RISULTATI RICERCA

La ricerca ha estratto dal catalogo 259 titoli

Anna Li Donni, Paolo Li Donni

La scienza delle finanze in Italia.

Una prospettiva storica siciliana

Il volume ripercorre il processo formativo iniziale tanto della scienza delle finanze quanto dell’avvio teorico delle "assicurazioni sociali obbligatorie" che costituiscono la prima fase storica dell’attuale sistema di "sicurezza sociale". Focalizzandosi sul periodo dalla seconda metà del XIX secolo all’ascesa del fascismo, il testo prende in considerazione alcune figure emergenti di economisti siciliani che hanno rappresentato la novità teorica del tempo, derivata dal dibattito sulla "questione sociale".

cod. 363.111

Marco Canesi

La Valtellina.

Economia montana, sviluppo alternativo, nuovo soggetto sociale

Il volume avanza la possibilità di uno sviluppo nazionale autocentrato, fondato sulla specificità delle risorse naturali e culturali dei luoghi, in grado di consentire all’Italia un nuovo ruolo nel quadro mondiale. Il testo sostiene il suo assunto immaginando una politica degli interventi a livello locale, ad esempio in Valtellina, una realtà territoriale tra quelle in cui, per ragioni strutturali, appare più arduo il compito di innescare un adeguato processo di sviluppo.

cod. 365.1153

Guido Mario Rey

La mafia come impresa.

Analisi del sistema economico criminale e delle politiche di contrasto

L’internazionalizzazione dei mercati richiede tecnologie complesse, servizi internazionali differenziati e un sistema finanziario multi localizzato. Questa evoluzione del sistema produttivo coinvolge anche le organizzazioni criminali e necessariamente le politiche di contrasto. Esiste un’indubbia difficoltà di comprensione dei modelli adottati dalle organizzazioni criminali; le ricerche presenti in questo volume ricorrono nelle loro analisi alle tecnologie della conoscenza e allo studio delle relazioni interne ed esterne al sistema economico criminale.

cod. 364.191

Michele Sabatino

Teorie economiche, divari regionali e politiche per il mezzogiorno.

Dall'intervento pubblico al disimpegno generale

Ripensare il Mezzogiorno d’Italia, rileggendo ciò che è accaduto nel corso degli ultimi due secoli di storia unitaria, è l’obiettivo di questo volume, che prova a rispondere alla crisi di idee che oggi prevale nel dibattito politico ed economico, proponendo alcuni spunti di riflessione utili al lettore ma soprattutto a coloro che auspicano che il Mezzogiorno non sia più un luogo di memoria e dannato, ma una speranza di riscatto per l’Italia intera.

cod. 365.1149

Questa ricerca analizza l’evoluzione e i mutamenti del Sistema Monetario Internazionale (s.m.i.) nel passaggio dall’egemonia del dollar standard all’adozione possibile di un vero approccio multivalutario. I saggi presentati ripercorrono le tappe fondamentali della evoluzione del s.m.i., soffermandosi su alcuni problemi ad essa connessi.

cod. 365.1142

Luca Alici, Silvia Pierosara

Coltivare interesse

Gli interventi presentati nel volume illustrano percorsi antropologici, economici, filosofici e sociali in cui il riconoscimento della legittimità degli interessi individuali possa armonizzarsi con la riscoperta dell’interesse nella sua polifonia semantica: non la somma di bisogni individuali ma ciò che li ricomprende a un livello più alto; non lo spazio neutro dell’utile ma ciò che riconosce nuova dignità a quanto è comune.

cod. 1073.3

Alessandro Giovannini

Il re fisco è nudo

Per un sistema equo

I tributi sono “belli”. Non è vero! I tributi possono essere accettati col ragionamento e con una rete di valori condivisa e rispettata da tutti. Ma per giungere a questo occorre oggi ripensare in profondità il sistema fiscale. Solo così si potrà avere un sistema adeguato a un moderno stato democratico e a una moderna economia. E solo così si potranno avere tasse sopportabili per tutti… In una nuova edizione arricchita, un saggio di largo richiamo.

cod. 1420.1.184

Luigi Alici, Gabriele Gabrielli

Noi dopo di noi.

Accogliere, rigenerare, restituire: nella società, nell'educazione, nel lavoro

La lettura di queste pagine aiuta a prendersi cura del dopo di noi chiedendoci di considerare il tempo che viviamo non come “eterno presente”, ma come luogo di accoglienza, rigenerazione e restituzione di ciò che abbiamo ricevuto, lasciando impronte e solchi entro i quali il seme del futuro potrà germogliare.

cod. 1072.10

Gianluca Senatore

Storia della sostenibilità.

Dai limiti della crescita alla genesi dello sviluppo

Uno studio transdisciplinare dello sviluppo sostenibile, che lega l’analisi storica agli aspetti sociologici, la ricerca economica alle implicazioni politiche, la storia della filosofia a quella della scienza.

cod. 262.25

Roberto Mancini

Ripensare la sostenibilità

Le conseguenze economiche della democrazia

Per sciogliere la contraddizione tra economia ed ecologia insita nella formula “sviluppo sostenibile”, in cui lo sviluppo, figlio di una crescita illimitata, viene obbligato a rispettare i vincoli posti dalla natura, occorre che siano ripensati il modello di economia e la forma della convivenza sociale. In tale ottica questo libro propone un’idea integrale di sostenibilità e la correla con quella di democrazia.

cod. 1072.9

Luca Alici, Silvia Pierosara

Tessere reciprocità

Un saggio a più mani, una piccola spilla per scommettere sul valore generativo e inclusivo della reciprocità, nella ricerca di un bene che accomuna.

cod. 1073.2

Cosimo Magazzino, Gian Cesare Romagnoli

Legge di stabilità e politica economica europea

Questa ricerca del CREI di Roma Tre su “Legge di Stabilità e politica economica europea” evidenzia per il 2015 un cambio di stagione importante, anche se non risolutivo di per sé in termini di spinta alla crescita e alla riduzione del debito pubblico. La ricerca ha inoltre esteso la propria indagine anche al mercato del lavoro europeo e alle politiche dell’immigrazione.

cod. 365.1113

Tredici saggi, pubblicati in riviste e opere collettanee tra il 1985 e il 2013, scritti in molti casi con idee di fondo against the mainstream, in anni in cui le idee di globalizzazione dei mercati, deregolamentazione dell’economia, necessità di drastiche privatizzazioni e riduzione generalizzata dello spazio del settore pubblico erano abbastanza egemoni tra gli studiosi di economia.

cod. 500.47

Giuseppe Lanza

La misurazione della disuguaglianza economica.

Approcci, metodi e strumenti

Cosa si intende quando si parla di disuguaglianza economica? Disuguaglianza di cosa e tra chi? E come si misura? Come è possibile effettuare confronti congrui nel tempo o fra i diversi paesi? Queste sono solo alcune delle fondamentali domande alle quali il libro tenta di dare una risposta il più possibile esaustiva.

cod. 364.190

Jean-Guy Prévost, Stefano Spalletti

La figura e l'opera di Francesco Coletti

Accademico, autore di numerosi scritti, segretario della Società degli agricoltori italiani e di diverse inchieste parlamentari, membro del Consiglio Superiore di Statistica, editorialista del “Corriere della sera”, Francesco Coletti (1866-1940) contribuì a tracciare il sentiero evolutivo dell’economia agraria italiana.

cod. 363.101

Luca Alici, Silvia Pierosara

Generare fiducia

La fiducia genera futuro, amplia la realtà, trasforma l’inevitabile in imprevedibile, dà credito a una possibilità, è condizione di un bene condiviso. Ma oggi vive sotto l’assedio del rischio, della paura, del sospetto e fatica a spalancare finestre sull’avvenire. Una deriva senza uscita? Un saggio a più mani per investire ripartendo dalla fiducia.

cod. 1073.1

Cosimo Magazzino, Gian Cesare Romagnoli

Legge di stabilità e finanza pubblica in Italia

La ricerca ha avuto come riferimento la Legge di stabilità per il 2014 e la sua inadeguatezza a invertire le aspettative di continuazione della recessione, in corso dal 2008, che ha dato luogo alla perdita di 9 punti percentuali di reddito prodotto e a una disoccupazione pari a 6 milioni di persone…

cod. 365.1083

Franco Volpi

Oggetto e metodo dell'economia politica.

Premesse di un nuovo paradigma teorico

Per comprendere fatti e processi economici è necessario individuare le istituzioni e i meccanismi che, interagendo con le scelte e le azioni individuali, determinano gli eventi. Solo così è possibile ripensare i concetti marxiani di “modo di produzione” e di “formazione sociale” e definire il sistema capitalistico come oggetto dell’economia, la sua tendenza all’instabilità e alla crisi, e le istituzioni che lo regolano permettendone le trasformazioni, la sopravvivenza e l’espansione.

cod. 363.99

Piero David, Ferdinando Ofria

L'economia dei beni confiscati

Il controllo del territorio da parte delle mafie modifica la struttura delle relazioni sociali, alterando quelli che sono gli effetti dello sviluppo locale e impedendo l’affermazione di un tessuto sociale fondato sulla fiducia e sulla condivisione. La confisca dei beni e il loro riutilizzo a fini sociali costituisce quindi uno strumento molto importante per la crescita delle comunità locali.

cod. 365.1061