I media siamo noi

Vanni Codeluppi

I media siamo noi

La società trasformata dai mezzi di comunicazione

Se i media rivestono un ruolo centrale all’interno delle attuali società ipermoderne è grazie al fatto che sono simili a noi. Addirittura, i media “siamo noi”. Questo libro ci propone una riflessione lucida e originale su come agiscono i media e sui loro principali effetti nella società.

Printed Edition

15.00

Pages: 96

ISBN: 9788835146971

Edition: 2a edizione, nuova edizione 2023

Publisher code: 246.6.1

Availability: Limitata

"Se i media rivestono un ruolo centrale all'interno delle attuali società ipermoderne, è grazie al fatto che sono simili a noi. Addirittura, i media "siamo noi" (...). Ne deriva che mettersi in relazione con i media è diventata una delle attività più importanti e che si attribuiscono al mondo sociale dei significati che sono largamente influenzati dalle attività svolte mediante gli strumenti elettronici di comunicazione. La realtà viene cioè conosciuta soprattutto attraverso le rappresentazioni che ne danno i media, i quali dunque collaborano attivamente ai processi di costruzione e rielaborazione delle culture sociali che si svolgono quotidianamente. Questo non significa che le rappresentazioni fornite dai media debbano essere considerate ciò che è più significativo nella vita delle persone, ma tali rappresentazioni sono comunque importanti e accrescono ogni giorno la loro rilevanza all'interno della società". Dalla Premessa alla nuova edizione

Il volume intende ripercorrere le trasformazioni che i media, intesi come mezzi di comunicazione, hanno positivamente o negativamente provocato nella società e soprattutto nell'individuo, che ora si trova immerso in una società ipermoderna in cui i media sono ubiqui, coprono (o invadono) cioè tutti gli spazi della vita quotidiana.
I media hanno dato vita negli ultimi anni ad un vasto spazio immateriale che affianca quello fisico e nel quale le persone passano una quantità crescente del loro tempo; hanno cioè invaso tutti gli ambiti della vita quotidiana e immerso gli individui in un ambiente fortemente "mediatizzato". Essi stanno trasformando profondamente la nostra cultura sociale e il nostro modo di pensare e vivere la realtà: portano vicino a noi qualcosa che accade lontano; modificano le nostre dimensioni spazio-temporali; ci promettono di moltiplicare e potenziare le nostre relazioni sociali, che tuttavia tendono progressivamente a indebolirsi. Stanno smettendo di svolgere la loro tradizionale funzione di mediazione tra gli individui per diventare protagonisti della società: attori potenti con cui occorre confrontarsi.
Questo libro, uscito nella sua prima edizione nel 2014 e oggi riproposto con una nuova veste grafica, una nuova Premessa e una Bibliografia aggiornata, ci offre una riflessione lucida e originale su come agiscono i media e sui loro principali effetti nella società.

Vanni Codeluppi, insegna Sociologia dei media all'Università IULM di Milano. Negli ultimi anni, per i nostri tipi, ha pubblicato Dizionario dei media (2020) e Umberto Eco e i media (2021) e ha curato i volumi Fellini e la pubblicità (2020), Chanel (2021) e Pasolini e i media (2022). Recentemente ha pubblicato anche Jean Baudrillard (2020), Leggere la pubblicità (2021), Vetrinizzazione (2021) e Mondo digitale (2022).

Premessa alla nuova edizione
Introduzione ai media
(Breve storia dei media; Come agiscono i media; Il potere dei media nella società)
Il mondo a portata di mano
(La telepresenza; Lo spettatore come schermo; La paura del mondo a portata di mano)
Lo spazio e il tempo dei media
(I media come mondo; Dal tempo lineare al tempo istantaneo e fluido; Media e nostalgia)
L'indebolimento del sociale
(Farsi vedere negli schermi; La confessione digitale; Verso un capitale sociale "virtuale")
Lavorare per il capitalismo digitale
(Agli ordini del computer; Il nuovo ruolo della marca; L'utente come merce)
Riferimenti bibliografici.

You could also be interested in