I caratteri dell'inoccupazione

Determinanti dell'offerta di lavoro e rilevazione empirica della forza lavoro inoccupata

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 416,   figg. 31,     1a edizione  1989   (Codice editore 365.25)

I caratteri dell'inoccupazione. Determinanti dell'offerta di lavoro e rilevazione empirica della forza lavoro inoccupata
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 43,50
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820433802

Presentazione del volume

L'inoccupazione è lo stato di chi non svolge un'attività lavorativa pur essendo disposto a svolgerla o di chi svolge un'attività lavorativa inferiore a quella che potrebbe: quindi il disoccupato, il lavoratore in cerca di prima occupazione, il sospeso o cassaintegrato, il lavoratore scoraggiato, il sottoccupato, il maloccupato.

Ogni inoccupato è un caso a sé, ha proprie caratteristiche che condizionano il suo comportamento e le sue possibilità di trovare un lavoro.

Quali sono le caratteristiche più rilevanti? Quali condizionano lo status dell'inoccupato per il modo in cui questi si viene a muovere nel mercato del lavoro? Quali sono rilevanti per il modo in cui l'inoccupato è valutato dai potenziali datori di lavoro? Sono esse stabili nel tempo o sono destinate a mutare col prolungarsi dello stato d'inoccupato? Inoltre, quali di queste caratteristiche sono attualmente rilevate dagli Istituti centrali di statistica e quali occorrerebbe rilevare per conoscere meglio chi c'è in quell'oltre 1007o della popolazione attiva che sarebbe disponibile a lavorare ma non lo fa volontariamente o involontariamente?

Una serie di domande che quotidianamente si pongono tutti coloro che s'interessano dei problemi del lavoro: sindacalisti e imprenditori, economisti e statistici, sociologi e politici, uomini di cultura e lavoratori. Le risposte sono fornite con un taglio prevalentemente da economista e sfociano in una serie di proposte operative di rilevazione al fine di migliorare la conoscenza in senso lato di un fenomeno così attuale e preoccupante.

Indice

1. Il concetto d'inoccupazione
1.1. La relatività del concetto di disoccupazione
1.2. Dal concetto di disoccupazione a quello d'inoccupazione
1.3. La partecipazione all'attività lavorativa quale «continuum» di situazioni differenti
Note al capitolo I
2. Le determinanti dell'offerta di lavoro
2.1. Premessa
2.2. L'ambito territoriale del mercato del lavoro
2.3. Le specifiche determinanti del comportamento dell'offerta di lavoro
2.4. L'inoccupazione quale risultante di diversi flussi
2.5. Età
2.6. Condizioni di salute
2.7. Sesso
2.8. Situazione famigliare
2.8. 1. La famiglia quale stanza di compensazione dei rischi
2.8.2. Modelli di ottimizzazione applicati alle scelte famigliari
2.8.3. La posizione relativa dei diversi membri della famiglia
2.9. Livello e composizione del reddito e della ricchezza globali del nucleo famigliare
2.10. Livello d'istruzione e di formazione professionale, tipologia professionale e grado di qualificazione
2.11. Aspirazioni, aspettative e intenzioni lavorative e retributive
2.12. Esperienze lavorative in corso e precedenti e grado di soddisfazione avuto da esse
2.13. Ore lavorate, ore desiderate e disponibilità ad accettare posti di lavoro a tempo pieno e/o a tempo parziale
2.14. Attività lavorative secondarie svolte
2.15. Disponibilità ad accettare posti di lavoro in località diverse da quella di residenza; disponibilità a cambiare residenza per motivi di lavoro
2.16. Disponibilità ad accettare soltanto posti di lavoro particolari o in settori particolari o in località particolari o a condizioni particolari
2.17. Vie attraverso le quali il lavoratore è giunto alla situazione disoccupazione attuale
2.18. Durata, frequenza e tipo dei singoli periodi disoccupazione e di occupazione
2.18. 1. Probabilità di uscita dallo stato disoccupazione
2.18.2. Diversi concetti di durata dell'inoccupazione
2.18.3. Caratteristiche individuali che incidono sulla probabilità di uscita dallo stato disoccupazione
2.19. Percezione soggettiva dei motivi della situazione d'inoccupazione presente
2.20. Azioni concrete di ricerca fatte o in animo, epoca delle ultime azioni compiute e tempo dedicato a queste azioni
2.21. Stato di disagio e costi e benefici dell'inoccupazione
Note al capitolo 2
3. La rilevazione dei caratteri dell'inoccupazione
3.1. I caratteri da rilevare
3.2. Le informazioni statistiche attualmente disponibili sui caratteri dell'inoccupazione
3.2.1. I censimenti generali della popolazione
3.2.2. Le rilevazioni Istat delle forze di lavoro
3.2.3. Le rilevazioni sui bilanci delle famiglie
3.2.4. Le iscrizioni nelle liste di collocamento
3.2.5. Dati Inps sull'erogazione delle indennità di disoccupazione e sulla Cassa integrazione guadagni
3.3. Linee di sviluppo delle indagini statistiche per una migliore conoscenza del fenomeno dell'inoccupazione
3.3. l. Statistiche sulla dimensione quantitativa dell'inoccu-
pazione
3.3.2. Statistiche sui caratteri dell'inoccupazione
Note al capitolo 3
Bibliografia