Bambini digitali?

Cosa significa davvero mettere in mano ai nostri piccoli cellulari e device. Rischi e opportunità da 0 a 6 anni

Autori e curatori
Collana
Livello
Guide di autoformazione e autoaiuto
Dati
pp. 132,      1a edizione  2020   (Codice editore 239.342)

Bambini digitali? Cosa significa davvero mettere in mano ai nostri piccoli cellulari e device. Rischi e opportunità da 0 a 6 anni
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

Siamo sicuri di volere un bambino digitale sempre con il cellulare in mano? Un bambino che viva il rapporto con il mezzo tecnologico come se fosse un partner sociale? L’Autrice, rivolgendosi a genitori, educatori e insegnanti, mette in luce alcuni concetti base che riguardano lo sviluppo dei bambini da 0 a 6 anni (come l’attaccamento, la sensibilità materna, la cultura dei pari, lo scaffolding, l’empatia) e li inserisce nel quadro dell’uso eccessivo delle tecnologie per approfondire i percorsi di rischio nello sviluppo delle relazioni quotidiane.

Presentazione del volume

Siamo sicuri di volere un bambino digitale sempre con il cellulare in mano? Un bambino che viva il rapporto con il mezzo tecnologico come se fosse un partner sociale?
Madri che allattano mentre usano cellulari (brexting) o interazioni genitori-figli interrotte dalle tecnologie (technoreference) sono solo alcuni dei comportamenti che, secondo recenti ricerche, possono aumentare il disagio infantile: i genitori, ignorando le richieste dei piccoli, mettono a rischio la loro integrità fisica e la loro sicurezza emotiva.
Non solo. L'uso frequente e costante di smartphone e tablet da parte di bambini in età precoce può alterare lo sviluppo della loro capacità di controllo delle emozioni, dell'empatia e della prosocialità.
Ancora. Dopo il lockdown, gli insegnanti hanno osservato che i loro allievi non sapevano più stare insieme e avevano dimenticato come si giocasse con gli altri, rilevando che l'uso delle tecnologie, per quanto utile, non può essere un sostituto della relazione sociale.
L'Autrice, allora, rivolgendosi a genitori, educatori e insegnanti, mette in luce alcuni concetti base che riguardano lo sviluppo dei bambini da 0 a 6 anni (come l'attaccamento, la sensibilità materna, la cultura dei pari, lo scaffolding, l'empatia) e li inserisce nel quadro dell'uso eccessivo delle tecnologie per approfondire i percorsi di rischio nello sviluppo delle relazioni quotidiane.
Nel volume vengono quindi suggerite condotte utili nella triangolazione genitore/educatore-bambino-tecnologia per evitare gli errori di comportamento che possono perturbare lo sviluppo infantile. L'avvertimento che scaturisce dall'Autrice ma anche da ricercatori, psicologi e pediatri è forte e chiaro: cerchiamo di non ignorarlo.

Maria Luisa Genta, professore ordinario di Psicologia dello sviluppo e dell'educazione presso l'Università degli Studi di Bologna, ha pubblicato articoli e saggi sul rapporto madre-bambino nei primi mesi di vita, sulla socializzazione in età prescolare e scolare, sulle dinamiche di aggressività nei gruppi di pari. Nel 2019 ha ricevuto il premio SWAP-v Award per il contributo delle sue ricerche. Per i nostri tipi, segnaliamo il recente Adolescenti in trappola. Come aiutarli a muoversi tra i rischi e le opportunità che offre la rete (2019).

Indice

Introduzione
La relazione madre-bambino e l'uso dei dispositivi digitali nei primi anni di vita
(Come la psicologia dello sviluppo ha visto la relazione madre-bambino nelle prime fasi della vita; Leggere la qualità della comunicazione madre-bambino nel primo anno di vita; La triangolazione madre-bambino-media digitali nei primi anni di vita: verso un "cyber-baby"?; L'uso frequente dei dispositivi digitali è nocivo per lo sviluppo dei bambini nei primi anni di vita?; Alcuni punti conclusivi)
L'uso dei dispositivi digitali nei bambini fino a 6 anni
(La relazione adulto-bambino e la triangolazione bambino-media digitali-genitore: il concetto di "scaffolding" e le narrazioni; Favorire l'espressione di emozioni e di affetti; L'uso dei media digitali nella vita quotidiana dei bambini: i genitori vogliono un cyber-baby?; L'uso dei dispositivi digitali può essere un fattore di rischio per lo sviluppo dell'empatia e della prosocialità dei bambini?)
Le relazioni faccia-a-faccia con bambini e adulti in un mondo digitale
(I concetti della psicologia sulle relazioni dei bambini con i coetanei e le persone familiari; L'uso dei dispositivi digitali nei bambini in età prescolare; L'aggressività digitale nei bambini: il cyberbullismo in età prescolare e il ruolo dell'empatia)
Conclusioni. Da 0 a 6 anni, i dispositivi digitali sono come partner sociali?
Bibliografia
Glossario.