Le nostre spedizioni verranno sospese per la pausa estiva dal 27 luglio al 21 agosto (inclusi). Buone vacanze!
Stampa e opinione pubblica nel Risorgimento

Bartolo Gariglio

Stampa e opinione pubblica nel Risorgimento

La «Gazzetta del popolo» (1848-1861)

Edizione a stampa

35,00

Pagine: 240

ISBN: 9788820422202

Edizione: 1a edizione 1987

Codice editore: 172.2

Disponibilità: Fuori catalogo

La "Gazzetta del popolo" il giornale di gran lunga più diffuso del Risorgimento a livello nazionale, rappresenta forse l'unico esempio davvero riuscito di quotidiano "popolare" nel nostro paese. Punto d'incontro di personaggi dì grande rilievo della storia dell'Ottocento, in campo politico si caratterizza per il passaggio da iniziali simpatie giobertiane all'appoggio a Cavour. Ciò ebbe riflessi anche sul piano religioso: dopo il fallimento del "mito neoguelfo", le posizioni del quotidiano vennero evolvendo verso uno spiccato anticlericalismo di matrice politica, non privo tuttavia di simpatie per un cristianesimo evangelico e democratico, depurato delle scorie del temporalismo e del clericalismo.

Vivace fu pure l'impegno del quotidiano in ambito sociale: esso svolse, infatti, una importante funzione propulsiva e di coordinamento nei confronti dell'intero movimento delle società di mutuo soccorso dello Stato sardo. Attraverso lo studio della "Gazzetta" l'autore fornisce una mappa pressoché completa di tali associazioni, ne chiarisce le dinamiche interne, ne pubblica i bilanci.

Bartolo Gariglio è ricercatore presso la Facoltà di Scienze Politiche di Torino. Si è a lungo occupato di problemi di storia dei movimenti politico - sociali e religiosi, con particolare riferimento al mondo cattolico: In questo ambito, oltre a numerosi saggi, ha pubblicato, Cattolici democratici e clerico - fascisti, Bologna 1976. Ha inoltre curato Introduzione alla storia del movimento cattolico in Italia, Bologna 1979 (in collaborazione con Ettore Passerin d'Entrèves), e presso l'editore Franco Angeli, Cristiani in politica, Milano 1987. Da alcuni anni è venuto rivolgendo la sua attenzione alle correnti politico - culturali e sociali del Risorgimento Italiano.

Introduzione
1. Prima e dopo Custoza
2. La «Gazzetta», Gioberti e Cavour
3. L'anticlericalismo del giornale
4. Dopo Novara
5. L'evoluzione dell'atteggiamento del giornale nei confronti di Vittorio Emanuele Il e in politica estera
6. L'irrigidimento delle posizioni anticlericali del giornale
7. Il dibattito sul trattato di pace e il proclama di Moncalieri
8. La polemica contro la stampa clerico - conservatrice e mazziniana
9. Alcune proposte ideologiche
10. Gli operai e l'istruzione
11. Dalla fabbrica alla città
12. Associazioni operaie, classe dirigente liberale e mondo cattolico
13. I bilanci delle società operaie
14. Ancora sulla società operaia di Torino
15. Una letteratura del «self - help» nel Piemonte sabaudo?
16. I problemi dell'industrializzazione nella Libera Propaganda e nella «Gazzetta del popolo»
17. Le opere «morali»
18. Un dizionario politico per il popolo
19. Scritti a carattere culturale e professionale
Appendice
Indice dei nomi


Contributi:

Collana: Centro studi Carlo Trabucco

Argomenti: Storia del giornalismo e delle comunicazioni di massa

Livello: Studi, ricerche