Editoria invisibile: un’inchiesta sui lavoratori precari dell’editoria

Titolo Rivista: PRISMA Economia - Società - Lavoro
Autori/Curatori: Daniele Dieci, Carlo Fontani
Anno di pubblicazione: 2012 Fascicolo: 1 Lingua: Italiano
Numero pagine: 4 P. 98-101 Dimensione file: 575 KB
DOI: 10.3280/PRI2012-001011
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

The conditions and the quality of publishing works are fields of analysis that have not been deepened enough to date. The "Editoria Invisibile" study, which is still a work in progress, aims at filling this research gap by intercepting more than a thousand workers in the publishing world. The online survey was distributed on over 98 italian provinces returning a large and complex workers’s universe. The first evidence is the strong imbalance between the number of male and female workers, strongly oriented to the female pole. The interviewed sample looks concentrated in central age cohorts and reports a significant level of professional figures with a high medium qualification (one case out of three is a postgraduate master and PhD). The study, nearing completion, is already able to show the fragmentation that characterizes the sector of the book industry, both from the bargaining point of view and the remunerative point of view. However, a strong feeling of identity emerges from the study: many people asking for better contracts, protections, recognitions appear to desire the birth of a representative and organizing network of publishing workers

  1. Dazzi D. et al., (2012) Le condizioni di vita e lavoro in provincia di Bologna, Materiali Ires Emilia-Romagna
  2. Istat, (2012) La produzione e la lettura di libri in Italia, Report – statistiche
  3. Peresson G. (a cura di), (2012), Rapporto sullo stato dell’editoria in Italia 2012. Un consolidato del 2011 e primi elementi sul 2012, AIE/Ediser
  4. Semenza R., (1998) “Nuove forme di lavoro nel settore editoriale tra subordinazione e autonomia”, Ires Lombardia, collana ricerche, 45

  • Ai confini dei libri, tra passione e lavoro. Mettersi in rete per resistere alla precarietà Annalisa Murgia, Maurizio Teli, Luca Zambelli, in SOCIOLOGIA DEL LAVORO 133/2014 pp.71
    DOI: 10.3280/SL2014-133005

Daniele Dieci, Carlo Fontani, Editoria invisibile: un’inchiesta sui lavoratori precari dell’editoria in "PRISMA Economia - Società - Lavoro" 1/2012, pp 98-101, DOI: 10.3280/PRI2012-001011