People management. Teorie e pratiche per una gestione sostenibile delle persone
Autori e curatori
Contributi
Massimo Pilati
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi advanced per professional
Dati
pp. 400,   9a ristampa 2018,    1a edizione  2010   (Codice editore 1157.12)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 45,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856823929

In breve
Il primo textbook italiano che approfondisce le più significative dinamiche del comportamento organizzativo, gli approcci alla gestione delle persone e gli strumenti più rilevanti per attrarre, trattenere, premiare e motivare persone e team. Un testo progettato per studenti universitari, professional e manager dello human resources management, executive e people manager.
Utili Link
La Stampa Le risorse umane al tempo della crisi (di Walter Passerini)… Vedi...
Glamour Tema: come cavarsela alla grande con il proprio capo (di Chiara Oltolini)… Vedi...
L'Impresa Così si gestiscono le persone (di Raul Alvarez)… Vedi...
Dirigente Dare significato al lavoro (di Niccolò Gori Sassoli)… Vedi...
Presentazione del volume

"Lavorare con e attraverso gli altri" è diventata oggi la sfida principale di imprese, organizzazioni e manager. La persona e la sua motivazione, le conoscenze e le competenze individuali e di team diventano il cuore del cambiamento e il motore di leadership efficaci. Nel people management, dunque, si gioca la partita più complessa per le organizzazioni contemporanee, che trovano nelle relazioni, nella conoscenza e nel capitale umano e sociale la base per un loro sviluppo sostenibile. La gestione delle risorse umane si propone, infatti, come leva essenziale per svolgere la funzione manageriale di guida e motivazione di persone e gruppi.
In tale prospettiva, questo manuale approfondisce le più significative dinamiche del comportamento organizzativo per evidenziare le competenze di people management dei "capi".
L'analisi degli approcci alla gestione delle persone è accompagnata da quella degli strumenti più rilevanti per attrarre, trattenere, premiare e motivare persone e team, con il supporto dello studio di casi e di pratiche di gestione. Il lavoro è infatti arricchito da numerosi inserti utili per coinvolgere il lettore nello studio individuale, ma anche per supportare la didattica attraverso la discussione in gruppi o in aula, sollecitando riflessioni, il confronto con punti di vista diversi e con gli esiti di analisi e ricerche, con opinioni e storie organizzative.
Progettato per studenti universitari, professional e manager dello human resources management, executive e people manager, questo volume viene proposto come una sorta di homepage sulla gestione delle persone, piena di "ipertesti" e link attivi, capaci di condurre il lettore in un viaggio organizzativo che ricerca e promuove "inclusioni" e "contaminazioni" di linguaggi e prospettive.

Gabriele Gabrielli è docente di Organizzazione e gestione delle risorse umane all'Università Luiss Guido Carli. È responsabile dell'Area Executive Education & People Management della Luiss Business School, dove insegna Gestione delle Risorse Umane al programma MBA e People Management all'Executive MBA. Tiene corsi e seminari sugli stessi temi all'Università Politecnica delle Marche e all'Università La Sapienza. Ha insegnato nelle università de L'Aquila, Siena e allo Iulm di Milano. Ha ricoperto ruoli manageriali in grandi gruppi e aziende; in particolare è stato direttore Risorse Umane e Organizzazione del Gruppo Ferrovie dello Stato, di Wind Telecomunicazioni, di Enel Produzione e di Gruppo Coin. In Telecom Italia è stato direttore Personale e Organizzazione della divisione Servizi Internazionali e responsabile dello Sviluppo Manageriale. Autore di numerose pubblicazioni sulla gestione delle persone e sullo sviluppo organizzativo tra cui, con FrancoAngeli, Remunerazione e gestione delle persone (2005) e Conoscenza, apprendimento, cambiamento (2006).

Indice


Massimo Pilati, Prefazione
Introduzione
Un quadro evolutivo per collocare la gestione delle persone
(Il governo della "motivazione" e del "comportamento organizzativo" come campo privilegiato di azione del people management; Relazioni e dimensioni che fondano i sistemi di gestione delle risorse umane; Ancora sulla complessità della gestione delle persone. La ricerca di una "grammatica" per il people manager; Alcune direzioni del cambiamento. Implicazioni per il people management; Il ruolo di guida delle persone tra leadership e management)
Comportamento organizzativo e attività manageriale. Qualche fondamento teorico
(Le "determinanti" del comportamento organizzativo. Un quadro d'insieme; Il comportamento organizzativo come "atto multideterminato"; La teoria sociale cognitiva e il costrutto dell'"agentività personale"; Valori e atteggiamenti come determinanti significative del comportamento; Le percezioni come rappresentazioni del "punto di vista interno" sul mondo esterno. Schemi mentali, attivazione della conoscenza e ambiguità; Le teorie motivazionali fondate sul "contenuto" e sul "processo"; Bisogni e motivi: un approccio "statico" alla comprensione del comportamento e delle sue motivazioni; Il comportamento organizzativo come espressione delle strategie individuali fondate sull'autoregolazione. Motivazione, scopi e potenziale delle persone)
Attrarre, trattenere, motivare
(Le scelte di gestione come atti responsabili di differenziazione; L'approccio del total rewards; Le politiche di people management come leva per una gestione integrata e flessibilità delle persone; Attrarre, trattenere e motivare le persone. Un complesso e dinamico processo di "selezione reciproca" tra individuo e organizzazione; Le attività di "ricerca e selezione" tra preferenze delle persone e politiche di employer branding; Fasi, task e strumenti del processo di reclutamento e selezione; Employment agreement e contratto psicologico. Le tematiche dell'"inserimento")
Valutare, differenziare, valorizzare
(La valutazione come "scelta di campo"; Educare alla valutazione come atto teleologicamente asservito alla "valorizzazione"; La valutazione nella prospettiva manageriale; La pluridimensionalità della valutazione. Una riclassificazione dal campo; Gli "oggetti" della valutazione; La valutazione della posizione; Valutare le competenze: questioni, approcci ed applicazioni; La valutazione della prestazione; La valutazione del potenziale: una sfida per il management e per la ricerca; Organizzare la valutazione nella società del "rischio" per accrescere fiducia. La gestione delle persone come costruzione di road map)
Organizzare lo sviluppo delle persone. Modelli e strumenti per gestire le carriere
(Ambiti e significato dello "sviluppo del personale". Un contenitore ampio e trasversale per le pratiche di human resources management; Lo sviluppo come processo di "frontiera" e per un management orientato al futuro; Trasformazioni organizzative, interessi, motivazioni e progetti personali. Ancora sull'evoluzione del significato di "sviluppo e carriera"; Implicazioni per organizzazioni e individui della boundaryless career; I cambiamenti nel contratto psicologico. Il concetto di carriera proteiforme e di "successo psicologico"; La necessità di un "approccio pluralistico" per far fronte al "pandemonio" delle carriere. Modelli e implicazioni manageriali; Lo sviluppo come sistema aperto e dinamico per costruire occasioni di crescita; Metodologie e strumenti dell'organizzazione come development factory: i sistemi di valutazione e la formazione; Sentieri di carriera e modelli di cooperazione; La pianificazione della successione manageriale e generazionale. Le attività di people value mapping; Le relazioni di sostegno: counseling, coaching e mentoring; La gestione dei talenti: un tema "vischioso" ma sempre attuale; L'ambiguità del punto di partenza. Il talent management tra contingenza e posizionamento; Alcune domande chiave per la gestione dei talenti; Un quadro evolutivo della "guerra dei talenti": invecchiamento demografico, leadership gap e collaborazione di massa; Talent management e sostenibilità. Per un approccio di gestione non elitario fondato sull'apertura e sulla fiducia)
Ricompensare il contributo delle persone con i Financial rewards
(Financial rewards, sistema di compensation e processi di people management; La strategia di compensation: opzioni e drivers; Le principali questioni da affrontare quando si costruisce la politica retributiva; Due diverse prospettive: il costo del lavoro e la retribuzione; La gestione della componente fissa; La gestione della componente variabile; I benefit, una componente che si allarga e si rinnova)
Coinvolgere e responsabilizzare le persone con la partecipazione economica
(La ricerca di più elevati livelli di involvement e committment delle persone attraverso la partecipazione economica; Problemi di natura definitoria. Motivazioni a supporto della preferenza per l'utilizzo dell'espressione "partecipazione economica"; Gli schemi di "partecipazione economica" che rendono variabile la remunerazione collegandola agli utili e ai risultati dell'organizzazione; Partecipazione economica e "azionariato": dalla dipendenza alla ownership)
Riferimenti bibliografici
Indice degli inserti
Indice analitico.


Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access

  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Segnalazioni

    Pubblicità