Dalla Resistenza alla Costituzione. La formazione della nuova classe dirigente nella Toscana postfascista

Titolo Rivista: ITALIA CONTEMPORANEA
Autori/Curatori: Mario G. Rossi
Anno di pubblicazione: 2011 Fascicolo: 265 Lingua: Italiano
Numero pagine: 15 P. 552-566 Dimensione file: 115 KB
DOI: 10.3280/IC2011-265002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’antifascismo e l’eredità della Resistenza, oltre che fattore costitutivo dell’aggregazione del nuovo blocco di forze politiche e sociali alternativo a quello dominante nella Toscana liberale e fascista, rappresentano un vero carattere originale profondamente radicato nelle masse popolari e nelle élite dirigenti della Toscana contemporanea. A questo risultato ha contribuito in modo determinante il Comitato toscano di liberazione nazionale (Ctln) che, ponendosi come organo unitario di autogoverno, al di sopra delle contrapposizioni ideologiche e politiche, ha diretto la battaglia per le autonomie locali e il governo regionale e ha promosso un ampio processo di rinnovamento in tutti i settori delle classi dirigenti, operanti non solo nella politica e nell’amministrazione, ma anche nell’economia e nella società civile. L’ampiezza e il radicamento della scelta antifascista si sarebbero consolidati nel tempo, impedendo, anche dopo la rottura provocata dalla guerra fredda, il recupero delle posizioni e degli interessi dei gruppi più retrivi e consentendo lo sviluppo in termini articolati e non rigidi della dialettica tra le forze politiche della regione.

Mario G. Rossi, Dalla Resistenza alla Costituzione. La formazione della nuova classe dirigente nella Toscana postfascista in "ITALIA CONTEMPORANEA" 265/2011, pp 552-566, DOI: 10.3280/IC2011-265002