Alla ricerca di una più perfetta Unione.

Convenzioni e Costituzioni negli Stati Uniti della prima metà dell'800

Autori e curatori
Contributi
Paolo Colombo
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 298,   1a ristampa 2019,    1a edizione  2012   (Codice editore 1573.407)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Alla ricerca di una più perfetta Unione. Convenzioni e Costituzioni negli Stati Uniti della prima metà dell'800
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 37,50
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856848809
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 26,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856855487
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

L’esperienza costituzionale statunitense, che ha aperto la strada ai modelli liberali del vecchio continente, affonda le sue radici nelle costituzioni dei primi governi statuali, ai quali si deve anche l’importante strumento della revisione costituzionale. Il testo analizza le dinamiche procedurali e le tematiche affrontate dalla revisione costituzionale statuale nel cosiddetto antebellum period allo scopo di ricostruire il contributo statuale al miglioramento dell’Unione federale.

Presentazione del volume

Sebbene il sistema federativo degli Stati Uniti sia una realtà politica relativamente giovane, la sua esperienza costituzionale ha aperto letteralmente la strada ai modelli liberali del vecchio continente. Generalmente attribuita alla costituente di Philadelphia, la svolta costituzionale d'oltreoceano trova però le sue vere protagoniste nelle costituzioni dei primi governi statuali. Ed è del resto sempre alla dimensione statuale che si deve guardare per individuare l'inserimento in una legge fondamentale del principio di revisione costituzionale, nonché l'attuazione di tale principio attraverso la convocazione di convenzioni dedicate allo scopo.
Strumento istituzionale all'epoca del tutto innovativo, quale assemblea di revisione costituzionale la convenzione si è dimostrata fondamentale per realizzare quella "più perfetta unione" auspicata dalla Carta di Philadelphia ma, ad oggi, è stata esclusivamente impiegata dagli stati membri della Federazione. Il presente volume si propone di analizzare le dinamiche procedurali e le tematiche affrontate dalla revisione costituzionale statuale nel cosiddetto antebellum period allo scopo di ricostruire il contributo statuale al miglioramento dell'Unione federale. Tale perfezionamento coinvolse direttamente il problema della rappresentanza politica, una questione certamente diffusa all'interno della Federazione, ma particolarmente controversa entro i confini della regione del Sud, e a questa realtà, non a caso, è dedicata gran parte dello studio. Alla luce di un contesto politico costellato da una serie di crisi federali periodiche sulla questione schiavista, si analizzeranno i modi e i tempi attraverso i quali gli sviluppi costituzionali ottocenteschi degli stati del Sud sono potuti diventare la base di partenza per una riflessione più generale sulle dinamiche della Secessione dall'Unione, la quale, certamente mossa da variabili politiche, non poté che realizzarsi nell'ambito di una consolidata tradizione istituzionale.

Cristina Bon è assegnista di ricerca presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università Cattolica di Milano. Si occupa di storia delle istituzioni politiche, con particolare attenzione agli sviluppi costituzionali del sistema federale statunitense. È stata visiting researcher presso la Georgetown University di Washington, DC, e la National University of Ireland, Galway.

Indice



Paolo Colombo, Prefazione
Introduzione
Parte I. Le origini della rappresentanza politica e della revisione costituzionale statunitensi
Verso un'Unione federale
(Un governo per il popolo; Il compromesso costituente; Una duplice tradizione costituzionale)
La convenzione e il suo significato
("The Corner Stone of all laws". Le costituenti rivoluzionarie; Dall'origine di un'idea alla nascita di una istituzione; Althusius conquista l'America)
Parte II. La dimensione statuale della rappresentanza e i temi del dibattito costituzionale
Gli stati e il processo democratico
(Percorsi di democrazia attraverso la Mason-Dixon Line; Un Sud frammentato: il puzzle geografico di Virginia e Georgia; Emendamenti e revisioni costituzionali a confronto)
Il problema dell'apportionment: la chiave della revisione costituzionale sudista
(Il peso della maggioranza; "Gli occhi del mondo sono puntati su di noi". Le sfide della rappresentanza politica in Virginia; "Per una più equa rappresentanza del popolo". Il caso georgiano)
Verso una secessione 'convenzionale'
(Riforme tentate e riforme mancate. Convenzioni costituzionali in Georgia e Virginia fra 1839 e 1850; Dai compromessi costituzionali ai compromessi federali: la crisi del 1850; Lo strano caso della Nashville Convention)
Epilogo. Sull'orlo della secessione
Bibliografia
Indice dei nomi.