Le difficoltà e i disturbi del linguaggio attraverso le lenti dell'ICF

Contributi
Angelo Gianfranco Bedin
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 176,      1a edizione  2015   (Codice editore 1248.3)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Le difficoltà e i disturbi del linguaggio attraverso le lenti dell'ICF
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891712134
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891721846
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Il volume intende introdurre il lettore all’ottica valutativa dell’International Classification of Functioning (ICF), applicata alle difficoltà linguistiche di varia natura. Si rivolge soprattutto agli studenti, futuri professionisti nel campo dell’assessment, della riabilitazione e dell’educazione; ma può essere strumento di approfondimento teorico e applicativo anche per psicologi, insegnanti, educatori e logopedisti.

Presentazione del volume

Il volume intende introdurre il lettore all'ottica valutativa dell'International Classification of Functioning (ICF), applicata alle difficoltà linguistiche. Si parte dalle definizioni dei quadri clinici e delle situazioni di potenziale problematicità, descrivendone le principali caratteristiche e ricorrendo a esemplificazioni che permettano di collegare i codici dell'ICF a situazioni concrete in cui gli individui si confrontano con le loro difficoltà e potenzialità.
La letteratura internazionale, in particolare nell'ambito della riabilitazione, ha molto dibattuto i vantaggi dell'utilizzo dell'ICF, evidenziando come tale approccio abbia favorito una riflessione critica sulla modalità standard di valutazione e di intervento clinico, incentrata spesso quasi esclusivamente sul deficit. Viceversa, la ricerca sulle differenze individuali si è rivolta soprattutto a popolazioni non cliniche. L'ICF suggerisce che un bambino con un determinato disturbo non solo appartiene a una popolazione clinica che ha certe specificità, ma è anche un individuo con caratteristiche ed esperienze peculiari, che lo distinguono dagli altri.
Nel libro si esplorano le ragioni di tali differenze, mettendo a confronto limiti e risorse connessi al funzionamento individuale con i fattori ambientali utili a promuovere od ostacolare le traiettorie di sviluppo. L'obiettivo è suggerire strategie operative volte a integrare approcci e metodi in un'ottica attenta alla valutazione e all'intervento non solo sul deficit specifico ma anche sui fattori personali e di contesto.
Il testo si rivolge agli studenti, futuri professionisti nel campo dell'assessment, della riabilitazione e dell'educazione; ma può essere strumento di approfondimento teorico e applicativo anche per, psicologi, insegnanti, educatori e logopedisti.

Mirella Zanobini è professore ordinario di Psicologia dello sviluppo e Psicologia delle disabilità presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell'Università di Genova. Si occupa di temi relativi allo sviluppo linguistico tipico e atipico e all'inclusione scolastica.
Paola Viterbori è ricercatore di Psicologia dello sviluppo presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell'Università di Genova. Insegna Psicologia dell'apprendimento scolastico e si occupa di temi relativi sviluppo linguistico tipico e atipico e alle funzioni esecutive in età prescolare.
Alda Scopesi è professore ordinario di Psicologia dello sviluppo presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell'Università di Genova. Si occupa di temi relativi allo sviluppo comunicativo e linguistico e ai processi di mentalizzazione.

Indice

Angelo Gianfranco Bedin, Introduzione
Paola Viterbori,
Alda M. Scopesi, ICF e valutazione del linguaggio nella pratica clinica
(Lo schema concettuale dell'ICF applicato ai problemi linguistici; Impatto dell'ICF sulla comprensione e sul trattamento dei disturbi linguistici; L'ICF e la valutazione delle difficoltà comunicative e linguistiche; Strumenti di valutazione del linguaggio alla luce dell'ICF)
Paola Viterbori, Parlatori tardivi e disturbi specifici del linguaggio
(Premessa; Estensione del fenomeno e tipologie; Il funzionamento in base all'ICF; Fattori personali e fattori ambientali; Conclusioni)
Mirella Zanobini, La disabilità uditiva interpretata alla luce dell'ICF
(Premessa; Estensione del fenomeno, tipologie e livelli di gravità; Il funzionamento in base all'ICF; Fattori personali e fattori ambientali)
Mirella Zanobini, Principi dell'ICF e studio delle disabilità intellettive: un connubio fecondo
(Premessa; Diagnosi e valutazione dei livelli di gravità; Il funzionamento in base all'ICF; Fattori personali e fattori ambientali)
Alda M. Scopesi, Status socio-economico e sviluppo linguistico
(Premessa; Cause delle differenze linguistiche precoci; Status socio-economico e sviluppo neuro cognitivo; Strategie di intervento)
Bibliografia.






  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Pubblicità