La società incompiuta

Teoria sociale e sviluppo nel socialismo africano

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 128,      1a edizione  2001   (Codice editore 1944.8)

La società incompiuta. Teoria sociale e sviluppo nel socialismo africano
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 18,50
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846425966

Presentazione del volume

A quarant'anni di distanza dall'era della decolonizzazione in Africa, constatiamo drammaticamente il fallimento delle politiche di sviluppo sino ad oggi sperimentate. Il quadro contemporaneo si presenta denso di contraddizioni: a processi che manifestano la tendenza verso la democratizzazione della vita politica, la ripresa di vitalità della società civile e il miglioramento di alcuni indicatori dell'economia, se ne affiancano altri che invece segnalano la recrudescenza dei conflitti etnico-nazionali e religiosi e il peggioramento delle condizioni di miseria per molti popoli del continente.

C'è stato un momento, nella storia recente dell'Africa - tra l'altro largamente sconosciuta ai più, qui in Italia - in cui i tremendi problemi del sottosviluppo sono stati affrontati non solo secondo le prospettive dell'economia e, diremmo oggi, della globalizzazione dei mercati e delle esistenze, ma soprattutto ponendo con determinazione la questione di fondo, cioè quella della costruzione della società. Con l'indipendenza si crearono gli stati, ma il problema della società africana, completamente stravolta dall'esperienza della colonizzazione, rimaneva del tutto irrisolto. Come dovevano essere governati i processi di cambiamento che avevano segnato, in modo disordinato e talvolta traumatico, le condizioni di vita dei popoli africani e le basi culturali e valoriali da cui traevano legittimità? Come ricostruire il senso del vivere sociale, del produrre, del governare là dove era prevalente la frammentazione, la dipendenza, l'alienazione?

Nel decennio successivo all'Anno dell'Africa (1960) il Socialismo Africano ha costituito - in quanto corrente di pensiero e sperimentazione politica -, una risposta al problema della società, prima ancora che a quello del sottosviluppo. In questo libro si approfondisce l'esperienza del Socialismo Africano perché esso ha costituito un laboratorio in cui il pensiero sociale doveva farsi prassi politica, in ragione delle drammatiche urgenze del presente. Piuttosto che degli esiti storici della sua breve esistenza, in questo volume si descrivono i caratteri di "sociologia naturale" del Socialismo Africano, il tentativo di individuare un principio di integrazione sociale che armonizzasse i valori dell'Africa pre-coloniale e gli elementi socio-culturali della nuova situazione.

Non si tratta di una ricostruzione storiografica e politologica di eventi passati, ma di una riflessione condotta direttamente sui testi delle opere dei più noti intellettuali dell'epoca, per comprendere più a fondo lo stretto legame che passa tra le ragioni dello sviluppo e le condizioni sociali della sua possibilità; sebbene le società africane restino, ancora oggi, largamente incompiute , del socialismo africano e dei suoi limiti deve esser colta - in senso critico - la dimensione fondativa dell'esperienza sociale e l'eredità intellettuale che, nel bene o nel male, è ormai acquisita nelle nascenti scienze sociali africane.

Andrea Salvini è docente di Servizio Sociale presso l'Università di Pisa e dottore di ricerca in sociologia dello sviluppo. Ha pubblicato diversi saggi sui temi dello sviluppo ( Crisi dello sviluppo e scienze sociali in Africa , 1993), delle generazioni ( Oltre il disagio: Adolescenza, cambiamento, età della vita , 1994), del servizio sociale ( Progettare in rete , 1996) e della famiglia ( Famiglie e statistiche ufficiali. Elementi di sintesi , 1999) e su aspetti sociologici di carattere generale ( La divisione del lavoro , 1995).

Indice


Africanità e socialismo africano: i quadri culturali di riferimento
(Il socialismo africano come teoria sociale; Le possibilità di un'epistemologia africana: le reazioni all'etnocentrismo di matrice occidentale; Linee di continuità e discontinuità nella tradizione intellettuale africana. Il problema della ricerca dell'identità)
La natura del socialismo africano
(Socialismo, socialismi. Una tipologia; Dal "Panafricanismo" al "Coscientismo". Il socialismo classico di K. Nkrumah; Negritudine e socialismo. Senghor e lo sviluppo teorico nell'Africa francofona; Ujamaa. Il socialismo di J. Nyerere; L'evoluzione verso la società socialista: la nuova società)
Socialismo africano e teoria sociale: aspetti contraddittori e problematiche aperte
(Il socialismo africano come "sociologia naturale"; La difficile traduzione della teoria in prassi)
Nuovi percorsi
(Il socialismo come auto-fiducia; Il socialismo come profezia rivoluzionaria; Epilogo. La fatica della società)
La società incompiuta
(La crisi del socialismo in Africa; La duplice debolezza teorica del socialismo africano; Socialismo, sviluppo, società).