Scritti scelti

1965-1999

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche. Saggi, scenari, interventi. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 408,   figg. 87,     1a edizione  2000   (Codice editore 80.27)

Scritti scelti. 1965-1999
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 50,00
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846425676

Presentazione del volume

"Questa nuova raccolta di scritti, che esce a più di vent'anni di distanza da quell'altra, pubblicata in questa stessa collana con il titolo L'architettura come mestiere e altri scritti , comprende grossomodo tutti quei testi che io considero importanti per diverse ragioni, ma specialmente per la loro complementarità ai contemporanei progetti. (...) Oltre a una parte dei testi già compresi nella precedente raccolta e ad altri inediti ancora più vecchi, questo libro raccoglie praticamente tutti i miei scritti successivi, dal 1980 ad oggi. La nuova raccolta risulta così suddivisa in tre parti che, anche se molto disuguali tra loro, rappresentano ciascuna un particolare periodo del mio lavoro e quindi anche un definito gruppo di progetti. Ma le tre parti in cui è diviso questo libro rappresentano anche tre momenti successivi del mio lavoro nella scuola (...)."

"Questo libro è fatto soprattutto per gli studenti di architettura, per i futuri architetti, quelli che secondo Hannes Meyer dovrebbero "consegnare le piramidi alla società del futuro", con la speranza che sentano di nuovo il forte bisogno di mettere in discussione per prima cosa la ragione di essere del loro lavoro, cioè la ragione di essere (e la responsabilità) di un lavoro tanto antico da includere appunto perfino le piramidi; è però dedicato ai miei vecchi studenti e anche a quelli un po' meno vecchi, ma che hanno avuto tutto il tempo per imparare, a loro spese, che non è affatto facile mantenersi fedeli alle scelte che si sono fatte a scuola spinti dall'entusiasmo, ma che è ancora più difficile tradirle dopo, sapendo che una volta, anche se per breve tempo, le si è credute decisive e per sempre." G.G.

Giorgio Grassi (Milano, 1935), si è laureato al Politecnico di Milano nel 1960. È stato membro, dal 1961 al 1964, della redazione di Casabella , diretta da E. N. Rogers ed ha sempre svolto attività d'insegnamento, dal 1965 presso le Facoltà di architettura di Milano e Pescara, dal 1977 come professore ordinario di Composizione architettonica, al Politecnico di Milano. Membro d'onore del B.D.A., nel 1985 ha ricevuto il Premio de arquitectura de la Comunidad Valenciana, e, nel 1992, la H. Tessenew Medaille in Gold della Stiftung F.V.S. di Amburgo. Ha pubblicato diversi volumi, tra i quali ricordiamo La costruzione logica dell'architettura (Padova, 1967, Barcellona 1973, Nimega 1997, Torino 1998), L'architettura come mestiere e altri scritti (Barcellona 1979, Milano 1980, Bruxelles 1983), Architettura lingua morta (Milano, Amburgo, New York 1988), Progetti per la città antica (Milano 1995, Basilea 1996). I suoi progetti e le opere realizzate sono ampiamente documentati oltre che sulle riviste specializzate, in diverse pubblicazioni monografiche.

Indice


Parte I.

L'architettura del teatro e la città greca (1965)
La casa d'abitazione nelle città tedesche (1966)
Architettura e razionalismo (1970)
Case basse, medie o alte?
La questione dello stile
La questione della decorazione
Illustrazioni
Parte II.
Il castello di Abbiategrasso e la questione del restauro (1971)
Normativa e architettura (1974)
Rurale e urbano nell'architettura (1974)
L'architettura come mestiere (1974)
Questioni di architettura e di realismo (1976)
Un parere sul disegno (1976)
Illustrazioni
Nota sull'architettura rurale (1977)
Sei risposte a '2C-Construccion de la Ciudad' (1977)
Il formalismo nell'architettura moderna (1978)
L'architettura di Hilberseimer (1978)
Illustrazioni
Il progetto di una piccola casa (1979)
Parte III.
A proposito di avanguardia (1980)
Risposta a tre domande sulla monumentalità (1982)
Questioni di progettazione (1983)
Schinkel als Meister (1983)
Architettura lingua morta 1 (1984)
Illustrazioni
Ipotesi di utilizzazione e restituzione architettonica del teatro romano di Sagunto (1986)
Agostino Renna (1988)
Un parere estorto su Schmitthenner (1988)
Architettura lingua morta 2 (1988)
Un parere sul restauro (1989)
Un parere sulla scuola e sulle condizioni del nostro lavoro (1989)
Intervista sul teatro di Sagunto (1990)
La ricostruzione del luogo (1992)
Tessenow per esempio (1992)
Intervista sull'arredamento (1993)
A proposito del restauro di Sagunto (1993)
A proposito del mio lavoro a Berlino (1995)
Le spoglie della città antica (1995)
Die rote Figur der Architektur (1995)
Architettura, università e città storica (1996)
Illustrazioni
Charlottenhof (1996)
Atene (1997)
Progetti per la città antica (1997)
L'architetto e il suo lavoro (1998)
Antichi Maestri (1999).




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi