Il sistema di controllo interno nelle imprese non grandi

Elementi costitutivi, dimensioni soggettive e tendenze di integrazione

Contributi
Alessandra Allini, Simone Aresu, Maria Assunta Baldini, Francesca Bernini, Giovanni Bronzetti, Velia Gabriella Cenciarelli, Chiara Crovini, Federica De Santis, Giuseppe D'Onza, Luca Ferri, Clelia Fiondella, Gianluca Ginesti, Giulio Greco, Fabio La Rosa, Marco Maffei, Pierluigi Martino, Romilda Mazzotta, Andrea Melis, Romina Rakipi, Luigi Rombi, Rosanna Spanò, Claudia Zagaria, Annamaria Zampella
Livello
Dati
pp. 120,      1a edizione  2018   (Codice editore 10388.2)

Il sistema di controllo interno nelle imprese non grandi Elementi costitutivi, dimensioni soggettive e tendenze di integrazione
Tipologia: E-book
Possibilità di stampa:  Si
Possibilità di copia:  Si
Disponibilità Clicca qui per scaricare

Informazioni sulle pubblicazioni ad Accesso Aperto
Codice ISBN: 9788891767424

In breve

Sintesi del percorso di ricerca intrapreso dal gruppo di lavoro SIDREA su Governance e Controlli Interni, volto a favorire il confronto in merito alle tendenze di integrazione del sistema dei controlli aziendali, contemperando anche le neglette esigenze delle imprese non grandi.

Presentazione del volume

Questo volume rappresenta un primo momento di sintesi del percorso di ricerca intrapreso dal gruppo di lavoro SIDREA su Governance e Controlli Interni, volto a favorire il confronto in merito alle recenti tendenze di integrazione del sistema dei controlli aziendali, contemperando anche le neglette esigenze delle imprese non grandi.
La riflessione muoveva dalla consapevolezza che il Sistema di Controllo Interno (SCI) si qualifica come elemento fondante della corporate governance e catalizzatore di tutti i soggetti e le funzioni che contribuiscono al miglioramento della performance aziendale, la cui portata risulta però ancora limitata.
Difatti, il potenziale dello SCI pare ancora inespresso in ambiti aziendali ove le dimensioni più ridotte e controlli esterni meno pervasivi dovrebbero spostare il focus proprio sui costituenti interni del controllo e sulle necessità di integrazione delle attività, pena un'azione meno efficace e una copertura parziale dei rischi aziendali.
In tale prospettiva, lo scritto segnala la necessità di un sistema integrato che consenta di garantire l'adeguatezza delle modalità di controllo rispetto alle esigenze poste dai rischi da presidiare. Conseguentemente, obiettivo generale della ricerca è stato quello di realizzare un'omogenea identificazione e valutazione dei controlli nei diversi ambiti aziendali di applicazione, utile non solo all'identificazione ex post di sistemi caratterizzati da lacune o inefficienze, ma anche alla progettazione ex ante di modalità di controllo che presentino i requisiti minimi necessari.
Il focus del lavoro ha riguardato sia le dimensioni oggettive del controllo (i.e., management accounting, controllo di governance, controllo amministrativo contabile, compliance), sia la dimensione soggettiva dello stesso (i.e. dedicando attenzione agli attori di detti controlli). Ciò, al fine di osservare il sistema dei controlli come una sorta di matrice in cui la dimensione degli attori e quella delle componenti consentano di tenere conto degli aspetti strutturali e dinamici del controllo, nella direzione della creazione di valore (in senso ampio) e travalicando le consuete tendenze a ragionare riferendosi esclusivamente alla grande impresa.

Adele Caldarelli è professore ordinario di Economia Aziendale dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II".

Luciano Marchi è professore ordinario di Economia Aziendale dell'Università degli Studi di Pisa.

Indice

Prefazione
Alessandra Allini, Adele Caldarelli, Clelia Fiondella, Rosanna Spanò, Annamaria Zampella, Il management accounting fra teoria e prassi. Le esigenze emergenti
(Le medie imprese e il management accounting. Un inquadramento preliminare; Il management accounting convenzionale e contemporaneo; Il management accounting nella prospettiva della prassi; Il contributo del management accounting alla creazione di valore nelle medie imprese; Considerazioni conclusive; Bibliografia)
Luca Ferri, Gianluca Ginesti, Marco Maffei, Claudia Zagaria, Annamaria Zampella, Il management accounting nelle medie imprese. Logiche da integrare
(Inquadramento preliminare; Diffusione degli strumenti del management accounting nelle medie imprese; Il contributo del management accounting nelle medie imprese: profili strategici e operativi; Management accounting ed enterprise risk management: alcune possibili interrelazioni; Management accounting e internal audit: alcune possibili interrelazioni; Logiche da integrare; Bibliografia)
Andrea Melis, Simone Aresu, Luigi Rombi, Chiara Crovini, Il controllo di corporate governance nelle imprese non quotate
(Concetto e ruolo del controllo di corporate governance; Controllo di corporate governance ed informazione esterna d'impresa; Controllo di corporate governance e allineamento degli interessi; Controllo di corporate governance e decisioni strategiche; Osservazioni conclusive; Bibliografia)
Giuseppe D'Onza, Romina Rakipi, Fabio la Rosa, Francesca Bernini, Federica De Santis, Giulio Greco, Velia Gabriella Cenciarelli, Pierluigi Martino, I controlli sull'informativa aziendale
(Controlli amministrativo-contabili: definizione e perimetro; Il contributo dei controlli sull'informativa contabile al processo di creazione di valore; Le relazioni tra gli attori del controllo sull'informativa aziendale; Il controllo sull'informativa aziendale nelle PMI; Bibliografia)
Giovanni Bronzetti, Romilda Mazzotta, Maria Assunta Baldini, I controlli di compliance
(Introduzione; Il ruolo della compliance nell'ambito del controllo interno; La funzione di compliance; Il piano di compliance; I vantaggi e limiti del piano di compliance e relazioni/differenze delle funzioni di compliance e revisione interna; I soggetti coinvolti nella compliance; La compliance e la creazione di valore; Osservazioni conclusive; Bibliografia)
Autori e curatori.