Mobilità, modelli insediativi ed efficienza territoriale

Contributi
Lucio Cogato, Maria Cristina Gibelli, Giorgio Goggi, Nathalie Lachance, Federico Martellosio, Paola Pucci, Vito Redaelli, Paolo Rigamonti, Eleonora Usuelli, Paola Villani
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 144,      1a edizione  2001   (Codice editore 302.4)

Mobilità, modelli insediativi ed efficienza territoriale
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 30,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846433350

Presentazione del volume

Nei sistemi urbani moderni il tema della mobilità vede accelerare la sua tradizionale importanza e centralità nella pianificazione territoriale per effetto, da una parte, delle esigenze di una domanda di trasporto, di persone e di merci, in continua espansione e della necessità di un allargamento delle accessibilità territoriali a spazi in precedenza periferici, e dall'altra dell'evidenza di vistosi fenomeni di esternalità negative, rischiose irreversibilità, insostenibili interazioni cumulative con i processi di espansione insediativa.

Per questo, appaiono quanto mai necessarie riflessioni innovative, scevre da pregiudizi di valore, orientate alla misura e alla previsione piuttosto che alla giustapposizione di ricette preconfezionate e soprattutto attente a interpretare correttamente e approfonditamente le novità che gli attuali processi di sviluppo territoriale ci mostrano in modo tanto eclatante quanto solo apparentemente comprensibile.

Servono dunque nuove analisi e nuove misure, direttamente riferite ai costi collettivi del nuovo modello insediativo che sembra imporsi nei paesi europei e in Italia, e i lavori elaborati e raccolti in questo volume rappresentano un contributo esplicito in questo senso. L'ipotesi sottostante è che esistano gradi di libertà sufficienti per indirizzare in un senso accettabile e sostenibile una tendenza alla dispersione insediativa difficilmente negabile e contrastabile.

Il primo contributo qui presentato, di Anna Moretti e altri, interpreta analiticamente l'evoluzione dei sistemi urbani della pianura padana attraverso l'interazione fra morfologie insediative, offerta infrastrutturale e domanda di mobilità, dove il modello di organizzazione policentrica viene individuato come il modello verso cui tendono tutte le strutture insediative regionali analizzate, con le specificità tipiche di ciascun sistema. Un modello a forte primazia della metropoli centrale viene invece intravisto in alcune scelte infrastrutturali attuate da due sistemi urbani a confronto, quello milanese e quello parigino: l'indagine di Gian Paolo Corda coraggiosamente raccoglie e interpreta dati comparabili per i due sistemi urbani, valutando le logiche sottese e gli esiti di differenti strategie di offerta trasportistici.

Un secondo aspetto che pone la mobilità al centro dell'attenzione, concerne il tema dell'efficienza territoriale: efficienza nell'uso della mobilità a fini di produzione del reddito; efficienza in termini di uso delle risorse, e in particolare efficienza energetica, della mobilità stessa. È questo il tema affrontato nel contributo di Boscacci e Cogato.

Il contributo di Camagni e altri affronta direttamente il tema dei costi collettivi di diverse tipologie di espansione urbana, del consumo di suolo, ai costi pubblici infrastrutturali e di gestione dei trasporti, alla generazione di mobilità. L'analisi econometrica conferma la significatività della relazione inversa fra densità/compattezza della forma urbana e costi collettivi.

Da tutte le analisi realizzate emerge comunque un motivo comune: la necessità di una logica di scala vasta per valutare e orientare l'evoluzione di quella fondamentale interazione che è rappresentata dall'intreccio mobilità/forma insediativa ed efficienza territoriale.

Indice


Giorgio Goggi , Prefazione
Flavio Boscacci, Roberto Camagni, Gian Paolo Corda, Anna Moretti , Presentazione
Anna Moretti, Paola Pucci, Paola Villani , Scenari infrastrutturali, insediativi e della mobilità nell'area Padana
(Modelli di organizzazione territoriale, dotazione e mobilità a scala regionale; Dotazioni infrastrutturali e relazioni di mobilità nell'area padana: due letture a confronto; La domanda di mobilità in Lombardia)
Flavio Boscacci, Lucio Cogato , Costi collettivi e benefici economici dei sistemi della mobilità nei diversi contesti dell'area Padana
(La produttività delle risorse collettive nei sistemi della mobilità; Le relazioni tra distribuzione degli insediamenti e produttività delle risorse collettive impiegate per la mobilità)
Roberto Camagni, M. Cristina Gibelli, Federico Martellosio, Paolo Rigamonti , Tipologie di espansione urbana, accessibilità e costi collettivi della mobilità
(La mobilità urbana: un caso esemplare della necessità di politiche economico-territoriali integrate; I costi collettivi di differenti tipologie di espansione insediativa: primi risultati di una indagine sul territorio provinciale milanese; La domanda di mobilità; Appendice. Considerazioni di statistica spaziale)
Gian Paolo Corda, Nathalie Lachance, Vito Redaelli, Eleonora Usuelli , Milano/Parigi, interrelazioni tra reti di trasporto e modelli di insediamento
(Le strutture amministrative ed urbane; Il "decoupage" delle due aree urbane; L'offerta dei trasporti milanesi e parigini; La domanda in termini di spostamenti; Lo sviluppo delle reti)
Tavole a colori