La Terra d'Abruzzo e la sua gente

Libro sussidiario per la cultura regionale per le classi III, IV e V elementare

Autori e curatori
Contributi
Roberto Almagià, Edoardo Puglielli
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 264,      1a edizione  2022   (Codice editore 292.2.161)

La Terra d'Abruzzo e la sua gente Libro sussidiario per la cultura regionale per le classi III, IV e V elementare
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 36,00
Disponibilità: Buona




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788835136347
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 31,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788835140191
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Il volume ripropone il “Libro sussidiario per la cultura regionale”, per le classi terza, quarta e quinta elementare, dal titolo La terra d’Abruzzo e la sua gente (1925). Redatto da Umberto Postiglione (1893-1924), il testo si caratterizza non solo per l’assenza della retorica nazionalista e bellicista tipica di quegli anni, ma anche per la particolare attenzione rivolta al mondo del lavoro, alle condizioni dei ceti popolari, alla cultura operaia e contadina, alle principali trasformazioni economico-sociali che nel corso della storia hanno strutturato gli insediamenti umani e il territorio regionale.

Presentazione del volume

Il "Libro sussidiario per la cultura regionale" per le classi terza, quarta e quinta fu introdotto con il riordinamento dell'istruzione elementare operato nell'ambito della riforma attuata nel 1923 dal ministro Giovanni Gentile, e rimase in uso fino all'anno scolastico 1929-30. Il testo La terra d'Abruzzo e la sua gente (Paravia, Torino 1925) fu redatto da Umberto Postiglione (1893-1924), già dirigente del movimento anarchico e operaio negli USA (1911-1917), poeta dialettale, maestro elementare, studioso dell'idealismo tedesco, del pensiero politico di Élisée Reclus e di Pëtr Kropotkin, della filosofia di Ralph Waldo Emerson, della pedagogia di Omar Dengo, della teologia di Rabindranath Tagore, del cristianesimo di Lev Tolstoj. Il testo di Postiglione si caratterizza non solo per l'assenza della retorica nazionalista e bellicista tipica di quegli anni, ma anche per la particolare attenzione rivolta soprattutto al mondo del lavoro, alle condizioni di vita dei ceti popolari, alla cultura operaia e contadina, alle principali trasformazioni economico-sociali che nel corso della storia hanno strutturato gli insediamenti umani e il territorio regionale, rappresentando così un'interessante fonte per la storia dell'istruzione e dell'editoria scolastica.

Edoardo Puglielli
è docente di Filosofia e Scienze umane nella scuola secondaria di secondo grado e dottore di ricerca in Pedagogia. È stato titolare di assegno di ricerca triennale presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi Roma Tre. Si occupa di Storia della scuola, della pedagogia e dell'educazione.

Indice

Edoardo Puglielli, Introduzione. Note su La terra d'Abruzzo e la sua gente (Paravia 1925). Libro sussidiario per la cultura regionale per le classi terza, quarta e quinta elementare redatto da Umberto Postiglione
Roberto Almagià, Presentazione
Umberto Postiglione, La terra d'Abruzzo e la sua gente.