Contesti educativi per il sociale

Vol. II. Progettualità, professioni e setting per il disagio e le emergenze

Contributi
Francesca Covedoni, Alessandro D'Antone, Franco Frabboni, Alessandra Gigli, Vanna Iori, Riccardo Manzini, Ilaria Ricchi, Alessandro Vaccarelli, Federico Zannoni, Elena Zizioli
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 222,      1a edizione  2020   (Codice editore 431.2.11)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Contesti educativi per il sociale Vol. II. Progettualità, professioni e setting per il disagio e le emergenze
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 26,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891789396

In breve

L’opera intende fornire un quadro esaustivo di cosa significhi oggi essere e fare l’educatore professionale socio-pedagogico e dei servizi per l’infanzia, così come il pedagogista coordinatore di servizi socio-educativi. Un testo per educatori professionali socio-pedagogici e dei servizi per l’infanzia, pedagogisti in servizio, studenti, dirigenti dei servizi, insegnanti e professionisti che, a diverso titolo, operano nei contesti educativi per il sociale, dunque anche nei servizi culturali e lavorativi, psicologici e della mediazione rivolti a persone di differenti età e condizioni di vita.

Presentazione del volume


Il volume intende fornire un quadro esaustivo di che cosa significhi, oggi - alla luce della riflessione, della pratica e del recente riordino normativo (Legge 27 dicembre 2017, n. 205, commi 594-601, e Decreto Legislativo 65 del 13 aprile 2017) -, essere e fare l'educatore professionale socio-pedagogico e dei servizi per l'infanzia, così come il pedagogista coordinatore di servizi socio-educativi e costituisce un estratto del volume completo, a cura delle medesime curatrici, dal titolo Contesti educativi per il sociale. Progettualità, professioni e setting per il benessere individuale e di comunità (Franco Angeli, 2018).
Il testo propone un quadro teorico-metodologico fondativo della progettualità-responsabilità-cura educativa e riflette sui curricoli formativi e sul profilo professionale, nonché sulla valenza trasformativa e generativa delle professioni educative per il sociale.
Coerentemente, presenta un'articolata rassegna pratica di contesti educativi dedicati al disagio e alle emergenze educative e sociali, considerati nella concretezza del setting educativo che li contiene e li sostiene e di un lavoro collaborativo e integrato con i soggetti e i servizi del territorio, nella prospettiva di un welfare generativo, basato sulla partecipazione e la reciprocità. In considerazione della molteplicità dei contesti di educazione, formazione, cura, prevenzione e recupero rivolti alle differenti età e condizioni della vita, il volume si avvale del contributo di professionisti esperti negli specifici ambiti.
Ciò permette al lettore di "entrare" nei differenti contesti e di conoscerne progettualità educativa, scelte organizzative, "modi" di operare, apprendere, aver cura di quella dimensione - difficilmente quantificabile ma carica di vitalità - che è il capitale umano e sociale, fatto di soggetti, istituzioni, gruppi, relazioni educative e solidali, fiducia e sussidiarietà con cui si costruisce il ben-vivere e il ben-essere individuale e di comunità.
Il volume si rivolge a educatori professionali socio-pedagogici e pedagogisti in servizio, agli studenti che desiderano intraprendere queste professioni, ai dirigenti dei servizi, nonché a insegnanti e professionisti che, a diverso titolo, operano nei contesti educativi per il sociale, dunque anche nei servizi culturali e lavorativi, psicologici e della mediazione rivolti a soggetti e contesti in situazione di disagio e/o di emergenza.

Laura Cerrocchi è professore associato di Pedagogia generale e sociale presso il Dipartimento di Educazione e Scienze Umane dell'Università di Modena e Reggio Emilia.

Liliana Dozza è professore ordinario di Pedagogia generale e sociale presso la Facoltà di Scienze della Formazione della Libera Università di Bolzano.

Indice

Laura Cerrocchi, Liliana Dozza, Introduzione
Parte I. Progettualità, responsabilità e cura educativa
Franco Frabboni, L'educazione tra emergenza e utopia
Liliana Dozza, Professioni educative per il sociale: progettualità e setting educativo
Laura Cerrocchi,
La relazione educativa: variabili esterne e interne
Parte II. Professioni educative per il sociale
Vanna Iori, Il Pedagogista
Alessandro D'Antone,
L'educatore professionale socio-pedagogico e dei servizi per l'infanzia
Parte III. Setting educativi
Strutture di e per il disagio psicosociale
Liliana Dozza, Il carcere. Ora, Istituto di prevenzione e pena: quale rieducazione?
Elena Zizioli,
Il carcere-cantiere: percorsi di responsabilizzazione per donne recluse
Francesca Cavedoni,
Le strutture intermedie per l'Esecuzione Penale Esterna
Ilaria Ricchi,
Il SerDP e la Comunità Terapeutica per tossicodipendenti
La strada e i contesti di emergenza
Alessandra Gigli, Educare "fuori": strategie integrate di lavoro di strada, sviluppo di comunità e adventure education
Laura Cerrocchi,
Bande e bullismo
Riccardo Manzini,
I gruppi di auto/mutuo aiuto
Elena Zizioli,
Spazi di cura narrativa. Sul confine dell'educazione, oltre i confini dell'emergenza
Alessandro Vaccarelli,
Educazione in emergenza: l'intervento pedagogico nelle situazioni di catastrofe
Federico Zannoni,
La cooperazione internazionale
Gli Autori.