PolisAnalisi

Per una clinica del sociale

Autori e curatori
Contributi
Girolamo Lo Verso, Corrado Pontalti
Collana
Livello
Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti
Dati
pp. 200,      2a edizione, nuova edizione  2020   (Codice editore 2001.146.1)

PolisAnalisi Per una clinica del sociale
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 16,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 16,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

La vita della polis è un insieme di fatti psichici, oggi sotto il dominio degli affetti, che costringono l’individuo nello schema “amico-nemico”, nella disperata ricerca di un significato stabile. Come cura il testo propone delle metodologie per ampliare le visioni e rieducarci ai limiti, così da ridurre la quota d’inquietudine nell’incontro con l’Altro, che deve essere invece vissuto come arricchimento e non come ostacolo. Un modo per mirare ad una cittadinanza vissuta in fiducia, reciprocità e cooperazione.

Presentazione del volume



Mi permetto di considerare la polisanalisi, nell'ampia accezione argomentata da Pergola, la più accurata rifondazione di una nuova psichiatria sociale. E ve ne è assoluta necessità per una epistemologia dell'essere persona entro nuove comunità. Corrado Pontalti

Chi è il mio nemico? Conflitti nei luoghi di lavoro e familiari, crisi climatica ed economica, xenofobie, estremismi, terrorismo e svalutazione delle istituzioni hanno concause psicologiche comuni.
Viviamo in un corpo sociale affetto da depressione mascherata da accelerazione. Impotenza, vergogna e angoscia sociale generano rancore e paranoia: per semplificare i conflitti li proiettiamo in avversari lontani, nemicalizzando l'altro perché solo così alcuni possono gestire la paura. Una paura che, nei libri di storia, è chiamata "potere", vero contrario dell'amore.
Analizziamo le radici psicologiche delle "patologie civili". Da un lato, ogni situazione politica è espressione di un vissuto psichico parallelo presente in milioni d'individui; dall'altro, ogni personalità è frutto del portato della storia e della configurazione sociale. La vita della polis (la città) è un insieme di fatti psichici, oggi sotto il dominio di affetti primitivi, che conducono a visioni del mondo ristrette nello schema "amico-nemico", per la disperata ricerca di un significato stabile.
Come cura proponiamo metodologie per ampliare le nostre risorse di significato, sviluppare visioni multidimensionali e rieducare ai limiti, così da vedere l'Altro come arricchimento e non come ostacolo. Una clinica per disegnare nuove regole di convivenza in ottica "win-win" e permettere un perdono laico, oltre la vendetta; per far divenire la polis uno spazio in cui, da cittadini consapevoli, mettiamo in comune doni e non muri, vivendo in fiducia, cooperazione e reciprocità.
L'uccisione dello straniero (dentro e quindi fuori di noi) è la psicopatologia; la cura è l'ascolto dei racconti dello straniero, per incontrare la nostra "Ombra" e scoprire che "l'Io è l'Altro". Perciò, iniziamo la lettura chiedendoci: che domanda poniamo all'Altro con la nostra storia e che domanda l'Altro ci pone con la sua?

Filippo Pergola, psicoterapeuta analista individuale e di gruppo. È ideatore e direttore della Scuola di Polisanalisi; presidente dell'Associazione di Psicoanalisi della Relazione Educativa APRE; direttore delle riviste International Journal of Psychoanalysis and Education, Subject e Action & Society; insegna Psicologia dello sviluppo e dell'educazione in varie università. Tra le numerose pubblicazioni: Alla ricerca delle in-formazioni perdute (2011) e Un insegnante quasi perfetto (2017, 2a edizione), entrambi editi da FrancoAngeli.

Video di presentazione

Indice

Girolamo Lo Verso, Prefazione
Introduzione. Una cura per lo spazio di convivenza
Gruppo, individuo, società
(Lo sviluppo personale; Il gruppo; Universi simbolici e capitale semiotico)
Il nemico è l'Altro
(Le xenofobie; Gli estremismi; Le vittime, la vendetta, il perdono)
Tra ecocidio e gratitudine
(Dalla hybris all'intelligenza ecologica; Verso la gratitudine)
Economia "win-win"
(Dal consumismo alla civiltà dell'empatia; Un esempio: il microcredito)
Prevenzione e recupero: scuola e clinica
(La scuola crisalide per una metamorfosi; Nuovi curanti per nuovi luoghi della cura)
Conclusione. L'importante è la rosa
Corrado Pontalti, Postfazione. Pensieri in libertà a fine lettura
Bibliografia.




  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura

    Pubblicazioni in Open Access


    Pubblicità