Peer Reviewed Journal
FOR Rivista per la formazione
4 fascicoli all'anno , ISSN 1828-1966 , ISSNe 1972-506X
Prezzo fascicolo (inclusi arretrati): € 22,50
Prezzo fascicolo e-book (inclusi arretrati): € 19,50

Canoni 2019
Biblioteche, Enti, Società:
cartaceo (IVA inclusa): Italia € 91,00;Estero € 150,50;
solo online (IVA esclusa):  € 99,50;

Info  abbonamenti cartaceo     Info  licenze online

Atenei:
online (con arretrati, accesso perpetuo, formula plus )
Info licenze online

Privati:
cartaceo: € 80,50 (Italia); cartaceo: € 131,00 (Estero); solo online (privati): € 69,50 ; 
Info abbonamenti  Info Soci AIS

Abbonati qui


Tendenze, pratiche, strumenti. A cura dell'Aif (Associazione italiana formatori).
For si rivolge a tutti i professionisti della formazione, sia che operino all’interno di aziende ed organizzazioni (private, pubbliche, non profit), sia che le supportino esternamente lavorando in società di consulenza, enti e centri di formazione, scuole e università, o come free lance. Nasce dall’esperienza di AIF, la prima (opera dal 1975) e più grande (più di 2400 iscritti) associazione italiana per chi lavora nel campo della formazione. I suoi articoli abbracciano i temi relativi a tutti i processi di sviluppo dell’apprendimento e alle loro attività di supporto:
- ricerche, studi sul campo, tendenze
- analisi delle esigenze e delle opportunità formative
- progettazione di interventi formativi
- realizzazione dei progetti formativi, coordinamento, tutoring
- gestione d’aula
- controllo e verifica dei risultati e degli apprendimenti
- progettazione e valutazione di sistemi qualità per la formazione
- meccanismi e fisiologia degli apprendimenti
- creazione, capitalizzazione, diffusione e utilizzo degli apprendimenti organizzativi (learning systems)
La sua consultazione è stata pensata per tutti i diversi ruoli dei professionisti della formazione: ricercatori, progettisti, responsabili di progetto, responsabili di funzione, coordinatori, tutor, trainer, verificatori, valutatori, quality manager, direttori di centri, business school, master. For rappresenta una buona fonte di orientamento e formazione per gli studenti di Scienze dell’Educazione e per le persone che vogliono intraprendere la professione di formatore. Molti articoli risultano utili anche a chi svolge il ruolo di formatore o sviluppatore di competenze part-time come accade nei casi di capi che devono far crescere i propri collaboratori o di formatori-docenti interni alle aziende (persone che normalmente svolgono altre attività e che sono chiamati ad addestrare e formare neoinseriti o altri dipendenti sulle buone pratiche, sui metodi e sulle tecniche da loro presidiati).
For si articola nelle seguenti rubriche:
Editoriale: il punto della situazione sulla formazione in Italia o su alcuni dei suoi aspetti più interessanti
Focus: ogni numero affronta un tema caldo per la formazione dedicandogli una monografia in cui i vari aspetti del tema vengono affrontati da voci diverse
Analisi studi e ricerche
Approcci metodologici innovativi
Business Community
Experential Learning
Educazione e formazione alla pace
Formazione alla politica
Formazione e Pubblica Amministrazione
Formazione e Sanità
La formazione e la rete
L’Università per la conoscenza
Metodi, strumenti e buone pratiche
Orizzonti internazionali
Orizzonte Futuro
Persone e idee
Provocazioni
Recensioni per la formazione
Vita Associativa

Direttore Editoriale:Giusi Miccoli (giusi.miccoli@gmail.com)
Comitato scientifico: Pier Luigi Amietta (amietta1@virgilio.it) - Gianluca Bocchi (gianluca.bocchi@galactica.it) - Massimo Bruscaglioni (massimobruscaglioni@risfor.net) - Antonello Calvaruso (presidenza@associazioneitalianaformatori.it) - Pier Luigi Celli (presidenza@enit.it) - Mauro Ceruti (mauro.ceruti@ unibg.it) - Nadio Delai (info@nadiodelai.it) - Gianfranco Dioguardi (dioguardi@tin.it) - Domenico Lipari (domenico.lipari@uniroma1.it) - Gian Piero Quaglino (gpquaglino@vivenzia.it) - Paolo Macry (paolo.macry@fastwebnet.it) - Severino Salvemini (severino.salvemini@unibocconi.it) - Piero Trupia (piero.trupia@alice.it) - Giuseppe Varchetta (giuseppe.varchetta@tiscali.it) - Vito Volpe (vito.volpe@ismo.org) Comitato di redazione: Dario Arkel (d.arkel@hotmail.it) - Renato Bisceglie (renato.bisceglie@gmail.com) - Massimo Bruscaglioni (massimobruscaglioni@risfor.net) - Alessandro Cafiero (acalessandrocafiero@gmail.com) - Antonello Calvaruso (presidenza@associazioneitalianaformatori. it) - Maurizio Castagna (maurizio.castagna@mida. biz) - Riccardo Cicolini (riccardo.cicolini@gmail.com) - Enrico Cerni (enrico.cerni@generali.com) - Vindice Deplano (v.deplano@gmail.com) - Sergio Di Giorgi (srg.digiorgi@gmail.com) - Renato Di Nubila (renato.dinubila@unipd.it) - Dario Forti (darioforti@skole.it) - Myriam Ines Giangiacomo (mi.giangiacomo@bottegafilosofica.it) - Alfredo Loso (alfredo.loso@gmail.com) - Anna Malaguti (presidenza.aifveneto@gmail.com) - Chiara Martinelli (cmartinelli@qubisoft.it) - Maurizio Milan (mmilan@digitalaccademia.com) - Renato Montella (renato.montella@tin.it) - Ugo Righi (ugo.righi@gmail.com) - Giuseppe Romaniello (peppe.romaniello@gmail.com) - Rita Steffenoni (redazione.for@associazioneitalianaformatori.it) - Piero Trupia (piero.trupia@alice.it) - Giuseppe Varchetta (giuseppe.varchetta@tiscali.it) - Roberto Vardisio (roberto.vardisio@entropykn.net) - Paolo Viel (paoloviel@libero.it)

Per contattare la Redazione: AIF/Associazione Italiana Formatori, Via Antonio da Recanate 2, 20124 Milano Telefono 02/48013201, fax 02/48195756 e-mail: aifitaly@tin.it , www.associazioneitalianaformatori.it

FrancoAngeli è consapevole dell’importanza - per accrescere visibilità e impatto delle proprie pubblicazioni - di assicurare la conservazione nel tempo dei contenuti digitali. A tal fine siamo membri delle due associazioni internazionali di editori e biblioteche - Clockss e Portico - nate per garantire la conservazione delle pubblicazioni accademiche elettroniche e l’accesso futuro nel caso in cui venissero a mancare le condizioni per accedere al contenuto tramite altre forme.

Sono repository certificati che offrono agli autori e alle biblioteche anche la garanzia dell’aggiornamento tecnologico e di formati per permettere di fruire in perpetuo e nel modo più completo possibile dei full text.

Per saperne di più: Home - CLOCKSS; Publishers – Portico.

La circolazione della rivista mira a valorizza l’impatto presso tutti i professionisti della formazione, sia che operino all’interno di aziende ed organizzazioni (private, pubbliche, non profit), sia che le supportino esternamente lavorando in società di consulenza, enti e centri di formazione, scuole e università, o come free lance.



Articolo gratuito Articolo gratuito Articolo a pagamento Articolo a pagamento Acquista il fascicolo in e-book Fascicolo disponibile in e-book


Fascicolo 81/2009 


Pier Sergio Caltabiano, Il senso delle emozioni nell’apprendimento
Paolo Vergnani, Il ruolo dell’AIF nello sviluppo del teatro nella formazione
Emilio Rago, Formare l’azienda con il teatro. Un modello di analisi degli interventi formativi con le arti
Nicola Grande, Il teatro d’azienda conviene sul piano economico?
Lorenza Magnetto, "Homo faber" e teatro: intervista a Laura Curino
Maria Buccolo, Scenari innovativi della formazione: formalizzare e capitalizzare la metodologia teatrale nelle organizzazioni che apprendono
Renata Borgato, Filippo Pellicoro, Il teatro forum
Claudia Piccardo, Filippo Pellicoro, La valutazione come marker qualitativo e l’impatto organizzativo del Teatro d’Impresa
Nicola Grande, Il teatro, la formazione e il committente
Enzo Spaltro, La bella educazione
Lucio Argano, Il sogno di Man on wire: i festival e l’anima delle imprese
Alessandra Talamo, Cristina Zucchermaglio, Eleonora Piccioni, Pratiche di collaborazione in comunità formative on line
Dario Arkel, Elena Petrassi, "È arrivato il futuro remoto" Philip Roth, Lev Tolstòj e l’incontro con la vecchiaia e la morte come spunto pedagogico-formativo
Pietro Trupia, Antropologia dell’apprendimento Ciò che i modelli non dicono e che implicitamente presuppongono
Antonello Calvaruso, Competenze e formazione per affrontare la complessità dello sviluppo territoriale: intervista a Guy Le Boterf
Maurizio Lichtner, Apprendere dall’esperienza: sviluppare le competenze riflessive in Sanità
Stefano Poggi, Per il rigore, per la tradizione, per la verità: il compito della filosofia
Giuditta Occhiocupo, Il contesto europeo della formazione permanente
Antonella Centonze, Analizzare la richiesta e i bisogni di formazione
Stéphane Diebold, Vagabondages prospectifs autour de l’individualisation et du role du responsable de formation
Massimo Bruscaglioni, "POSSIBILITAZIONE" un nuovo concetto (in italiano) che apre molte strade
Recensioni
Per approfondire il dialogo con gli autori


Fascicolo 80/2009 


Pier Sergio Caltabiano, Le percezioni nei processi formativi
Daniele Barbiei, Formazione e comunicazione visiva
Giampaolo Proni, Strumenti e arti dei docenti da PowerPoint a YouTube
Luciano Perondi, Scrittura e spazio visivo. Perché è importante estendere il concetto di scrittura nella formazione
Piero Polidoro, Culturalità e convenzione delle immagini
Maria Pia Pozzato, Sociosemiotica dell’immagine. Cosa capiscono i ragazzi quando "guardano le figure"
Enzo Spaltro, Il futuro della bellezza e la bellezza del futuro
Corrado Bottio, In-certi talenti
Piane Andrea Delle, Vindice Deplano, Mettersi in gioco, ma per davvero
Massimiliano Cannata, La formazione globale Viaggi nella complessità delle idee e delle culture
Vincenzo Alastra, Francesca Menegon, Romina Ferretti, Lavorare nel "sociale": il punto di vista su formazione e professione di studenti e neolaureati in Servizio Sociale
Giuditta Alessandrini, Maria Buccolo, Formare alla diversità culturale: le origini e gli sviluppi futuri della Convenzione Unesco sulla protezione e promozione della diversità delle espressioni culturali
Andrea Coco, Fabio Galluccio, Claudia Piccardo, Cinzia Trimboli, Proposta di utilizzo del film "Un tocco di zenzero" a supporto della formazione al cambiamento
Michele La Rosa, Intervista a Jean Louis Laville
Dario Arkel, Elena Petrassi, L’altruismo radicale di Etty Hillesum: spunti per una pedagogia formativa di pace e resistenza
Ernesto Vidotto, La certificazione delle competenze nella formazione pubblica
Gianni Agnesa, La Formazione per la P.A. oltre il guado della riforma dello Stato
Gaetano Bruno Ronsivalle, Docimologia. Ars magna lucis et umbrae
Massimo Bruscaglioni, Il coraggio del formatore: David affronta Golia
Recensioni
Per approfondire il dialogo con gli autori


Fascicolo 79/2009 


Pier Sergio Caltabiano, Per una identità generativa dei formatori
Michele La Rosa, La formazione, il self-training e la società dei lavori Il quadro di riferimento: i mutamenti del e sul lavoro
Giorgio Gosetti, La società dei lavori
Barbara Giullari, Formazione e processi di capacitazione nelle organizzazioni del lavoro della conoscenza
Sara Elisabetta Masi, Tra responsabilità individuale e inclusività del contesto nei proccessi di apprendimento autodiretto dei formatori
Enzo Spaltro, Pensar plurale, ovvero pensar futuro
Maurizio Castagna, Riflessioni su Malcolm Knowles in Italia
Federico Batini, Costruire il senso: formatori narrativi per professionalità narrative
Licia Ravarotto, Gloria Piovan, Training during the job con i maestri di mestiere Un’esperienza di successo nell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Sergio Manghi, La sfida di formare una testa ben fatta
Brunella Librandi, La formazione degli insegnanti per promuovere il benessere e prevenire il bullismo nella scuola
Enrico Faggiano, Walter Seghizzi, Ferruccio Doga, Il lavoro di formatore di apprendista in azienda: bisogni e prospettive
Daniele Mattoni, Coaching e management: linee guida per sviluppare il potenziale di apprendimento in azienda
Paolo Pinna, Piero Frasconi, Il Convegno AIF Settore Formazione Professionale. "Formazione professionale e sviluppo territoriale"
Masimo Bruscaglioni, Cosa vogliono le persone
Recensioni; Per approfondire il dialogo con gli autori


Fascicolo 78/2009 


Pier Sergio Caltabiano, Nuove sfide per un’associazione che evolve
Giuditta Alessandrini, Introduzione al Focus - La formazione e l’Università
Giuditta Alessandrini, Maria Buccolo, Claudio Pignalberi, Le buone pratiche di interazione tra AIF e Università: i risultati dell’indagine empirica
Paolo Orefice, Il riconoscimento delle professioni formative
Umberto Margiotta, Università e alta formazione
Aureliana Alberici, Il riconoscimento e la validazione delle competenze professionali ed esperienziali nella formazione superiore
Cristiana Alfonsi, Formazione Università e Fondazione CRUI
Giovanna Spagnuolo, L’Università: uno spazio per la formazione permanente degli adulti
Alessandro Cafiero, L’AIF Veneto e la relazione con il mondo universitario
Brunella Librandi, L’AIF Toscana e la relazione con il mondo universitario
Giuseppe Romaniello, L’esperienza di AIF Basilicata con l’Università
Renato Bisceglie, Andrea Ceriani, Una proposta di collaborazione tra Università e AIF, per i giovani che entrano nel mondo del lavoro
Giusi Miccoli, Costruire il dialogo per la crescita del formatore: l’esperienza del Lazio
Fabiana Boccola, La collaborazione AIF e Università nella regione Emilia Romagna
Enzo Spaltro, L’abbondanza
Vindice Deplano, Come stanno (veramente) le cose?
Tiziana Vicentini, Interpretare l’assenza, comunicare la presenza: il tutor online
Marino Cavallo, Università telematica, formazione degli adulti e fabbisogni delle imprese
Gabriele Morello, Per una Teoria della Non-Decisione
Il rinnovamento della Pubblica Amministrazione: si ricomincia dai valori
Ernesto Vidotto, La formazione pubblica attraverso le eccellenze del Premio Basile 2008
Claudio Nutrito, Formazione e paradossi comunicativi: il rischio del "consenso unanime"
Mariangela Berti, Intervista a James Hillman
Guido Capaldo, Raffaele Bove, Maria Rosa Pirfo, L’osservatorio delle competenze dell’ASL Salerno 3: dalla mappatura delle competenze all’analisi dei fabbisogni formativi
Eugenia Laria, Franco Rosu, Massimo Fancellu, Un’esperienza di life coaching nel Comune di Nuoro
Andrea Laudadio, Marco Amendola, Antonio Flamini, Lo strano caso del Dr. Learning e di Mr. Accountability
Il Consiglio Direttivo Nazionale AIF 2009-2012
Paolo Viel, Le attività del gruppo AIF esperienziale nel triennio 2007-2009
Massimo Bruscaglioni, Come fanno le persone ad uscire dalla crisi
Recensioni per la formazione
Per approfondire il dialogo con gli autori


Sommari delle annate

2014   2013   2012   2011   2010   2009   2008   2007   2006   2005   2004   2003   2002   2001   2000   1999   1998   1997   1996   1995   1994  


Ed Inoltre
AIF – Associazione italiana formatori
Chi siamo/La carta dei valori
Eventi
Scuola interna
Delegazioni regionali

Responsabile: Pier Luigi Amietta
Professione formazione è il titolo ideale di questa collana oltreché del suo primo fortunato (per l’apprezzamento dei lettori) volume; così come accompagnare e contribuire allo sviluppo della professione formazione ne rappresenta la mission, usando un termine caro agli esperti di organizzazione.
Il formatore a cui ci riferiamo prevalentemente, e che l’Aif rappresenta validamente, è «l’esperto di apprendimento degli adulti che lavorano nelle organizzazioni». Popolazione oggi allo stesso tempo «consistente» ed «emergente», protagonista di una delle più interessanti esperienze nell’intero mondo dell’education. Consistente perché c’è già una solida professionalità fatta di sistemi multidisciplinari, di conoscenze, di metodologie e strumenti, d’identità professionale positivamente vissuta, di funzione e ruolo diffusamente riconosciuti come determinanti nel mondo del lavoro. Emergente perché il suo sviluppo continua ad essere rapido e già presenta nuove sfide: basti pensare da una parte alla crucialità dell’aggiornamento permanente nelle ricche società moderne caratterizzate da rapidissimo livello di cambiamento e dall’altra alla crucialità che l’istruzione, anche degli adulti, avrà nella soluzione di problemi quali il progresso dei paesi oggi meno economicamente progrediti, l’approccio alla gestione delle grandi migrazioni internazionali, la conversione professionale e culturale di gruppi sociali…
Sezione 1. Le competenze della formazione
Sezione 2. Metodi, strumenti e buone pratiche