Crisi sociale e disagio educativo. Spunti di ricerca pedagogica
Autori e curatori
Contributi
Alessandro Ferrante, Giorgio Prada, Jole Orsenigo, Daniele Sartori
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 240,   5a ristampa 2018,    1a edizione  2012   (Codice editore 940.8)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 31,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856849974

In breve
Una prospettiva pedagogica e alcune attenzioni metodologiche a partire da cui poter individuare le condizioni che rendano possibile rinnovare il senso delle esperienze educative in contesti come la scuola e i servizi o nell’ambito dei più diversi progetti territoriali. Un testo per quanti lavorano, da professionisti, nel mondo dell’educazione o si stanno formando per potervi entrare.
Presentazione del volume

Cosa si intende per "disagio educativo"? Quale rapporto esiste tra il disagio educativo e la crisi sociale in cui siamo immersi ormai da qualche tempo? Cosa significa, oggi, proporre delle esperienze educative? Come si ridefiniscono, oggi, limiti e possibilità del lavoro educativo?
Sono alcune delle domande che hanno innervato la scrittura di questo testo, che, intorno a esse, avvia dei percorsi di riflessione pedagogica. Il volume propone una lettura del disagio come condizione socialmente generata e appresa nella quotidianità delle interazioni, delle abitudini, delle situazioni materiali e concrete in cui ciascun individuo si trova a vivere. Si addentra in alcuni dei luoghi in cui il disagio educativo sembra oggi prendere forma, cercando di seguirne la generazione, di approfondirne le dinamiche, di mostrarne gli effetti. Segue così la collocazione del disagio nell'esistenza individuale, nel patto educativo tra generazioni; esplicita la sua parentela con la tecnica e la mentalità a essa sottesa, le conseguenze di tutto ciò sul legame sociale, e, più in generale, sulla quotidianità che tutti noi viviamo. Propone, senza falso ottimismo e con spirito critico, una prospettiva pedagogica e alcune attenzioni metodologiche a partire da cui poter individuare le condizioni che, attualmente, rendano o meno possibile rinnovare e alimentare il senso delle esperienze educative vissute in contesti istituzionali come la scuola e i servizi o nell'ambito dei più diversi progetti territoriali.
Per questi motivi, cercando di aprire spunti di ricerca, si rivolge a quanti lavorano, da professionisti, nel mondo dell'educazione e a quanti si stanno formando per potervi entrare.

Cristina Palmieri è ricercatrice di Pedagogia generale e sociale presso il Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione "Riccardo Massa" dell'Università degli Studi di Milano Bicocca, dove insegna Consulenza nel disagio educativo: teorie e pratiche e Didattica. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo Non di sola relazione. Per una cura del processo educativo (Milano, 2008, con G. Prada) e, con questa casa editrice, La cura educativa. Riflessioni ed esperienze tra le pieghe dell'educare (2000) e Un'esperienza di cui aver cura. Appunti pedagogici sul fare educazione (2011).

Indice


Cristina Palmieri, Introduzione
Cristina Palmieri, Dal disagio al disagio educativo. Prospettive di ricerca per uno sguardo pedagogico
(Premessa; Quell'oscuro oggetto del disagio; Il disagio come oggetto di uno sguardo pedagogico; Bibliografia)
Fenomenologia del disagio
Cristina Palmieri, Premessa
Jole Orsenigo, Disagio ed esistenza
(Vivere; Quando la vita sfugge...; Esistenza e angoscia; Benessere, salute, felicità sono davvero diritti?; Si può curare il disagio?; Si può?; Il nichilismo; Faccia a faccia con il nulla; È possibile andare oltre il nichilismo?; Bibliografia)
Cristina Palmieri, Disagio e patto intergenerazionale
(Un disagio giovanile?; Un mondo a disagio; Disagio e patto tra generazioni; Bibliografia)
Alessandro Ferrante, Disagio e tecnica
(Tecnica e vita quotidiana; La questione della tecnica e il disagio; L'ambivalenza della tecnica; Bibliografia)
Giorgio Prada, Disagio e relazione
(Another brick in the wall?; Quando si pattina sul ghiaccio; Ma in che mondo viviamo?; Un vuoto di relazione; Un tempo...; Ti desidero!; Tornare a "sentire" il prossimo?; Un nuovo dispositivo sociale?; A che scopo se muore il sociale?; Quanti contatti hai?; Killer Education!; Bibliografia)
Cristina Palmieri, Disagio e quotidianità
(Abitare il mondo, oggi; Una particolare quotidianità; La questione del limite: educazione in scacco?; Bibliografia)
Spunti per il lavoro pedagogico nel disagio educativo
Cristina Palmieri, Premessa
Cristina Palmieri, Ripartire dall'esperienza educativa
(La questione dell'esperienza, tra educazione diffusa ed educazione intenzionale; L'esperienza educativa "intenzionale"; Costruire l'esperienza educativa: alcune attenzioni metodologiche; Bibliografia)
Daniele Sartori, Consulenza pedagogica e disagio educativo
(La consulenza pedagogica; Gli approcci riflessivi; Gli approcci socio-materialisti; Riccardo Massa: l'educazione come dispositivo; Bibliografia)
Gli Autori.