Architetture in cemento armato. Orientamenti per la conservazione
Autori e curatori
Contributi
Francesca Albani, Raffaele Amore, Aldo Aveta, Carla Bartolozzi, Giovanni Battisti, Calogero Bellanca, Alessia Bellone, Michela Benente, Bruno Billeci, Carlo Blasi, Domenico Bono, Maurizio Boriani, Greta Bruschi, Antonella Cangelosi, Saverio Carillo, Maddalena Carsana, Stella Casiello, Federica B. Cavalleri, Cristiana Chiorino, Eva Coisson, Cristina Coscia, Lino Credali, Rocco Curto, Isabella Daga, Maurizio De Vita, Chiara Devoti, Carolina Di Biase, Roberto Doglione, Andrea Donadello, Paolo Faccio, Monica Fantone, Andrea Feo, Elena Fregonara, Damiano Fulgione, Alessandra Gallo-Orsi, Matteo Gastaldi, Luisa Giacomelli, Mariacristina Giambruno, Silvia Gron, Aulo Guagnini, Luigi Guerriero, Laura Guidolin, Tatiana Kirilova Kirova, Francesca Lupo, Giulia Maccarone, Bernardino Macchiorlatti-Vignat, Giuseppe Mancini, Elena Marchis, Vittorio Marchis, Bianca Gioia Marino, Fabio Maroldi, Alice Matteini, Manuela Mattone, Maurizio Milan, Luciano Maria Monaco, Guido Montanari, Emanuele Morezzi, Monica Naretto, Riccardo Nelva, Francesco Novelli, Chiara Occelli, Simonetta Pagliolico, Pietro Pedeferri, Gianfranco Pertot, Pasquale Petillo, Renata Picone, Giuseppe Pistone, Marco Pretelli, Giuseppina Pugliano, Luigi Pugliese, Luciano Re, Elena Redaelli, Graziella Roccella, Emanuele Romeo, Luigi Rondinella, Pascal Roveyaz, Valentina Russo, Paola Scaramuzza, Giuseppe Scaturro, Vincenzo Sepe, Arianna Spinosa, Marco Trisciuoglio, Jean-Marc Tulliani, Gianluca Ussia, Silvia Valmaggi, Roberto Vancetti, Eugenio Vassallo, Emanuela Vassallo, Elena Vigliocco, Barbara Vinardi, Maria Grazia Vinardi, Gianluca Vitagliano, Maria Rosaria Vitale
Livello
Saggi, scenari, interventi. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 576,      1a edizione  2008   (Codice editore 491.3.3)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 50,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846498861

In breve
Una riflessione sulle implicazioni che associano i termini “conservazione” e “sicurezza” nell’ambito delle architetture in cemento armato, affermando come condizione ineludibile la preservazione della loro identità. I saggi presentati puntualizzano questioni che appartengono a settori specifici, come quello della progettazione strutturale, e questioni che sono proprie dell’ambito della conservazione.
Utili Link
Costruire Recensione (di Michele Santoro)… Vedi...
Presentazione del volume

Vi è oggi la consapevolezza della necessità di convergenza dei diversi processi connessi alla salvaguardia degli edifici, siano essi storicizzati o appartenenti alla contemporaneità. Tra tali processi alcuni investono la messa a norma in relazione alla sicurezza strutturale e le esigenze di conservazione. In questo volume si propone una riflessione sulle implicazioni che associano i termini "conservazione" e "sicurezza" nell'ambito delle architetture contemporanee in cemento armato, affermando come condizione ineludibile la preservazione della loro identità. Ci si interroga sugli strumenti che influenzano il destino di un'opera, nell'ottica del mantenimento della sua connotazione materiale e culturale.
I saggi qui presentati sono redatti da diverse competenze nell'ambito della tutela del patrimonio con la chiara intenzione di affermare la necessità della loro convergenza verso la causa della conservazione. Si puntualizzano questioni che appartengono a settori specifici, come quello, ad esempio, della progettazione strutturale e questioni che sono proprie dell'ambito della conservazione.

Rosalba Ientile, architetto, è professore ordinario di Restauro presso la seconda Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino. Svolge attività di ricerca nel settore della conservazione dei beni architettonici, con particolare attenzione al consolidamento degli edifici storici e contemporanei, volto alla sicurezza della fabbrica nel pieno rispetto della sua identità. Su questi temi è autrice di numerosi saggi e monografie.

Indice


Rosalba Ientile, Premessa
Rocco Curto, Valorizzare l'architettura contemporanea: riflessioni
Raffaele Amore, Luciano Maria Monaco, Questioni normative e conservazione delle strutture in c.a.
Aldo Aveta, Degrado e/o valore di antichità delle architetture in c.a.: l'approccio metodologico
Carla Bartolozzi, Ex "Caserma Beleno" a Venaria Reale (To): un bene da conservare e valorizzare
Calogero Bellanca, L'architettura del Novecento, il cemento armato, i restauri e l'autenticità
Alessia Bellone, Il c.a. nel restauro archeologico: alcuni interventi in Spagna
Michela Benente, Conservazione delle "architetture del nuovo" tra autenticità e integrità
Carlo Blasi, Eva Coïsson, Il cemento armato, questo sconosciuto
Domenico Bono, Roberto Doglione, Bernardino Macchiorlatti-Vignat, Simonetta Pagliolico, Giuseppe Pistone, Jean-Marc Tulliani, Analisi dello stato degradativo corticale dell'edificio LL.PP. del Comune di Torino sito in piazza San Giovanni
Domenico Bono, Roberto Doglione, Bernardino Macchiorlatti-Vignat, Simonetta Pagliolico, Giuseppe Pistone, Jean-Marc Tulliani, Intervento di manutenzione straordinaria dell'edificio LL.PP. del Comune di Torino sito in piazza San Giovanni
Maurizio Boriani, Federica B. Cavalleri, Mariacristina Giambruno, Il "Restauro del Moderno" tra approccio teorico e conservazione materica delle fabbriche. Conservazione e "vita residua" delle opere in calcestruzzo: alcune riflessioni
Greta Bruschi, Paola Scaramuzza, Materiali cementizi in ambiente lagunare veneziano: linee guida di una sperimentazione volta alla valutazione dello stato di conservazione del materiale
Antonella Cangelosi, Giuseppe Scaturro, Le ricostruzioni post-belliche delle cupole dell'Olivella e di Casa Professa a Palermo 1943-1954
Saverio Carillo, Vincenzo Sepe, Pasquale Petillo, L'ampliamento con struttura in c.a. del Santuario di Pompei (1933-1939): una tecnologia moderna a servizio dell'identità storica di un luogo sacro
Maddalena Carsana, Pietro Pedeferri, Elena Redaelli, Degrado precoce di architetture c.a. degli ultimi decenni
Stella Casiello, L'uso del cemento nel restauro e la conservazione delle opere in calcestruzzo armato: questioni di natura teorica, progettuale e metodologica
Cristiana Chiorino, Dinosauri dai piedi di argilla. Conservare l'eredità dell'ingegneria strutturale di Torino
Cristina Coscia, Elena Fregonara, Il "ciclo del valore" nella conservazione degli edifici storici
Lino Credali, Gianluca Ussia, Betontex: il sistema completo per il rinforzo con FRP di strutture edili in calcestruzzo e muratura
Maurizio De Vita, Considerazioni sul "restauro del moderno". Il caso dell'ex Mercato dei Fiori di Pescia
Chiara Devoti, Cemento armato e sanità: i nuovi Ospedali Mauriziani di Aosta e Valenza
Carolina Di Biase, Inconvenienti, difetti, patologia, deterioramento. Per una storia del degrado del calcestruzzo e calcestruzzo armato nelle costruzioni del Novecento
Carolina De Biase, Francesca Albani, Laura Guidolin, Calcestruzzo, calcestruzzo armato, pietre artificiali: lessico del degrado
Paolo Faccio, Il calcestruzzo storico: conservazione o ripristino?
Monica Fantone, Le architetture di Camillo Dolza negli edifici dei bagni pubblici e delle scuole a Torino
Andrea Feo, Luigi Pugliese, Damiano Fulgione, Stima dei tempi di decadimento delle risorse strutturali di una infrastruttura civile di una rete ferroviaria al fine di una valutazione dei costi economici ed ambientali di esercizio
Alessandra Gallo-Orsi, Stazioni di rifornimento: una tipologia in estinzione
Matteo Gastaldi, Fabio Maroldi, Analisi preliminare per l'intervento conservativo di mitigazione del rischio sismico del Molino PA.N.U. a Nocera Umbra
Luisa Giacomelli, Snia Viscosa a Venaria Reale: un ex complesso industriale da rifunzionalizzare
Silvia Gron, Le rovine contemporanee: immagine-identità culturale delle architetture in cemento armato
Aulo Guagnini, La Pescheria "Nuova" di Trieste, 1913-2006
Luigi Guerriero, Luigi Rondinella, La copertura in calcestruzzo armato della basilica di Santa Chiara in Napoli
Rosalba Ientile, Architetture in cemento armato: l'approccio ingegneristico e le ragioni della conservazione
Tatiana Kirilova Kirova, I "palazzi del governo" nella Torino del Ventennio. Un patrimonio significativo nel panorama dell'architettura contemporanea
Francesca Lupo, L'architettura del Ventennio ad Aosta: le prime esperienze in cemento armato e i problemi della conservazione
Francesca Lupo, Pascal Roveyaz, Centrali idroelettriche in Valle d'Aosta negli anni del Regime: l'impiego del cemento armato tra ingegneria e architettura
Giulia Maccarrone, La catalogazione come procedura investigativa per la conservazione programmata dell'architettura moderna
Giuseppe Mancini, Progettare la vita utile delle strutture
Elena Marchis, Prime esperienze di utilizzo di calcestruzzo armato in Canavese negli anni venti del Novecento. Il campanile di Oglianico, un'esperienza in calcestruzzo armato modellato in forma neobarocca
Vittorio Marchis, Memorie di cemento industriale
Bianca Gioia Marino, Degrado e/o valore di antichità delle architetture. Ragioni e confini della conservazione delle opere in cemento armato
Manuela Mattone, L'architettura industriale in calcestruzzo armato dei primi anni del Novecento: i Docks Dora
Maurizio Milan, Eugenio Vassallo, Andrea Donadello, Progetto, realizzazione, durata e restauro della struttura in calcestruzzo armato della volta della Basilica palladiana di Vicenza
Guido Montanari, Le architetture in cemento armato come memoria della città industriale
Emanuele Morezzi, La Scuola materna di "Canton Vesco" ad Ivrea: il calcestruzzo armato come materiale per i servizi e la memoria collettiva dell'architettura
Monica Naretto, Il "Sistema Hennebique" e il "ciclo di vita" delle architetture in calcestruzzo armato: dai repertori della Società Porcheddu alle attuali permanenze materiali
Riccardo Nelva, Roberto Vancetti, Durabilità degli interventi di recupero di elementi di facciata in calcestruzzo: criteri di progetto, realizzazione e controllo
Francesco Novelli, Un edificio del Ventennio a Venaria reale: studi per la valorizzazione dell'ex Casa Littoria
Chiara Occelli, Architettura e cemento armato. Desiderio e realtà da E.E. Viollet-le-Duc a P.L. Nervi
Gianfranco Pertot, Un "castello d'acqua" nel castello di Luca Beltrami: i due serbatoi in cemento armato per l'acqua potabile nel territorio meridionale del castello di Milano (1904). Vicende costruttive e prospettive per la conservazione
Renata Picone, Conoscenza e conservazione di un'opera del moderno: il restauro dell'ex fabbrica Cirio a Napoli
Giuseppe Pistone, Giovanni Battisti, Adeguamento di un ponte in c.a. a carichi previsti per ponti di II categoria
Marco Pretelli, Isabella Daga, Alice Matteini, La pietra artificiale. Un patrimonio da salvaguardare
Giuseppina Pugliano, La conservazione delle architetture del Parco faunistico e del Parco dei divertimenti della Mostra d'Oltremare di Napoli
Luciano Re, Presenza e sopravvivenza del cemento armato nell'architettura moderna torinese
Graziella Roccella, Innovazione e conservazione nel risanamento strutturale del grattacielo Pirelli a Milano
Emanuele Romeo, Il c.a. nel restauro archeologico: dalla ricomposizione alla frammentazione
Valentina Russo, Capia: 1955: un ponte "romano" in cemento armato
Arianna Spinosa, Gianluca Vitagliano, Restauri con l'uso del cemento armato: problematiche di conservazione. Il caso della chiesa di San Michele Arcangelo a San Pietro Infine (Ce)
Marco Trisciuoglio, C'era una volta. Disattenzioni compositive e identità strutturale nel caso del Palavela di Torino
Silvia Valmaggi, Il campo sportivo di Torre Bonada in Cuneo: le ragioni della conservazione
Emanuela Vassallo, Il cemento armato nella ricostruzione postbellica dei ponti storici tra tradizione e modernità
Elena Vigliocco, Un progetto di conservazione alternativo: ritematizzare il genius loci
Barbara Vinardi, Le architetture di Vittorio Bonadè Bottino e Carlo Charbonnet nel villaggio operaio della RIV a Villar Perosa
Maria Grazia Vinardi, I consolidamenti in cemento armato del primo Novecento e la loro irreversibilità: il caso di Santa Maria di Castello ad Alessandria
Maria Rosaria Vitale, Bruno Billeci, Henri Deneux e la ricostruzione in c.a. della copertura della cattedrale di Reims, 1914-1938.





newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi