L'efficacia della comunicazione strategica negli studi di economia aziendale

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 240,      1a edizione  2021   (Codice editore 376.16)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

L'efficacia della comunicazione strategica negli studi di economia aziendale
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 27,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788835115236
Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Dopo una sintetica presentazione dei “principi” che sono alla base del sistema operativo aziendale e di quello informativo, il volume affronta l’esame del principio della comunicazione aziendale di tipo strategico, sottolineandone le caratteristiche e i limiti, per poi analizzare i fenomeni persuasivi e manipolatori del processo comunicazionale e gli effetti provocati dall’intelligenza emotiva sui fattori aziendali di successo.

Presentazione del volume

Dopo una sintetica presentazione dei "principi" che sono alla base del sistema operativo aziendale e di quello informativo, il lavoro affronta l'esame del principio della comunicazione aziendale di tipo strategico, sottolineandone le caratteristiche e i limiti, per poi iniziare la trattazione analizzando, dapprima, i fenomeni persuasivi e manipolatori del processo comunicazionale; di seguito, gli effetti provocati dall'intelligenza emotiva (componente fondamentale dell'intelligenza globale) sui fattori aziendali di successo.
Dopo un breve inquadramento giuridico dei flussi informativi che alimentano il processo di trasmissione e dopo aver analizzato gli effetti della trasformazione digitale sulla comunicazione strategica, il lavoro prosegue con la considerazione dell'importanza delle componenti socio-psicologiche e filosofiche sul medesimo processo comunicativo.
Si passa, di seguito, ad esaminare la "leadership comunicativa", quale nuovo modo di comunicare basato sull'ascolto attivo ed empatico, entrando poi nel merito della comunicazione strategica che affronta, preliminarmente, l'inquadramento del processo di trasmissione dei dati nell'ambito del sistema informativo aziendale, che coinvolge sia i soggetti interni che quelli esterni (e, in minima parte, quelli estranei).
Il lavoro si conclude con la presentazione delle forme generiche e specifiche di comunicazione (da quella istituzionale a quella economico-finanziaria, da quella gestionale a quella commerciale), con l'attività controllistica e con gli eventuali interventi correttivi.

Giuseppe Paolone è Professore Straordinario di Economia Aziendale nell'Università Telematica "Pegaso" ed è Rettore Vicario nel medesimo Ateneo.

Indice

Considerazioni introduttive
La comunicazione strategica in generale: caratteristiche e limiti
(La comunicazione, nella sua definizione e nel suo linguaggio di trasmissione dei messaggi; Lo scambio strategico delle informazioni nel processo comunicazionale; L'emissione e il ritorno delle informazioni in modo strategico; Le azioni manipolatrici e persuasive nella comunicazione strategica (primi cenni))
La "persuasione" e la "manipolazione" nel processo comunicazionale
(Introduzione; L'azione persuasiva nella comunicazione strategica; I segreti della comunicazione persuasiva; I basilari principi della comunicazione persuasiva; Le più importanti tecniche di persuasione; L'azione manipolatrice nella comunicazione strategica; Le principali tecniche utilizzabili per manipolare la mente; La conoscenza complementare del linguaggio del corpo
(cenni e rinvio))
L'intelligenza emotiva e la comunicazione assertiva
(Introduzione; L'intelligenza emotiva influente sui fattori aziendali di successo; Le altre intelligenze concorrenti a definire l'intelligenza globale; L'assertività, nella sua capacità di trasmissione dei sentimenti; Le principali tecniche tese al miglioramento dell'assertività; L'assertività in ambito lavorativo e professionale; La gestione dei conflitti e la capacità di ascolto)
L'inquadramento giuridico dell'informazione e della comunicazione aziendale
(Introduzione; La natura e limiti del diritto all'informazione; La comunicazione aziendale, nella sua evoluzione e nella sua collocazione giuridica (cenni))
Gli effetti della trasformazione digitale sulla comunicazione strategica aziendale
(Introduzione; L'impatto della trasformazione digitale sui modelli di business; L'ecosistema delle relazioni aziendali nelle loro fasi di realizzazione; Le caratteristiche e gli obiettivi della comunicazione digitale; L'esperienza digitale raccontata dal fondatore di una titolata Università Telematica)
L'importanza delle componenti socio-psicologiche e filosofiche nel processo comunicazionale
(Introduzione; La comunicazione sociale, nei soggetti promotori, negli strumenti e nelle modalità applicative; L'approccio psicologico della comunicazione nello scambio dei contenuti cognitivi ed emotivi; La filosofia del linguaggio nella interazione tra comunicazione e cognizione (cenni))
La leadership comunicativa orientata al perseguimento delle finalità aziendali
(Introduzione; Le capacità pratiche e ispiratrici di un leader aziendale nel processo comunicativo; L'efficacia delle tecniche comunicative per la gestione dei gruppi aziendali; L'abilità nel riconoscere e gestire la "comunicazione conversativa" nei gruppi; L'analisi e l'ampliamento delle competenze comunicative del leader di un team; L'ecologia della comunicazione e l'identificazione della predisposizione emotiva; L'individuazione e l'adozione degli strumenti (e delle tecniche) idonei a rendere efficace la direzione di un gruppo; Le strutture organizzative orientate al perseguimento di prefissati obiettivi di successo)
L'ecologia della comunicazione basata su alcuni "aforismi"
La comunicazione aziendale di tipo strategico
(Introduzione; Il sistema informativo aziendale e il relativo processo comunicazionale; La comunicazione interna ed esterna al sistema aziendale; Le forme generiche e specifiche di comunicazione aziendale variabili in relazione ai diversi fruitori finali; La "conoscenza", presupposto fondamentale per una efficace comunicazione aziendale; Il controllo del processo comunicativo e gli eventuali interventi correttivi)
Considerazioni conclusive
Bibliografia.