Le nostre spedizioni verranno sospese per la pausa estiva dal 27 luglio al 21 agosto (inclusi). Buone vacanze!
Facciamo un patto!

A cura di: Virginia Meo, UNICEF Italia

Facciamo un patto!

I patti educativi di comunità e la partecipazione delle ragazze e dei ragazzi

Nel mondo circa la metà delle bambine, dei bambini e degli adolescenti non ha accesso a un’educazione adeguata: la povertà educativa minorile lede il diritto delle ragazze e dei ragazzi a realizzare pienamente le proprie potenzialità. Con Lost in Education si è sperimentata una strategia volta ad attivare processi virtuosi di co-progettazione di comunità insieme agli adolescenti.

Pagine: 160

ISBN: 9788835140696

Edizione:1a edizione 2022

Codice editore: 10613.1

Informazioni sugli open access

Nel mondo circa la metà delle bambine, dei bambini e degli adolescenti non ha accesso a un'educazione adeguata e non sta sviluppando le competenze di cui avrebbe bisogno per affrontare un futuro dai contorni ancora sfocati.
La diffusione della DAD durante la pandemia di COVID-19 ha acuito diseguaglianze preesistenti e aumentato il rischio di povertà educativa e dispersione scolastica.
Per UNICEF, la povertà educativa minorile lede il diritto delle ragazze e dei ragazzi ad avere una educazione di qualità e a realizzare pienamente le proprie potenzialità.
Con Lost in Education, selezionato dall'impresa sociale Con i Bambini nell'ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, si è sperimentata una strategia di attivazione di Comunità Educanti Intenzionali basate su tre pilastri:
1) ascolto e partecipazione delle ragazze e dei ragazzi;
2) riconoscimento, attivazione e consapevolezza della responsabilità educativa degli attori della comunità;
3) scuola come attore sociale che governa il processo educativo di comunità.
Per fare ciò si è scelto di partire dallo sguardo delle ragazze e dei ragazzi, riconosciuti sin da subito come i pontieri tra scuola e comunità, per individuare insieme a loro il paesaggio educativo, ovvero gli attori, gli spazi, i luoghi simbolici da loro percepiti come educanti. È stato l'avvio di azioni trasformative in cui l'esperienza, i bisogni, le conoscenze delle ragazze e dei ragazzi fossero messi al centro, con la finalità di attivare processi virtuosi di co-progettazione di comunità insieme agli adolescenti.

Il Comitato Italiano per l'UNICEF - Fondazione Onlus si adopera per i diritti e il benessere dei minorenni in tutto il mondo, Italia compresa, sostenendo gli obiettivi, le politiche e i programmi dell'UNICEF, mediante la promozione dei diritti dell'infanzia e l'attività di raccolta fondi nel territorio italiano.

Virginia Meo
, progettista sociale e educatrice, coordina l'ufficio di progettazione del Comitato Italiano per l'UNICEF. Esperta di progettazione partecipata e animazione di comunità, si occupa anche di economia solidale e innovazione sociale.

UNICEF Italia
Con i Bambini
Arciragazzi
Piano dell'opera
Ringraziamenti
Virginia Meo, Il progetto Lost in Education
(I caratteri del progetto; I tre pilastri della Teoria del cambiamento; La comunità educante intenzionale; Bibliografia)
Laura Simonetti, Educare ai Diritti dell'infanzia e dell'adolescenza
(La CRC: una sfida educativa da cogliere e realizzare; L'art. 29 della CRC; Ascolto e partecipazione delle ragazze e dei ragazzi; Bibliografia)
Costruire le competenze
(Raffaele Mantegazza, Imparare dalla/nella relazione; Andrea Tommasini, Far emergere competenze nel settore educativo non formale e informale: le life skill in Lost in Education; Nicola Mangini, Life skill: gruppi vulnerabili e coaching; Bibliografia)
Apprendere nella comunità
(Carlo Cellamare, Partecipazione e organizzazione del processo; Virginia Meo, Riconoscere il capitale educativo della comunità; Fausto Napolitano, L'uso delle piattaforme digitali nella costruzione delle mappe; Bibliografia)
Attivare comunità educanti
(Marco Rossi-Doria, Sfide e prospettive delle comunità educanti; Eva Fedi, Le scuole, la comunità, le ragazze e i ragazzi: la scoperta delle realtà territoriali e degli spazi; Virginia Meo, I patti educativi di comunità; Bibliografia)
Valentina Ghibellini, Andrea Vargiu, Valutare la trasformazione attesa: il processo partecipato di valutazione di impatto del progetto Lost in Education
(Valutazione: un termine per molti significati; Povertà educativa e comunità educante; Mandato valutativo e disegno della ricerca; Oltre il mandato: le aree da valutare di Lost in Education; Bibliografia)
Conclusioni
Appendice
Autrici e autori.

Contributi: Carlo Cellamare, Eva Fedi, Valentina Ghibellini, Nicola Mangini, Raffaele Mantegazza, Fausto Napolitano, Marco Rossi-Doria, Laura Simonetti, Andrea Tommasini, Andrea Vargiu

Collana: Grex - Scienze sociali, solidarietà, formazione - Open Access

Argomenti: Sociologia

Potrebbero interessarti anche