La misurazione della disuguaglianza economica

Approcci, metodi e strumenti

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 304,      1a edizione  2015   (Codice editore 364.190)

La misurazione della disuguaglianza economica. Approcci, metodi e strumenti
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 36,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891711335
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 25,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891721334
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Cosa si intende quando si parla di disuguaglianza economica? Disuguaglianza di cosa e tra chi? E come si misura? Come è possibile effettuare confronti congrui nel tempo o fra i diversi paesi? Queste sono solo alcune delle fondamentali domande alle quali il libro tenta di dare una risposta il più possibile esaustiva.

Presentazione del volume

La tematica della disuguaglianza economica in questi ultimi tempi di recessione è divenuta di grande rilevanza fra l'opinione pubblica ed ha riacquistato un forte interesse nel dibattito politico e accademico. È ben noto che tale fenomeno è in continua crescita in gran parte dei paesi occidentali e lo è, in modo particolare, nel nostro paese. A detta degli studiosi, l'Italia risulta il paese europeo con il livello di disuguaglianza più elevato, seconda sola al Regno Unito, accomunato con gli Stati Uniti da una tradizione di stato sociale poco esteso e sostanzialmente non in grado di incidere sul livello di disuguaglianza con manovre redistributive.
Ma cosa si intende esattamente quando si parla di disuguaglianza economica? Disuguaglianza di cosa e tra chi? E soprattutto, come si misura? Come è possibile effettuare confronti congrui nel tempo o fra i diversi paesi? Come cambia il livello di disuguaglianza al variare dei livelli di reddito nella distribuzione? Queste sono solo alcune delle fondamentali domande alle quali il libro tenta di dare una risposta il più possibile esaustiva. Affermazioni come quelle iniziali, nella stragrande maggioranza dei casi, traggono origini da studi che utilizzano solo un particolare indice, il coefficiente di Gini: la più popolare misura sintetica di disuguaglianza. La teoria della misurazione della disuguaglianza economica è, ovviamente, molto di più che questo semplice ed intuitivo strumento di misurazione.
Questo libro si prefigge l'obiettivo di descrivere e fornire al lettore che vuole andare "oltre" un quadro il più possibile completo dei vari approcci, delle differenti metodologie e degli innumerevoli strumenti alternativi che si hanno a disposizione quando si vogliono effettuare misurazioni e confronti fra i diversi modi in cui una risorsa economica è distribuita fra una collettività di individui.

Giuseppe Lanza è ricercatore di Economia Politica presso il Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative dell'Università degli Studi di Messina ed insegna Microeconomia e Scienza delle Finanze.

Indice

Introduzione
Parte I. Aspetti concettuali e metodologici
Questioni di metodo
(La variabile economica di riferimento; Definizione di reddito; L'unità temporale di riferimento; L'unità reddituale di riferimento e la redistribuzione familiare; Misurazioni e ordinamenti)
Le scale di equivalenza
(Confrontare i redditi familiari; Fondamenti teorici delle scale di equivalenza; Scale di equivalenza econometriche; Scale di equivalenza pragmatiche; Un esempio numerico)
La distribuzione dei redditi
(Descrizione della distribuzione dei redditi; La funzione di densità di frequenza; La funzione di densità cumulata; La curva di Lorenz; La parata di Pen e il calice della disuguaglianza; Distribuzioni teoriche)
Parte II. Ordinamenti di disuguaglianza
Ordinamenti parziali di disuguaglianza
(La disuguaglianza; Ordinamenti di disuguaglianza; Relazione tra gli ordinamenti di disuguaglianza)
Disuguaglianza e benessere
(Confronti di benessere: introduzione; Il criterio di Pareto; La funzione del benessere sociale; Relazione tra benessere e disuguaglianza; Curve di Lorenz generalizzate; Avversione alla disuguaglianza; La dominanza stocastica)
Ordinamenti completi di disuguaglianza
(Gli indici di disuguaglianza; Le misure derivate dalla curva di Lorenz; L'approccio normativo; L'approccio assiomatico)
Parte III. Effetti dei trasferimenti sulla disuguaglianza
Singoli trasferimenti di reddito
(Introduzione; Effetti di un singolo trasferimento di reddito; Notazione ed alcune precisazioni; Un risultato generale; Il benchmark per gli indici non posizionali; Il benchmark per gli indici posizionali; Una nuova misura dell'avversione alla disuguaglianza)
Trasferimenti inefficienti
(Introduzione; Disuguaglianza e inefficienza; Benessere e inefficienza; Trasferimenti monetari; Nota conclusiva)
Riferimenti bibliografici.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi