Le voci del silenzio

L'ascolto nella comunicazione interpersonale

Autori e curatori
Contributi
Luana Congedo, Eugenia Pelanda
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 224,   figg. 8,  2a ristampa 2000,    1a edizione  1999   (Codice editore 1240.153)

Le voci del silenzio. L'ascolto nella comunicazione interpersonale
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 29,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846415882

Presentazione del volume

Si comunica attraverso la voce e la scrittura, i gesti, l'aspetto esteriore, il vestito, ma anche attraverso il silenzio.

Partendo da sollecitazioni inusuali - pittura, musica, letteratura - l'autore esplora i diversi territori del "pianeta comunicazione": lavoro, famiglia, vita privata. Il libro si basa su due convinzioni: che l'aspetto più importante del comunicare interpersonale sia l'ascolto degli altri, di se stessi, dei propri e degli altrui contesti e che il piano culturale (miti e allegorie, per esempio) si intrecci strettamente con la dimensione di quotidianità operativa - emozionale e razionale - che caratterizza la vita di tutti noi.

Il libro è frutto di anni di ricerca e di insegnamento in ambiti aziendali, sindacali e del servizio pubblico e costituisce un contributo culturale con risvolti di utilità pratica e operativa.

Silvio Morganti (Milano, 1949), psicologo. È consulente aziendale e insegna psicologia della comunicazione presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano.

Indice


Eugenia Pelanda, Presentazione
Parte I. Le voci del silenzio. Dal sogno alle città dell' "essere" e del "fare"
Il villaggio
Risveglio
Metafore musicali
Il Castello
Diavoli e ombre
Gli scherzi del comunicare
I territori del comunicare: l'organizzazione
Intermezzo creativo
I territori del comunicare: la selezione del personale
I territori del comunicare: la formazione del personale
Parte II. Uno sguardo, una stretta di mano, un sorriso
Luana Congedo , Elementi di comunicazione analogica e non verbale
(Abiti, maschere e "bolle d'aria; Il gesto e la voce; Essere assertivi per parlare in pubblico)