La terza via di Cicourel

Le radici della sociologia cognitiva tra fenomenologia sociologica ed etnometodologia

Autori e curatori
Contributi
Luigi Muzzetto
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 256,      1a edizione  2008   (Codice editore 1944.30)

La terza via di Cicourel. Le radici della sociologia cognitiva tra fenomenologia sociologica ed etnometodologia
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856803761

In breve

Il pensiero di Aaron V. Cicourel: la temperie culturale da cui sorge, le convergenze, i contatti, le differenze con le correnti sociologiche contigue. L’analisi sviluppa in particolare i temi metodologici della sociologia fenomenologica di Schütz e della prima etnometodologia di Garfinkel. L’evoluzione del pensiero di Cicourel pone al centro un tema fondamentale delle scienze sociali, quello del soggetto come costruttore del mondo sociale.

Presentazione del volume


Questo lavoro analizza il pensiero di Aaron V. Cicourel e tende a cogliere la temperie culturale da cui sorge, le convergenze, i contatti, le differenze con le correnti sociologiche contigue. L'analisi sviluppa in particolare i temi metodologici proposti dalla sociologia fenomenologica di Alfred Schütz e quelli della prima etnometodologia di Garfinkel.
La problematica fondamentale da cui inizia il percorso del pensiero di Cicourel, al di là della eterogeneità delle ottiche e degli argomenti di indagine trattati, riguarda lo sviluppo di una serie di tematiche relative al rapporto tra teoria ed empiria. Queste connessioni sono trattate in modo da porre in evidenza come il "filo rosso" che lega Cicourel a Schütz e Garfinkel, ma non solo, si è evoluto nel corso del tempo in un approccio autonomo che pone al centro un tema fondamentale delle scienze sociali, quello del soggetto come costruttore del mondo sociale. Cicourel così rivede in modo fortemente innovativo il nodo classico del rapporto individuo-società.

Riccardo Venturini è docente di sociologia presso l'Università degli Studi di Pisa. Si occupa degli sviluppi epistemologici in cui si articola la fenomenologia dell'azione e l'etnometodologia. Tra le sue pubblicazioni, Ortega y Gasset, la realtà radicale e il sociale, Edizioni Plus, Pisa, 2003; Da Schütz a Cicourel: teoria dell'attore e metodologia di ricerca, in Prospettive sul Mondo della Vita. Sociologia Fenomenologica ed Etnometodologia: Materiali per un Confronto (a cura di L. Muzzetto e S. Segre), FrancoAngeli, Milano, 2005; Strutture del mondo della vita e forme di vita. Le influenze del pensiero di Wittgenstein su Cicourel, in Wittgenstein e le scienze sociali. Il problema della soggettività, a cura di L. Muzzetto, Carocci, Roma (in corso di stampa).

Indice



Luigi Muzzetto, Prefazione
Introduzione
Il dibattito metodologico
(Paradigma normativo e paradigma interpretativo)
Assunzioni metodologiche e riflessività radicale
(Teorie della verità e conoscenza sociologica; Kaufmann e la metodologia: regole, comprensione, verità; La trasformazione metodologica di Harold Garfinkel; Teorie della verità e metodologia; Nagel: regole di corrispondenza e modelli interpretativi; Il Verstehen come modalità di esperienza originaria)
Lo sviluppo del modello di attore
(Intenzionalità e orizzonte delle conoscenze: tracce per lo sviluppo di una teoria della cultura; Il contesto dell'interpretazione: conoscenza tacita, forme di vita e giochi linguistici; La costruzione intersoggettiva dei significati: la categoria di base dell'esperienza; Il metodo documentario di interpretazione; Modello di attore e assunzione del ruolo: la costruzione intersoggettiva dell'oggettività e la teoria dell'attore; Assunzioni del mondo della vita quotidiana; La teoria delle province finite di significato e dei segni e dei simboli; Le regole procedurali; Il problema del soggetto e dei diversi livelli di significato)
Architettura cognitiva e riflessività radicale
(I nuclei tematici della riduzione metodologica; L'assunzione metodologica dell'alterità; Differenze tra atteggiamenti: province finite di senso e attribuzione di senso; Le prospettive spaziali e temporali dell'apprensione dell'altro)
Critiche alla metodologia
(Misurazione e scienze sociali; L'isomorfismo ideale e le sue conseguenze; Modello di attore e osservazione partecipante)
Bibliografia.