Ferite invisibili. Il mal-trattamento psicologico nella relazione tra caregiver e anziano
Autori e curatori
Contributi
Franca Carminati, Don Roberto Davanzo, Giovanna Perucci, Antonella Sangarè, Patrizia Taccani, Donatella Zenobio
Livello
Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 256,   1a ristampa 2011,    1a edizione  2011   (Codice editore 1130.285)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 32.00
Disponibilità: Limitata




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856835281
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 22.50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856843361
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
I risultati di una ricerca che ha indagato la presenza e le caratteristiche di forme di maltrattamento psicologico nell’ambito della relazione di cura dell’anziano in famiglia. Il primo lavoro nazionale che per obiettivi e metodologia affronta questo tema, mettendone in evidenza i motivi scatenanti, gli episodi, gli aspetti di circolarità (maltrattamento reciproco), il livello di consapevolezza.
Utili Link
Gazzeta d'Alba Un peso scaricato tutto sulle famiglie (di Matteo Viberti)… Vedi...
Presentazione del volume

Che cosa porta un figlio, un coniuge a “non sopportare” più il proprio genitore o coniuge non autosufficiente, tanto da arrivare ad aggredirlo verbalmente? E che cosa porta un anziano non autosufficiente ad avere atteggiamenti indisponenti e squalificanti nei confronti del familiare che lo assiste?
Con questa indagine si è voluto rilevare che cosa accade nelle relazioni di cura che coinvolgono un anziano non autosufficiente, per cercare di comprendere quali siano le dinamiche che sottostanno ai comportamenti maltrattanti sul piano psicologico. In particolare, si è potuto verificare quanto lo stress connesso al lavoro di cura – ma anche la forte dipendenza reciproca tra curato e curante – possano provocare difficoltà di comunicazione, sentimenti di incomprensione sino ad atteggiamenti inadeguati a livello relazionale, psicologico ed etico. Si tratta di un’indagine coraggiosa per la delicatezza e la scabrosità del tema. È sempre difficile, infatti, affrontare i sentimenti negativi intensi, soprattutto quando si presentano in contesti come quello della cura e della famiglia.
La ricerca, effettuata attraverso interviste a caregiver familiari di anziani lucidi sotto il profilo mentale e di anziani affetti da demenza, mostra il profondo travaglio degli intervistati, divisi tra il desiderio, sempre presente, di curare, amare ed essere amati, e lo stress che porta a reagire o l’esasperazione che non può essere trattenuta. Emerge inoltre, nelle parole dei caregiver di anziani lucidi, un vecchio che fatica ad accettare la vecchiaia, la disabilità, la dipendenza e come tale fatica possa essere riversata aggressivamente sul caregiver. La ricerca evidenzia anche come, alla consapevolezza delle difficoltà di relazione, si affianchi la capacità di vedere aspetti positivi del curare.

Caritas Ambrosiana con la ricerca qualitativa dal titolo Lavoro di cura familiare con anziani fragili: rischio di stress per il caregiver e conseguenze problematiche nella relazione, si è prefissa due importanti finalità: promuovere la visibilità dei molteplici e complessi fattori insiti nel lavoro di cura e di quanto vive e sente il caregiver, e di sperimentare, successivamente, precoci e mirati interventi di prevenzione del disagio nonché individuare soluzioni di aiuto/sostegno per coloro che svolgono il lavoro di cura.

La Caritas Ambrosiana è l’organismo pastorale della Diocesi di Milano nato al fine di promuovere la testimonianza della carità della comunità cristiana in forme consone ai tempi e ai bisogni, in vista dello sviluppo integrale dell’uomo, della giustizia sociale e della pace, con particolare attenzione agli ultimi e con prevalente funzione pedagogica.

Indice

Franca Carminati, Introduzione
Patrizia Taccani, Premessa
Antonella Sangarè, I soggetti
(Gli anziani; I caregiver)
Giovanna Perucci, I caregiver. Legami che legano
(La presa in carico, Il vissuto dell’anziano nelle parole del caregiver; Lo sguardo sulla cura; Gli altri sulla scena; Immagini dal profondo: il test del paesaggio)
Patrizia Taccani, Caregiver-anziano: storia di una relazione
(Passato remoto; Passato prossimo; L’oggi)
Donatella Zenobio, Giovanna Perucci, Difficoltà della cura e mal-trattamenti psicologico
(Donatella Zenobio, Quando il caregiver mal-tratta; Giovanna Perucci, Quando l’anziano mal-tratta)
Patrizia Taccani, Positività nella cura
(L’accompagnamento nella vecchiaia: ambivalenze; Spiragli nel buio; Voci di coniugi)
Donatella Zenobio, Giovanna Perucci, Patrizia Taccani, Pensare il domani
(Donatella Zenobio, Il futuro; Giovanna Perucci, Desideri; Patrizia Taccani, Quali richieste di sostegno e di sollievo?)
Giovanna Perucci, Antonella Sangarè, Patrizia Taccani, Donatella Zenobio, Conclusioni
don Roberto Davanzo, Proposte culturali e operative
Riferimento bibliografici
Gli autori