Clicca qui per scaricare

Introduzione al pensiero di Marion Milner
Titolo Rivista: PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE 
Autori/Curatori: Alberto Stefana 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  20 P. 355-374 Dimensione file:  245 KB
DOI:  10.3280/PU2011-003003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Viene analizzato l’utilizzo che la psicoanalista inglese Marion Milner (1900-1998) fa degli scenari immaginativi, suoi e del paziente, nella situazione analitica - considerata metafora del rapporto genitore-bambino - in cui il paziente introietta le modalità di cura del terapeuta. L’illusione di unità, di fusione "me-non me", avente una funzione strutturante ma che può non trovare spazio nella prima infanzia, costituita ora dall’analisi, permette al paziente di regredire alle esperienze più precoci per poterle elaborare in modo che possa riprendere, o avere luogo, un processo di sviluppo. Vengono presi in considerazione alcuni aspetti della teoria e della tecnica, e trattati i concetti di controtransfert, concentrazione nel corpo, vuoto, dubbio, cornice, fusione, creatività, gioco, prelogica.


Keywords: Scenari immaginativi, illusione, simbolizzazione, concentrazione, pensiero prelogico

Alberto Stefana, in "PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE" 3/2011, pp. 355-374, DOI:10.3280/PU2011-003003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche