Movimenti urbani. Pratiche di costruzione sociale della città
Autori e curatori
Livello
Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 128,      1a edizione  2003   (Codice editore 1588.22)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19.50
Disponibilità: Limitata


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846450050

Presentazione del volume

La città contemporanea è un mosaico di popoli in movimento, città delle differenze di vita e di lavoro, di produzione e di consumo, di provenienza e di cultura, e ancora di genere, età, modalità di aggregazione, strategie di sopravvivenza e di affermazione individuale e collettiva. In tal senso i movimenti urbani possono essere analizzati come insieme di traiettorie e spostamenti nello spazio, dinamismo sociale e culturale, ma anche come reticolo di processi di auto-organizzazione e auto-costruzione della vita, di nuovi intrecci di solidarietà, nuovi legami sociali, microcomunità in formazione o sviluppo.

A partire da una rinnovata lettura di alcuni scritti di Mumford, due aspetti sono messi al centro di questo volume: la fiducia nel "margine di energia" e nel carattere insurgent delle persone e delle comunità come strumenti di edificazione della "città buona", e la tendenza al "riassorbimento del governo da parte dei cittadini", come rafforzamento del ruolo degli abitanti nella trasformazione del territorio. In particolare viene sottolineato il nuovo protagonismo delle cittadinanze diminuite e difettive (migranti, bambini, popolazioni marginali ed escluse), per le quali la vita stessa è ancora un progetto e la città un orizzonte di felicità e di urbanità che è necessario ogni volta riconquistare o ricostruire.

Giancarlo Paba è professore di Pianificazione territoriale presso l'Università di Firenze. Si occupa di analisi della città, pianificazione urbanistica e territoriale e progettazione partecipata. Ha compiuto ricerche sui temi della marginalità e dell'esclusione sociale, delle nuove cittadinanze urbane, delle politiche sull'immigrazione, della città sostenibile per le bambine e per i bambini. Ha recentemente pubblicato: Luoghi comuni. La città come laboratorio di progetti collettivi (FrancoAngeli); con R. Paloscia e I. Zetti, Piccole città e trasformazione ecologica (Harmattan). Ha curato i volumi Insurgent City. Racconti e geografie di un'altra Firenze (Mediaprint); con C. Perrone, Cittadinanza attiva. Il coinvolgimento degli abitanti nella costruzione della città (Alinea).

Indice


Il riassorbimento del governo da parte dei cittadini (rileggendo Lewis Mumford)
(Mumford stremo; Self e margine di energia; Neighbourhood e comunità; Regioni, local knowledge e reticolo delle società locali; Vita di cognizione; Can Man Plan?)
Movimenti urbani e partecipazione 'radicale'
(Molte forme di partecipazione; Partecipazione e città delle differenze; Espansione della cittadinanza; Democrazia locale e partecipazione radicale; Quartieri, bambini, esclusi; Insurgent city)
I bambini e la strada (tra sofferenza e competenza)
(Il bambino di Piaget e il bambino di Michelucci; I bambini tra sofferenza e competenza; La competenza spaziale dei bambini; I bambini, i parchi a tema, la strada)
Cortei neri e colorati: migranti ed esclusione sociale nella nuova geografia dello sviluppo
(Premessa; Mediterranei finiti; Megaprogetti e architettura internazionale; Verso un mondo più feroce, più ricco e più povero; Luoghi, città, territori contano di più, non di meno; Corteo nero, concerto nero; Stazioni e quartieri (transitare o abitare la città); Exclusionary zoning in California e in Toscana; Lo "spazio dei punti di vista"; Wagenburgen, slums italiani e disciplina dello spazio pubblico)
Arte di ascoltare, arte di camminare, progetto locale
(Tre libri; Arte di ascoltare; Camminare la città, interpretare il patrimonio, educare le comunità insorgenti; Quale valore aggiunto del territorio).