Progettazione culturale.

Monica Amari

Progettazione culturale.

Metodologia e strumenti di cultural planning

Questo testo intende offrire un supporto metodologico alla programmazione culturale introducendo e adattando a questo ambito il Project Cycle Managament, un metodo diffuso presso le organizzazioni internazionali (Unione Europea, Banca mondiale, agenzie ONU) per realizzare progetti di sviluppo e cooperazione.

Edizione a stampa

22,50

Pagine: 208

ISBN: 9788846472861

Edizione: 3a ristampa 2012, 1a edizione 2006

Codice editore: 100.583

Disponibilità: Fuori catalogo, disponibile nuova edizione

Pagine: 208

ISBN: 9788891730008

Edizione:1a edizione 2006

Codice editore: 100.583

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Pagine: 208

ISBN: 9788891730015

Edizione:1a edizione 2006

Codice editore: 100.583

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: ePub con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Il Trattato di Maastricht (1992) e la Carta dei diritti fondamentali dell'unione Europea (2004) hanno sancito l'importanza di favorire e potenziare le dinamiche culturali e lo sviluppo del patrimonio culturale come base per l'identità e l'unione dei popoli europei. In questo scenario la progettazione culturale sta iniziando e delinearsi come una disciplina autonoma (cultural planning), il cui fondamento è l'agire in una prospettiva di multidisciplinarietà: quadri normativi, saperi e capacità si intrecciano con processi amministrativi, economici, sociali di pianificazione territoriale e di marketing.
Questo testo, considerando il Codice dei beni cultuali e del paesaggio lo sfondo di riferimento giuridico, intende offrire un supporto metodologico alla programmazione culturale introducendo e adattando a questo ambito il Project Cycle Managament, un metodo diffuso presso le organizzazioni internazionali (Unione Europea, Banca mondiale, agenzie ONU) per realizzare progetti di sviluppo e cooperazione.
Si propone anche di contribuire a delineare una nuova figura professionale: il progettista culturale, che operando nell'ambito strategico della governance del territorio, abbia le competenze di offrire agli attori (pubblici o privati) criteri, metodi, procedure che aprano nuove possibilità di incontro e di interconnessioni costruttive tra i sistemi (culturale, turistico, sociale, economico e della formazione).
Nella prima parte del libro la progettazione culturale viene analizzata e definita come momento operativo della programmazione culturale, inserita a sua volta all'interno del più ampio e generale scenario delle politiche culturali. In relazione alla attività di progettazione culturale vengono descritti l'oggetto (il patrimonio culturale); lo spazio di azione (il territorio); gli attori (le persone giuridiche pubbliche e private).
Nella seconda vengono considerati i sei tipi di azione (tutela, conservazione, valorizzazione, gestione, promozione, fruizione) all'interno delle quali può essere ideata e realizzata un'attività di progettazione culturale. Quindi, assumendo come riferimento il Project Cycle Management (PCM), viene proposto come modello guida il ciclo di progetto, mediante cui, la progettazione culturale si fa prassi.
Il libro si chiude con un'ipotesi che vorrebbe diventare una proposta: che in futuro si possa riuscire a valutare l'impatto della progettazione culturale, al fine di quantificare il livello di incremento del benessere sociale generale: obiettivo a cui dovrebbero tendere tutte le scelte politiche, non solo quelle attinenti la politica culturale.

Monica Amari opera nell'ambito della progettazione culturale, alternando attività di ricerca, di formazione e di docenza. Nel 1997 ha pubblicato per FrancoAngeli, I Musei delle aziende: la cultura della tecnica tra arte e storia, 2a ed. 2001; per Electa nel 1998 Guida del turismo industriale. È presidente dell'Associazione AR.ME.S Arte, Media Scienza; www.ames-mi.it.


Parte I. Il contesto della progettazione culturale
La progettazione culturale
(Una definizione di progettazione culturale; Le politiche culturali: un componente delle politiche pubbliche; Le politiche pubbliche come scelte politiche di fondo e la programmazione culturale come scelta politica articolata; La programmazione negoziata: uno strumento per la formulazione e l'attivazione delle politiche culturali; La progettazione culturale e le politiche di sviluppo locale)
L'oggetto della progettazione culturale
(Il concetto di contesto; Il patrimonio culturale; L'oggetto delle azioni della progettazione culturale)
Il territorio della progettazione culturale
(La gestione del territorio; Il distretto culturale; Lo sviluppo sostenibile in relazione al patrimonio culturale; Il distretto culturale come sfondo dei sistemi turistici locali)
Gli attori della progettazione culturale
(Il network culturale; Obiettivi degli attori della rete culturale; I soggetti di progettazione culturale; Persone giuridiche pubbliche di riferimento per la progettazione culturale; Persone giuridiche private di riferimento per la progettazione culturale)
Parte II. La gestione del ciclo di progetto
Le azioni della progettazione culturale
(La progettazione culturale: le azioni di intervento sul patrimonio culturale; Le sei azioni della progettazione culturale)
Il ciclo di progetto
(Il progetto come ciclo e la sua gestione; Le sei fasi della gestione del ciclo di progetto)
La valutazione di impatto ambientale/sociale della progettazione culturale
(Una proposta)
Allegato - Biografia di un progetto
Appendici
(Programmazione negoziata; Persone giuridiche private; Alle origini del Codice dei beni culturali e del paesaggio)
Glossario
Bibliografia.

Potrebbero interessarti anche