LIBRI DI PAOLO MIGONE

La ricerca ha estratto dal catalogo 163 titoli

Margherita Spagnuolo Lobb

L'implicito e l'esplicito in psicoterapia

Atti del Secondo Congresso della psicoterapia italiana

Che cosa rende terapeutica una psicoterapia? Nel 2005 la Federazione Italiana delle Associazioni di Psicoterapia (FIAP) ha organizzato un congresso in cui più di 20 Associazioni Italiane di psicoterapia si sono riunite a Siracusa per dialogare su questo tema. Sul filo conduttore della crisi della “dicibilità” come cura, questo volume raccoglie i contributi presentati in quel Congresso dai rappresentanti contemporanei della psicoterapia italiana, su temi che vanno dalla formazione alla ricerca, dalla supervisione alla clinica, dalle scoperte delle neuroscienze sulla natura relazionale del cervello alla ridefinizione dei concetti basilari della psicoanalisi.

cod. 1250.95

Franco Del Corno, Margherita Lang

Psicologia clinica

Vol. IV: Trattamenti in setting individuale. Psicoterapie, trattamenti somatici

cod. 1226.4

Paolo Migone

Risposta all’intervento di Gherardo Amadei

PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE

Fascicolo: 4 / 2010

L’autore risponde a un intervento di Gherardo Amadei (Psicoterapia e Scienze Umane, 2010, XLIV, 4: 526-530) a proposito dell’articolo, scritto dallo stesso Migone, "Il problema della ‘traduzione’ di aspetti delle filosofie orientali nella psicoterapia occidentale" (Psicoterapia e Scienze Umane, XLIV, 1: 35-52). Alcuni degli aspetti discussi sono i seguenti: la supposta origine "orientale" di pratiche terapeutiche quali la mindfulness, la trasversalità di determinati fenomeni clinici e la loro comprensione, il ruolo di "esercizi" terapeutici ripetuti, la differenza teorica e clinica tra approccio "psicodinamico" e "cognitivo-comportamentale", e così via.

Viene criticato l’articolo di Manfred Pohlen (2005) "Il potere d’influenzamento dell’analista e la verità del suo metodo", pubblicato nel numero scorso di Psicoterapia e Scienze Umane (2010, XLIV, 3: 345-364). Alcune critiche sono le seguenti: il potere suggestivo della psicoanalisi, dimostrato anche empiricamente, era già discusso da Freud e da autori successivi (si pensi ai fattori relazionali e identificatori, o al "transfert positivo irreprensibile"); una dicotomizzazione netta tra scienze naturali e scienze umane può considerarsi datata; l’influenza del terapeuta nel guidare il paziente in senso prospettico era presente in Jung ed è stata ripresa dall’ermeneutica; la psicoanalisi come capace di attivare potenzialità inespresse si sovrappone al concetto di autorealizzazione (self-actualizazion) di Rogers e in generale della psicoterapia umanistica; nella teoria dell’attaccamento di Bowlby non vi è un riduzionismo biologico ma un’enfasi sulle relazioni oggettuali; e così via.

Paolo Migone

Problemi di psicoterapia

RUOLO TERAPEUTICO (IL)

Fascicolo: 115 / 2010

Vengono discussi i motivi per cui nei mass-media è difficile fare una divulgazione scientifica di buon livello nei campi della psicologia e della psicoterapia. Spesso gli articoli di giornali o riviste divulgative e i servizi televisivi riportano informazioni superficiali, imprecise e soprattutto ad effetto allo scopo di attirare l’interesse del pubblico, anche se ciò comporta una disinformazione. A titolo di esempio vengono citati due articoli sulla psicoterapia comparsi su due riviste mensili italiane, e viene messa in evidenza la inesattezza delle informazioni contenute in questi articoli.

A cura di Paolo Migone

Problemi di psicoterapia

RUOLO TERAPEUTICO (IL)

Fascicolo: 114 / 2010

Vengono presentati i principali sistemi di diagnosi psichiatrica, e precisamente le ultime edizioni del Diagnostic and Statistical Manual (DSM) dell’American Psychiatric Association (il DSM-III del 1980, il DSM-III-R del 1987, il DSM-IV del 1994, il DSM-IV-TR del 2000, e il DSM-V previsto per il 2013), la 10a edizione dell’International Classification of Diseases (ICD-10) proposta nel 1992 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), e il Manuale Diagnostico Psicodinamico (PDM) prodotto dalla comunità psicoanalitica internazionale nel 2006. A proposito dei DSM, vengono discussi alcuni problemi metodologici quali le dicotomie validità/attendibilità, categorie/dimensioni e politetico/monotetico, e anticipati alcuni dibattiti critici a proposito del futuro DSM-V. Infine, vengono discusse le seguenti problematiche: la psicopatologia "descrittiva" e "strutturale"; la diagnosi come "difesa" del terapeuta; l’aspetto scientifico e l’aspetto filosofico della diagnosi; i tentativi di "sospensione" del giudizio e dei nostri preconcetti; la dicotomia nomotetico-idiografico.

Vi sono due modi per concepire il rapporto tra filosofie orientali e psicoterapia occidentale. Un modo è rispettare la diversità delle filosofie occidentali (ad esempio nelle visioni del mondo) e introdurne aspetti a scopo terapeutico: in questo senso alcuni parlano di "integrazione" o "eclettismo", con tutte le controversie legate a questi termini. Un secondo modo è partire da una sola prospettiva, quella di una psicoterapia occidentale, e studiare le pratiche orientali per comprenderne il meccanismo di azione. Questo articolo segue questo secondo modo, e utilizza la teoria psicoanalitica per discutere tecniche quali il rilassamento, il training autogeno (una versione occidentale dello yoga), la meditazione, la mindfulness e altri "esercizi". Vengono discusse anche tecniche occidentali, come la epochè fenomenologica, le "associazioni libere" e l’"attenzione liberamente fluttuante" di Freud, il "momento presente" di D.N. Stern, la terza ondata (third wave) del movimento cognitivo-comportamentale, e così via.

Paolo Migone

Editoriale

PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE

Fascicolo: 1 / 2010

Paolo Migone

Terapia psicoanalitica

Seminari

La nuova edizione aggiornata del volume affronta alcune delle principali problematiche della psicoterapia, seguendo il filo conduttore di un’analisi critica e attenta allo sviluppo storico dei concetti. Dopo un esame dello stato attuale della psicoanalisi, il testo descrive alcuni approcci terapeutici, le loro specificità e “differenze”, presenta la storia del dibattito sulla teoria dei fattori curativi, affronta il problema della “validazione scientifica” della psicoanalisi e racconta vicende con una valenza sociale e anche affettiva.

cod. 1250.8

Paolo Migone

Problemi di psicoterapia

RUOLO TERAPEUTICO (il)

Fascicolo: 112 / 2009

Real efficacy of antidepressant drugs in psychiatric practice - Kirsch et al. (2002) studied all 47 randomized clinical trials (RCT) submitted by pharmaceutical companies to the U.S. Food and Drug Administration (FDA) for approval of the six most prescribed Selective Serotonin Reuptake Inhibitors (SSRI) antidepressants. The mean difference between drug and placebo was less than 2 points on the 21-item (62- point) Hamilton Depression Scale (which is the version used in many of the these RTCs). This superiority to placebo, although statistically significant, was not clinically significant. Furthermore, 57% of the trials funded by the pharmaceutical industry failed to show a significant difference between drug and placebo. Most of these negative data were not published and were accessible only thanks to the Freedom of Information Act. Also other studies confirming this research (Whittington et al., 2004; Moncrieff & Hardy, 2007; Turner et al., 2008) are presented. These data are discussed in light of the wider problem of the roles of interpersonal relationship in psychiatric practice.

KEY WORDS: antidepressants drugs, Selective Serotonin Reuptake Inhibitors (SSRI), placebo, Kirsch, Randomized Clinical Trials (RCT)]

Paolo Migone

Problemi di psicoterapia

RUOLO TERAPEUTICO (il)

Fascicolo: 111 / 2009

An overview on the main dimensional models of personality - After an introduction on the dimensional approach in personality diagnosis and on its use as an attempt at solving some of the problems of categorical diagnoses (such as those of DSM-III and DSM-IV), the main dimensional models of personality are presented, namely: 16 PF Questionnaire by Cattell, Eysenck Personality Inventory (EPI), Five-Factor Model (FFM) by Costa & McCrae (Big Five), Temperament and Character Inventory (TCI) by Cloninger, Schedule for Nondaptive and Adaptive Personality (SNAP) by Clark, Dimensional Assessment of Personality Pathology - Basic Questionnaire (DAPP-BQ) by Livesley, Structural Analysis of Social Behavior (SASB) by Benjamin, the "fundamental polarity (anaclitic and introjective) of personality" by Blatt, Shedler-Westen Assessment Procedure (SWAP). Finally, advantages and disadvantages of dimensional models are discussed, with particular emphasis on borderline disorder.

key words: personality, dimensional models, categorical model, borderline, diagnosis

Marianna Bolko, Paolo Migone, Alessandro Ancona

Interpretazione e setting nel contributo di Enzo Codignola

PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE

Fascicolo: 2 / 2009

Interpretation and psychoanalytic frame: the contribution of Enzo Codignola - Enzo Codignola’s book The True and the False. Essay on the Logical Structure of Psychoanalytic Interpretation (Turin: Boringhieri, 1977) originated from discussions among colleagues of Psicoterapia e Scienze Umane since 1962, and can be considered one of the most important Italian contributions on the theory of psychoanalytic interpretation. It was translated in German in 1986 with a preface by Paul Parin, and in English in 1987 with an introduction by Paolo Migone. Here part of Migone’s introduction to the English edition (with the summary of the book), and two interventions (by Alessandro Ancona and Marianna Bolko) that introduced a panel on this book and appeared in issue no. 2, 1979, of Psicoterapia e Scienze Umane, are reprinted. Codignola’s conceptualization on the strict link between interpretation and frame of the psychoanalytic situation is discussed.

KEY WORDS: Enzo Codignola, interpretation, psychoanalytic frame, theory of psychoanalytic technique, parameter of technique

Otto F. Kernberg, André Green, Paolo Migone

Un dialogo sulla differenza tra psicoanalisi e psicoterapia psicoanalitica

PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE

Fascicolo: 2 / 2009

A dialogue on the difference between psychoanalysis and psychoanalytic psychotherapy - Paolo Migone discusses with Otto F. Kernberg and André Green on the difference between psychoanalysis and psychoanalytic psychotherapy. Migone, in agreement with Merton M. Gill’s conception of 1984, argues that there is not a real difference, but a continuum of techniques differentiated according to specific clinical situations and patients’ defensive structures, following the implications of ego psychology that were clear already in the 1940s and 1950s. Kernberg partly agrees, but he emphasizes the need of differentiating three psychoanalytically framed techniques (psychoanalysis proper, psychoanalytic [or expressive] psychotherapy, and supportive psychotherapy) mostly in order to perform empirical research on their efficacy. Green discusses in depth this problem within the context of the history of Freud’s theory of technique, and, among other things, shows how the original idea of Freud’s technique (couch, free associations, etc.) was derived from his model of dream work.

KEY WORDS: difference between psychoanalysis and psychoanalytic psychotherapy, expressive psychotherapy, supportive psychotherapy, Merton M. Gill, dream model

Paolo Migone

Intervento: Psicoterapia e ricerca "scientifica"

PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE

Fascicolo: 1 / 2009

Psychotherapy and "scientific" research - Some problems of the relationship between psychotherapy and scientific research are examined. The following aspects are discussed: the theory of demarcation between science and non-science, the problem of replicability, "hard" and "soft" sciences, complexity and chaos theory, the levels of probability and indeterminacy, the inductive-deductive circle, abduction, etc. Clinical material is presented in order to exemplify the issues under discussion. Some of the problems met by empirical research in psychotherapy (for example the manualization of psychotherapy techniques) are described, and the phases of the history of psychotherapy research movement are summarized. (This intervention is a discussion of the paper by the physicist Ferdinando Bersani "Replicability in science: Myth or reality?". Psicoterapia e Scienze Umane, 2009, XLIII, 1: 59-76). [KEY WORDS: science, psychotherapy research, epistemology, replicability, psychoanalytic research]

Paolo Migone

Editoriale

PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE

Fascicolo: 1 / 2009

A cura di Paolo Migone

Problemi di psicoterapia

RUOLO TERAPEUTICO (il)

Fascicolo: 110 / 2009

A kind of malpractice in psychiatry: ignoring of the interpersonal relationship A kind of psychiatric practice, defined as a form of malpractice and centered only on the prescription of medication, is described and critically discussed. This kind of psychiatric practice is considered to be antiscientific because it ignores research data that show evidence of the importance of the interpersonal relationship with the patient for therapeutic outcome. Two brief clinical cases are reported as examples of this form of malpractice, and research data on the cost-effectiveness of psychotherapy of personality disorders are reported. Finally, some historical and sociological considerations that can explain the diffusion of such psychiatric practice, mostly based on the sole prescription of medication, are discussed. [KEY WORDS: psychiatric practice, malpractice, patient-therapistrelationship, psychotherapy, psychiatric medication]

Finalmente un testo che affronta i limiti dei modelli, delle teorie, delle tecniche e dei modi di fare psicoterapia e che tratta con efficacia i paradossi e le contraddizioni dell’insegnamento della psicoterapia. Da Pontalti a Migone, i protagonisti della psicoterapia italiana si interrogano sul presente e sul futuro con una prospettiva “laica” e non di parte, grazie all’esperienza realizzata nella loro professione di clinici, di docenti e di supervisori.

cod. 1250.139