Orientamento formativo e Progetto di Vita. Narrazione e itinerari didattico-educativi
Autori e curatori
Contributi
Patrizia Gaspari, Lucia de Anna, Marzia Mazzer, Mirca Montanari, Francesca Salis, Ilaria Tatulli, Daniele Altieri, Gabriella Marini, Antioco Luigi Zurru
Livello
Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 156,      1a edizione  2018   (Codice editore 347.8)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19,00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891768285

In breve
Obiettivo del volume è definire il concetto di orientamento formativo e la sua pregnanza nella costruzione di un autentico Progetto di Vita, con particolare riferimento alla condizione della persona in situazione di disabilità. La trattazione si articola attraverso l’integrazione della riflessione teorica e della narrazione di storie significative dal punto di vista pedagogico e didattico, le quali possono assumere il valore di “buone prassi”, sia nell’ambito scolastico sia in quello extrascolastico, per la formazione degli insegnanti e degli educatori.
Presentazione del volume

Il volume esplora e definisce il concetto di orientamento formativo e la sua pregnanza nella costruzione di un autentico Progetto di Vita. Con particolare riferimento alla condizione della persona in situazione di disabilità, tale disamina si articola attraverso l'integrazione della riflessione teorica e della narrazione di storie significative dal punto di vista pedagogico e didattico, le quali possono assumere il valore di "buone prassi", sia nell'ambito scolastico sia in quello extrascolastico, per la formazione degli insegnanti e degli educatori.
Gli elementi di carattere teorico, con i quali si apre la prima parte della trattazione, permettono di esplicitare i significati dell'accompagnamento e dell'orientamento formativo e di intendere la narrazione come strumento metodologicamente rilevante nella realizzazione dei percorsi didattici e nella formazione delle professionalità educative.
Attraverso itinerari formativi volti alla strutturazione di percorsi orientanti, le storie narrate consentono di cogliere l'ampiezza del repertorio metodologico-didattico di volta in volta utilizzato per rispondere alla specificità delle differenti condizioni esistenziali e di apprendimento.

Antonello Mura è professore di Pedagogia Speciale presso l'Università di Cagliari, dove dirige il Corso di Specializzazione per le attività di sostegno agli alunni con disabilità. Per i nostri tipi, è codirettore della collana Diversità e inclusione e autore e curatore di numerosi volumi: Associazionismo familiare, handicap e didattica (2004); L'orientamento formativo (2005); Pedagogia Speciale oltre la scuola (2011); Pedagogia Speciale (2012); Identità, soggettività e disabilità (con A.L. Zurru, 2013); L'insegnante specializzato (con L. de Anna e P. Gaspari, 2015); Diversità e inclusione (2016). Nel 2017 ha pubblicato Handicap et processus d'inclusion. Questions conceptuelles du point de vue de la Pédagogie Spécialisée italienne (con A.L. Zurru, Éditions Universitaires Européennes).

Indice
Antonello Mura, Introduzione
Antonello Mura, Orientamento formativo, disabilità e prospettive di emancipazione
(Sviluppo umano e orientamento formativo; Orientare e formarsi tra famiglia, scuola e società; Didattica inclusiva e valorizzazione delle diversità; Divenire adulti: dal PEI al Progetto di Vita; Riferimenti bibliografici)
Patrizia Gaspari, Il ruolo della narrazione nella formazione dei professionisti della cura e dell'aiuto
(Introduzione; Pedagogia Speciale e narrazione; Narrazione e formazione nelle professioni d'aiuto; Conclusioni; Riferimenti bibliografici)
Lucia de Anna, Marzia Mazzer, La narrazione nel contesto scolastico inclusivo per la costruzione del Progetto di Vita
(La narrazione come percorso di insegnamento-apprendimento; Le favole: un esempio di progettazione didattica; Ti racconto una storia; Riferimenti bibliografici)
Mirca Montanari, La narrazione come strumento e metodo di lavoro dell'insegnante specializzato nella scuola inclusiva
(La scuola dell'infanzia come contesto narrativo e inclusivo; La narrazione come strumento di formazione per l'insegnante specializzato nella scuola dell'infanzia e primaria; Pratiche narrative e riflessioni sugli strumenti inclusivi scolastici; Riflessioni conclusive; Riferimenti bibliografici)
Francesca Salis, Storie di vita, percorsi di inclusione. Il contributo della narrazione
(Scenari, intrecci, trame e sinergie; Narrar-si per conoscersi e ri-conoscere la diversità e la disabilità; Percorsi di vita. La diversità si racconta; Ricomposizione di storie: narrazioni che orientano; Riferimenti bibliografici)
Ilaria Tatulli, Il viaggio di Federico, "piccoli passi" verso la realizzazione del Progetto di Vita
(Federico e la sua valigia: diagnosi severe e potenzialità; Compagni di viaggio, mappe, bussole e mete lontane; Comunicare, condividere e partecipare: orientare al Progetto di Vita; Nuovi incontri, brevi soste e mete inaspettate; Riferimenti bibliografici)
Daniele Altieri, Una storia educativa. Apprendere attraverso l'esperienza
(Il senso della narrazione; Quale itinerario educativo?; Il "Laboratorio Corrispondenza": apprendere dall'esperienza; Riflessioni educative e didattiche; Riferimenti bibliografici)
Ilaria Tatulli, Gabriella Marini, Conoscere se stessi e comunicare: un'esperienza di accompagnamento alla vita adulta
(La relazione d'aiuto nell'intervento educativo domiciliare; Costruire insieme il progetto educativo: le risorse umane e il territorio; Dal progetto educativo al Progetto di Vita: i limiti comunicativi e le opportunità multimediali; Mantenere i contatti; Riferimenti bibliografici)
Antioco Luigi Zurru, Orientamento e formazione: le pratiche didattiche degli insegnanti
(Didattica e orientamento: quale cornice?; Sfide dell'apprendimento e consapevolezze didattiche; Insegnanti e storie di integrazione scolastica; Competenza e consapevolezza didattico-metodologica nei processi di insegnamento-apprendimento; Riferimenti bibliografici)
Gli autori.