Le nostre spedizioni verranno sospese per la pausa estiva dal 27 luglio al 21 agosto (inclusi). Buone vacanze!
La professione militare oggi

A cura di: Alessandro Gobbicchi

La professione militare oggi

Caratteristiche sociali e nuovo contesto geopolitico

Edizione a stampa

33,00

Pagine: 320

ISBN: 9788820485061

Edizione: 1a edizione 1995

Codice editore: 1550.2

Disponibilità: Esaurito

Come dimostrano gli innumerevoli conflitti in atto sulla scena mondiale, l'azione diplomatica spesso non è sufficiente a risolvere situazioni di volta in volta più complesse .

È necessaria sempre più la presenza sul campo di uomini che si facciano portavoce delle istanze della comunità internazionale, che operino attivamente per porre termine ai conflitti o per limitarne la portata.

Ma qualsiasi azione in zona di guerra richiede la presenza di professionisti preparati a fronteggiare la violenza.

L'impiego delle Forze armate diventa quindi necessario in quelle missioni che vanno sotto il nome di peace-keeping.

In questo contesto cambiano le caratteristiche del militare professionista, che non è più l'uomo di guerra ma, pur rimanendo sempre combat ready, si configura come individuo capace di interpretare realtà differenti a seconda del contesto nel quale opera; in grado di decidere se e quando impiegare la forza e fino a quale livello.

Diversamente dal militare della deterrenza, pronto a colpire a distanza in base a disposizioni programmate, il professionista di oggi deve essere preparato a decidere sul campo, ad agire autonomamente non per uccidere, ma per salvare vite umane.

A differenza del militare di ieri, egli opera ora "in mezzo" e non "di fronte", "a favore" e non "contro" gli altri.

Il volume raccoglie le relazioni presentate ad un convegno organizzato dall'Accademia Navale sui nuovi aspetti della professione militare e propone un panorama tra i più aggiornati disponibili oggi a livello internazionale.

• Prefazione, di Fabrizio Battistelli

• Introduzione. La professione militare nell'era del peacekeeping, di Alessandro Gobbicchi

• Parte prima - Prospettive di studio
* Democrazia e legittimazione delle Forze armate alla fine del XX secolo, di Maria Carrillo
* La teoria della civilizzazione di Norbert Elias: un contributo per la sociologia del peace-keeping, di Maria Luisa Maniscalco
* Missioni internazionali e nuovi compiti delle Forze armate, di Guido Sertorio
* L'evoluzione delle relazioni civili-militari nell'Europa Centrale e Orientale, di Anton Bebler
* La nuova sfida dell'ordine mondiale: una prospettiva organizzativa, di Hans Geser
* Professione militare e "conoscenza" nella società post-industriale, di Gian Paolo Prandstraller
* Lo sviluppo di una forza militare postmoderna: vincoli strategici, organizzativi e sociali, di James Burk

• Parte seconda - Ricerche
* Il peace-keeping nuova frontiera del militare, di Fabrizio Battistelli
* Indagine comparativa sulla professione di ufficiale. Specificità di Forza annata, di Giuseppe Caforio, Marina Nuciari
* Recenti tendenze dell'opinione pubblica sulle questioni militari, di Fatima Farina
* Dinamiche sociali interne ed esterne all'istituzione militare nel nuovo contesto geopolitico, di Gianfranco Gasperini
* "Dietro Front" - Una ridefinizione della missione dell'esercito tedesco, di Jurgen Kuhlmann
* Le donne in divisa: quale contributo al rinnovamento




dell'istituzione militare?, di Rossella Savarese
* Processi di mutamento e adattamento nelle Forze armate spagnole, di Jesùs Ignacio Martinez Paricio
* La formazione in vista della professione. Sviluppo di alcune forme di coesione tra gli allievi dell'Accademia Navale, di Alessandro Gobbicchi
* Scheda informativa sull'Accademia Navale



Contributi: Fabrizio Battistelli, Anton Bebler, James Burk, Giuseppe Caforio, Maria Carrilho, Fatima Farina, Hans Gaser, Gianfranco Gasperini, Jurgen Kuhlmann, Maria Luisa Maniscalco, Jesus I. Martinez Paricio, Marina Nuciari, Gian Paolo Prandstraller, Rossella Savarese, Guido Sertorio

Collana: Sociologia Militare

Argomenti: Politica estera, relazioni internazionali - Sociologia economica, del lavoro e delle organizzazioni

Livello: Studi, ricerche

Potrebbero interessarti anche