianca all'analisi geopolitica una più recente attività di ricerca sul tema del paesaggio nella sua dimensione socio-economica.

Indice



Ernesto Mazzetti, Prefazione
Luca Zarrilli, Introduzione
Persistenza e Mutamento
Javier Marcos Arévalo, Dagli oggetti alle idee: tradizione, patrimonio immateriale e identità come luoghi della memoria sociale
Emanuela Finocchietti, Luca Zarrilli, Cultura e paesaggio in Islanda: fattori identitari e traiettorie di sviluppo
Luca Zarrilli, Una "lettura odeporica" del paesaggio: l'Armenia fra mutamento sociale e identità culturale
Alterità e Deformazione
Pedro Gabriel Silva, Devastazione ambientale e conflitto speciale: il ruolo del ricordo e dell'idealizzazione del paesaggio. Un caso di studio portoghese
Emanuela Finocchietti, Il paesaggio culturale curdo, tra divisioni politiche e progetti di cancellazione
Stefano Rosatti, Angeli dell'universo e trasformazione di Reykjavik. Una narrazione metafisica del mutamento socio-culturale
Progetto e Recupero
Mariarosaria Del Signore, Turismo culturale e sviluppo locale. Un esempio di distretto culturale nel comprensorio aquilano
Astrid Pellicano, Il paesaggio della transumanza nel Mezzogiorno: riscoperta e valorizzazione
Dionisia Russo Krauss, Ospitalità diffusa, identità locale e turismo sostenibile. Il caso di Giffoni Sei Casali
Giacomo Cavuta, Territorio e cultura nella valorizzazione del paesaggio. Il caso di Santo Stefano e Sessanio
Maurizio Tani, L'identità culturale csángó nella Moldavia romena, tra potenzialità turistica e rischio di estinzione
Gli autori.