I disturbi psichici nella globalizzazione

Dalla crisi del campo familiare ai sistemi di cura per dipendenze, anoressie e distruttività

Autori e curatori
Contributi
Sara Bruni, Luigi Cabua
Collana
Livello
Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti
Dati
pp. 142,      1a edizione  2015   (Codice editore 1250.251)

I disturbi psichici nella globalizzazione. Dalla crisi del campo familiare ai sistemi di cura per dipendenze, anoressie e distruttività
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891711861
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 13,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891722287
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Con una costante attenzione al rapporto tra psicopatologia e cultura – anche grazie a una pluralità di riferimenti (da Bion a Pasolini e Gaber) – l’autore propone esperienze cliniche di sistemi di cura innovativi, volti a trasformare il dolore e l’autodistruttività, spesso trasmessi fra generazioni consciamente o inconsciamente, in una crescita e in un confronto fra gli “altri” provenienti da altre culture e “noi” occidentali.

Presentazione del volume

Questo testo, rivolto a studenti universitari, psicologi, psicoterapeuti, psicoanalisti, psichiatri, riflette sul rapporto fra la crisi dei contenitori del soggetto e i suoi disagi psichici: la crisi del campo familiare e la sfiducia nelle ideologie hanno favorito una massificazione della persona che assume in toto gli stati mentali di massa, che allontanano il "negativo" o le esperienze soggettive, per identificarsi in inautentico tutto "positivo". La rimozione del concetto di morte, grazie ad un'ipertrofia tecnoscientifica, lascia la persona incapace di sapere perché soffre o tuttalpiù la spinge a trovare "farmaci" da cui dipendere per difendersi dal dolore ritenuto inaffrontabile.
Le esperienze di gruppi di genitori, gruppi multifamiliari, gruppi équipe, gruppi allargati istituzionali (Large Group), sedute di gruppo monosintomatico per pazienti anoressico-bulimiche presenti nel testo danno conto di uno studio della crisi della famiglia. Con una costante attenzione al rapporto tra psicopatologia e cultura - anche grazie a una pluralità di riferimenti (da Bion a Pasolini e Gaber) - l'autore propone esperienze cliniche di sistemi di cura innovativi, volti a trasformare il dolore e l'autodistruttività, spesso trasmessi fra generazioni consciamente o inconsciamente, in una crescita e in un confronto fra gli "altri" provenienti da altre culture e "noi" occidentali.

Francesco Comelli, psichiatra, psicoanalista SPI, membro IPA, didatta dell'Istituto Italiano di Psicoanalisi di Gruppo (IIPG), svolge attività psichiatrica, psicoanalitica e psicoterapica individuale e di gruppo. È stato direttore della scuola IIPG di Milano e ha lavorato presso istituzioni e come consulente per la Riforma Psichiatrica per il Governo Greco. Docente di Etnopsicopatologia all'Università degli Studi "Carlo Bo" di Urbino, è attualmente direttore scientifico dell'ABA (Associazione Studio e Ricerca Anoressia e Bulimia).

Indice

Introduzione
Democrazia psichica. Contenitori culturali, menti sociali e uomo massa: relazioni con la clinica nella contemporaneità. Il fascino del male
(Contenitori culturali e relazioni con la clinica nella contemporaneità; Colpa del dolore fra gruppi sociali e famiglia: orientamenti di massa sulla colpa; Distruttività e colpa: la sognabilità della distruttività della massa e la rappresentazione dell'alterità; L'atomica e le distruttività eredi: stati mentali rabbiosi e sfiducia nella mente o nelle ideologie; Massa e consapevolezza del "negativo"; sfiducia nelle ideologie: dalle radici culturali inserite nei gruppi umani alla massa ed al consumo; Il premorboso come condizione di massa familiare; Individuo/gruppo/massa; Il perturbante; Strumenti per il pensiero fra soggetto e massa: sognabilità; Grande gruppo-massa/mente soggettiva: implicazioni sul piano psicopatologico; Sognabilità; Bibliografia)
Concetti di Transgenerazionalità: dal mondo primitivo alla contemporaneità. Anoressie, distruttività e colpa primaria. Ricerche di setting
(Introduzione, famiglie e setting; Istituzione familiare - istituzione terapeutica: prendere coscienza degli scarti fra le generazioni di analisti e le generazioni di pazienti; Tempi e teorie; La non pensabilità del lutto e della separatezza come elementi dei disagi nella Contemporaneità: Male, "Negativo"; Il caso di F.; Invarianti fra generazioni: dalla Transgenerazionalità fisiologica e di sopravvivenza primitiva all'attualità delle trasmissioni transgenerazionali; Generazioni nell'attualità; Campo familiare, incorporazione-rigetto e colpa come markers della contemporaneità occidentale; Cannibalismo e incorporazione; Il "mettere dentro" - Dentro\Fuori; Genitori: lavoro individuale su di essi o di gruppo; Gruppi di genitori: gli effetti di un gruppo esperenziale con genitori dei pazienti; Testo clinico di un gruppo di genitori; Le équipe: aspetti impliciti di campo familiare; Le équipe come "contenitori di Mostri"; Un mostro: il bambino genitore o bambino farmaco; Il caso di S.; Conclusioni; Bibliografia)
Assetto psichico terapeutico nei curanti: sognabilità delle istituzioni. Gruppo-soggetto-istituzione
(Disagi contemporanei e scuole di formazione: scuole di formazione psicoanalitiche, democrazia psichica e assonanze con le culture di massa; Scuole e metodi di cura fra occidente e culture altre: laici o religiosi?; Scuole come istituzioni, incorporazione delle teorie o disponibilità al sogno?; Sognabilità e resti diurni; Sognare un'istituzione: la mia posizione interna e i vertici visivi; Un campo istituzionale senza un gruppo che ne desse visibilità; Figurabilità e narratività del noi intersoggettivo; Campo istituzionale: un gruppo in istituzione o l'istituzione-gruppo? Curare i meccanismi di fondo istituzionali o i pazienti? Una seduta esempio di gruppo allargato istituzionale (Large Group); Commento alla seduta; Bibliografi a)
Stranieri in terra straniera
(Sara Bruni, "Una, Nessuna, Centomila: un gruppo terapeutico di donne migranti"; Bibliografia; Luigi Cabua, Contenimenti; L'età dei confini; Altrove; Bibliografia).






  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Pubblicità