Etica dello sviluppo organizzativo e senso del lavoro.

Erica Rizziato

Etica dello sviluppo organizzativo e senso del lavoro.

Verso la definizione di un approccio europeo

Il libro racconta un progetto di ricerca volto a identificare approcci efficaci allo sviluppo organizzativo, che favorisca processi etici di sviluppo socioeconomico, in sintonia con la cultura europea. Il progetto ha coinvolto figure significative per lo svolgersi delle fasi previste, ispirandosi alla metodologia della ricerca azione. Particolarmente prezioso è stato il contributo di Francesco Novara, esperto internazionale di ergonomia delle organizzazioni e pioniere della psicologia del lavoro in Italia.

Edizione a stampa

32,00

Pagine: 320

ISBN: 9788856810967

Edizione: 1a ristampa 2021, 1a edizione 2010

Codice editore: 365.712

Disponibilità: Discreta

Pagine: 320

ISBN: 9788856820614

Edizione:1a edizione 2010

Codice editore: 365.712

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Il libro racconta un progetto di ricerca, avviato nel 2001 nell'ambito dell'Istituto Ceris CNR, volto ad identificare approcci efficaci allo sviluppo organizzativo che favorisca processi etici di sviluppo socio-economico, in sintonia con la cultura europea. Il progetto si è svolto in modo esplorativo, coinvolgendo a mano a mano figure significative per lo svolgersi delle fasi previste, ispirandosi alla metodologia della ricerca azione. Particolarmente prezioso è stato fin dall'inizio il contributo di Francesco Novara, esperto internazionale di ergonomia delle organizzazioni e pioniere della psicologia del lavoro in Italia.
L'approccio elaborato si è ispirato alle esperienze di Adriano Olivetti in Italia e di B.C.J. Lievegoed in Olanda e muove dalla visione dell'uomo e dell'organizzazione come due realtà in continua evoluzione sinergica, dove l'individuo diventa elemento integratore dell'organizzazione e non una delle variabili da trasformare.
Il principio guida dello sviluppo sarà il miglioramento delle esigenze del cliente, scopo dell'esistenza dell'organizzazione. Lo sviluppo avverrà in modo sperimentale e si creeranno delle comunità a vari livelli caratterizzate dal fatto che gli individui acquisiranno consapevolezza per il proprio sviluppo del valore dell'appartenere ad un gruppo di lavoro e dell'utilità sociale dell'azione collettiva; essi lavoreranno secondo una visione di leadership orizzontale, trasversale alle funzioni. Si potranno così generare forme di sviluppo rendendo gli individui attori del cambiamento delle organizzazioni che contribuiscono quotidianamente a creare. In tal senso si ritiene di poter lavorare concretamente nella direzione di un'etica dello sviluppo organizzativo.

Erica Rizziato, ha lavorato presso la società informatica delle camere di commercio, Cerved s.p.a. nell'ambito del controllo qualità e presso i Consorzi Universitari Padova Ricerche e Roma Ricerche in progetti europei di innovazione per le imprese. Si è occupata di formazione e di consulenza di sviluppo organizzativo in varie strutture pubbliche, private e no profit. Ha lavorato presso il CNR in progetti di innovazione e trasferimento tecnologico. Dal 2001 svolge attività di ricerca presso l'Istituto del CNR Ceris (Centro di ricerca per l'impresa e lo sviluppo) su metodologie innovative di sviluppo organizzativo e locale.



Secondo Rolfo, Sergio Trevisanato, Presentazioni
Introduzione e articolazione del progetto
Fase preliminare. Analisi su aspetti irrisolti dei programmi di cambiamento organizzativo e ricognizione delle best practices europee
(Premessa; Ricognizione e investigazione a livello internazionale; Il contributo di Francesco Novara; Considerazioni di sintesi della fase preliminare)
Prima fase. Analisi dell'approccio al cambiamento di Adriano Olivetti, di B.C.J. Lievegoed e confronti
(Premessa; Analisi dell'esperienza di Adriano Olivetti e riflessione metodologica; Approfondimento dell'approccio promosso da B.C.J. Lievegoed tramite la Fondazione olandese NPI e confronti con l'esperienza olivettiana)
Seconda fase. Elaborazione di un nuovo approccio metodologico di sviluppo organizzativo e proposta a un pubblico di responsabili di organizzazioni in un convegno internazionale al CNR
(Elaborazione di un nuovo approccio metodologico di sviluppo organizzativo per la creazione di comunità lavorative; Proposta dell'approccio metodologico elaborato un pubblico di responsabili di organizzazioni: il convegno internazionale al CNR)
Terza fase. Costituzione di un gruppo di sperimentazione dell'approccio elaborato nel progetto
Conclusioni
Bibliografia.

Contributi: Francesco Novara, Secondo Rolfo, Sergio Trevisanato

Collana: Economia - Ricerche

Argomenti: Economia del lavoro

Livello: Studi, ricerche

Potrebbero interessarti anche