Emanciparsi dalle dipendenze. Strategie d'intervento per operatori ed educatori
Autori e curatori
Argomenti
Livello
Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 224,      1a edizione  1997   (Codice editore 1168.1.7)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 26,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846402318

Presentazione del volume

Cosa spinge le persone ad avere comportamenti potenzialmente distruttivi, come bere, mangiare troppo o assumere droghe? Qual è il vero problema?

Questi comportamenti sono in realtà il risultato della frustrazione e del senso di vuoto che la persona prova. Sono il tentativo di distrarsi da quel senso di vuoto, con comportamenti che producono un provvisorio cambiamento di stato.

Quali sono i contesti d'apprendimento legati a queste situazioni? La famiglia? Il gruppo? Non solo. Si può dire che l'abuso di sostanze rappresenti un percorso e un'esasperazione soggettiva di una più diffusa cultura della dipendenza.

Nel lavoro proposto si mette a fuoco uno dei più importanti tratti comuni alle dipendenze patologiche: l'uso delle sostanze come medium emozionale di valorizzazione, dove esse rappresentano, cioè, l'unico mezzo riconosciuto dalla persona per rifuggire sensazioni di vuoto-dolore o per accedere a stati emozionali che rimandino consistenza e piacere.

Dalle dipendenze è possibile liberarsi.Ma si deve intraprendere un percorso complesso e difficoltoso. Si devono esplorare domande del tipo: Cosa deve cambiare nella persona con problemi di dipendenza? E soprattutto: Come può cambiare?

Il cambiamento è crescita emozionale e culturale.Il senso del lavoro, quindi, non consiste soltanto nel costruire le proprie risposte, ma soprattutto nell'apprendere la ricerca di queste risposte. Allora, si potrà realizzare un passaggio fondamentale nella crescita personale. Il passaggio dal vuoto, dalla chiusura (bisogno di amplificare oltremodo lo stimolo per percepirne il senso, il gusto) alla individuazione di un proprio gusto interiore.

Il libro si rivolge agli operatori ed educatori che in situazioni e posizioni diverse lavorano nel campo delle dipendenze patologiche. Così come si rivolge ai docenti e studenti dei relativi corsi di studi. Più in generale, riguarda tutti coloro che sono interessati all'apprendimento di esperienze, metodi e strumenti utili a comprendere un fenomeno sociale diffuso e che richiede un coinvolgimento allargato.

Antonio Bimbo, responsabile della comunità terapeutica Pratolungo dell'Azienda USL di Ferrara, lavora nei servizi per le tossicodipendenze da circa 15 anni. Sociologo ad indirizzo clinico, insegna nei corsi per Educatori professionali. Si occupa di consulenza e formazione degli operatori e dei responsabili di risorse umane.

Indice



Parte prima - II quadro di riferimento concettuale
1. Uno sguardo alle radici epistemologiche
2. Apprendere e cambiare: un modello operativo
1. Emanciparsi dalle dipendenze
2. Mappa cognitiva e percezione degli stati di piacere-dolore
3. Ricostruire il puzzle: finalità e gusto interiore
Parte seconda - La conversione dei concetti in strumenti operativi
1. I percorsi del cambiamento
2. Gli stili educativo-relazionali
3. Gestire i processi di comunicazione per favorire la relazione terapeutica
1. La comunicazione empatica
2. I sistemi rappresentazionali: le strade dell'esprimere e del comprendere
4. La valutazione degli interventi e dei cambiamenti
1. Il rapporto programmazione-valutazione
2. Il significato del processo di valutazione
3. Gli strumenti di valutazione
4. La qualità percepita ed il controllo ecologico delle nuove condizioni
Parte terza - La contestualizzazione degli strumenti operativi
1. II gruppo come risorsa nel trattamento delle dipendenze
1. I gruppi di crescita personale
2. II lavoro per moduli
1. Gruppi motivazione
* Processi motivazionali
* Programma di lavoro
* Strategie motivazionali
* Bilancia motivazionale
2. Gruppi responsabilizzazione
* Programma di lavoro
* Responsabilità del proprio agire e del proprio sentire: il gioco della Principessa
3. Gruppi valorizzazione
* Programma di lavoro
* Anche i problemi hanno un cuore
* Cogliere il senso: quando inavvertitamente il mio dito...
* Libere valorizzazioni: il gusto di volare alto
* Dalla struttura aerea alla struttura profonda
* Creare la propria mission
* Qualità percepita
4. Commiato