Le formazioni possibili

Esperienze di blended training nelle piccole imprese

Contributi
Valentina Balzano, Florence Baptiste, Ezio Benetello, Gabriella Bettiol, Carmela Buffolino, Marina Camboni, Silvia Casali, Francesca Conte, Barbara Costamagna, Eleonora Crestani, Elisabetta De Checchi, Davide Della Bella, Achille Fornasini, Mirko Freni, Fabrizio Galantucci, Roberta Geusa, Giulia Giacomelli, Alberto Gulinelli, Paolo Lanzilli, Massimo Lo Cicero, Dario Marchione, Dario Mariotti, Milly Martini, Luigia Melillo, Assunta Minopoli, Ivana Pais, Elisa Peverati, Fabio Pierobon, Daniela Robasto, Daniela Sartori, Luigi Serio, Elisa Silva, Paola Spadafina, Roberto Trinchero, Mario Vitolo, Marina Vozza
Argomenti
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 208,      1a edizione  2011   (Codice editore 1490.22)

Le formazioni possibili. Esperienze di blended training nelle piccole imprese
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856834918
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856865042
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Il volume racconta e sistematizza le esperienze formative promosse da Fondimpresa in cui sono state sperimentare metodologia e processi formativi innovativi, “ritagliati” sulle esigenze specifiche delle piccole e micro imprese.

Presentazione del volume

È ormai generalmente accettato che la formazione continua, oltre ad essere un indispensabile strumento per acquisire e trasmettere know how, costituisca per le imprese una leva di indubbia efficacia in termini di competitività, di sviluppo e di innovazione.
In un'epoca in cui gli scenari economici sembrano attraversati da correnti evolutive continue e progressive, diventa essenziale la capacità delle imprese di assecondare le dinamiche in corsa e di rispondere se non addirittura anticipare le sollecitazioni provenienti dal mercato. In particolare, in un sistema economico come quello italiano la cui dorsale portante è costituita dall'ordito fitto delle piccole imprese, queste capacità assumono un valore strategico e di sistema sia per le singole aziende che per le filiere che per interi comparti produttivi.
In questo quadro, la formazione continua può rivestire oggi un ruolo di straordinaria importanza a patto che sia in grado di rispondere pienamente e puntualmente alle esigenze che ogni piccola impresa manifesta nel proprio agire imprenditoriale, dotando sia le organizzazioni che gli individui di leve e di strumenti adeguati.
Il volume racconta e, in parte, sistematizza, le esperienze formative attraverso le quali, in territori molto diversi fra loro, Fondimpresa ha sollecitato le piccole e micro imprese e gli enti formativi italiani a sperimentare metodologia e processi formativi innovativi, il più possibile "ritagliati" sulle loro esigenze specifiche, e a verificarne gli effetti e le ricadute in termini industriali e di know how.

Fondimpresa (Fondo paritetico interprofessionale nazionale per la formazione continua) è stata costituita nel 2002 da Confindustria, Cgil, Cisl e Uil con l'obiettivo di facilitare l'accesso delle imprese e dei lavoratori alla formazione continua, finanziando piani formativi aziendali, settoriali e territoriali concordati fra le parti sociali, al fine di migliorare la competitività delle imprese e l'occupabilità dei lavoratori.

Indice

Premessa. Fondimpresa e la sperimentazione di innovazione
Massimo Lo Cicero, Introduzione. L'economia italiana nel contesto internazionale: una prospettiva di medio termine
(La storia recente e le sue determinanti di fondo; Un focus sulla situazione italiana; Economia e Logistica; L'ipotesi dell'Italia divisa in diagonale: la virgola di Ponente, Mezzogiorno continentale e triangolo industriale; La Formazione può diventare uno strumento di politica economica che concorra nell'obiettivo della crescita?)
Fabio Pierobon, Strumenti per il miglioramento e l'integrazione dei processi nelle filiere e nei network di Pmi manifatturiere
(La nascita dell'iniziativa; L'esperienza sul campo; I risultati)
Gabriella Bettiol, Elisabetta De Checchi, Innovazione e miglioramento dei processi nelle pmi della filiera Ict
(L'iniziativa e la sua connotazione; Le metodologie utilizzate in relazione ai fabbisogni; Le esperienze realizzate)
Achille Fornasini, Dario Mariotti, Francesca Conte, Ivana Pais, Mirko Freni, Competenze innovative per le imprese di piccole dimensioni della Lombardia orientale
(L'idea progettuale; Le tappe del percorso; Stimoli alla riflessione e al dibattito)
Davide Della Bella, Time. Training Innovation Management Experience
(Le caratteristiche principali del progetto; Le metodologie didattiche; Alcune esperienze significative; Conclusioni)
Roberta Geusa, Luigi Serio, Fabrizio Galantucci, In Company. Innovative Models for Small Companies
(Il rapporto tra la piccola impresa e l'attività di formazione; Il progetto formativo; Questioni aperte: alcuni elementi di riflessione; Conclusioni: un ritorno al passato)
Roberto Trinchero, Daniela Robasto, Eleonora Crestani, Florence Baptiste, Apprendere dall'esperienza. La formazione sul luogo di lavoro nella piccola impresa
(Quale formazione per le pmi? Il modello micro-Poliedra-Disef; Il colloquio rogersiano per l'analisi dei bisogni formativi; La sperimentazione del modello micro-Poliedra-Disef: primi risultati; Non-conclusioni. Punti di forza e punti di debolezza del modello micro-Poliedra-Disef)
Giulia Giacomelli, Ezio Benetello, Milly Martini, Barbara Costamagna, Paola Spadafina, Fronteggiare la crisi guardando al futuro
(Contesti, obiettivi e metodologie; Articolazione dell'attività formativa del piano; La struttura del piano; Monitoraggio delle attività del piano)
Dario Marchione, Promuovere Metodologie Innovative
(Descrizione dell'intervento; Metodologie utilizzate; Risultati ottenuti)
Marina Vozza, Formazione sperimentale nelle piccole imprese: metodologie innovative e Second Life
(Riflessioni preliminari, Finalità del progetto; Il processo di definizione del programma; Tipologia di aziende partecipanti; Innovazione formativa: definizione di metodologie e modelli non tradizionali; Un'esperienza particolarmente interessante; Trasferibilità dell'esperienza; Risultati ottenuti)
Valentina Balzano, Silvia Casali, Alberto Gulinelli, Assunta Minopoli, Elisa Peverati, Daniela Sartori, Elisa Silva, Innova: sperimentazione di modelli formativi innovativi per le Pmi
(Pmi e microimprese; Il progetto formativo; La fase di rilevazione dei bisogni formativi)
F.A.R.O. Formare Alla Ricerca dell'Apprendimento Organizzativo
(Riflessioni preliminari; Finalità del progetto; L'analisi della domanda; Le aziende partecipanti; Le metodologie didattiche adottate; Le esperienze più rilevanti della sperimentazione; Considerazioni finali)
Carmela Buffolino, Marina Camboni, Paolo Lanzilli, Luigia Melillo, Mario Vitolo, So.La.Ri.Tà. Soggettività nel lavoro e riflessività per un territorio attrattivo
(Come nasce il progetto, Finalità e obiettivi; Tipologia di aziende partecipanti; Analisi del fabbisogno; Metodologie utilizzate; Risultati ottenuti; Punti di forza e criticità dell'esperienza progettuale)
Amarildo Arzuffi, Ivano Boragine, Guido Capaldo, Daniele Pittèri, Note a margine di un'esperienza innovativa
(La cooperazione fra imprese ed enti formativi; Il ruolo dell'imprenditore nei processi formativi innovativi; Le criticità e le inadeguatezze degli enti formativi; Il ruolo del docente per il successo dei processi formativi innovativi; Flessibilità e personalizzazione dei piani formativi; Il rafforzamento della percezione del ruolo dei lavoratori; L'importanza e le ricadute delle comunità di pratica).




Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo