SEARCH RESULTS

The search has found 562 titles

Maddalena Colombo, Giulia Innocenti Malini

Infanzia e linguaggi teatrali

Ricerca e prospettive di cura in città

Sulla scia delle Raccomandazioni internazionali e delle Indicazioni nazionali per il curricolo rivolto alla fascia 0-6 anni, si sta assistendo a un deciso impulso verso l’introduzione dei linguaggi teatrali nei servizi di childcare, perché utili a sviluppare immaginazione, cooperazione, creatività e potenziare l’apprendimento spontaneo in ciascun bambino, al di là delle disparità di origine. Ma qual è il contributo effettivo che i linguaggi performativi danno nella direzione della qualità del servizio e del benessere infantile?

cod. 634.8

Fabio de Nardis, Mariano Longo

Menti precarie e lavoro cognitivo.

Le professioni intellettuali nell'Italia del Sud

Il volume affronta il tema del capitalismo cognitivo e delle forme di precarizzazione lavorativa che esso assume nel Mezzogiorno d’Italia. Il libro indaga, combinando ricostruzione teorica e indagine empirica, l’ethos dei lavoratori della conoscenza in alcuni ambiti specifici: i media locali; la progettazione comunitaria; l’università e la ricerca scientifica; i servizi per i giovani; i call center.

cod. 634.7

Luigina Mortari

Service Learning

Per un apprendimento responsabile

Il testo propone un modo di agganciare la formazione al reale (experiential learning), ma andando oltre un uso strumentale della realtà. È il modello del “community service learning”: una pratica didattica che consente agli studenti di apprendere dall’esperienza vissuta in un contesto reale e allo stesso tempo di partecipare alla vita di una comunità attraverso il coinvolgimento attivo all’interno di esperienze di servizio metodicamente organizzate per incontrare i bisogni reali di una comunità.

cod. 1108.18

Cittadinanzattiva, Adriana Bizzarri

XIV Rapporto Sicurezza, qualità, accessibilità a scuola.

Focus mense

Il Rapporto fornisce dati e informazioni su aspetti riguardanti la sicurezza, l’accessibilità, la qualità, l’ecosostenibilità, la vivibilità degli ambienti scolastici, l’igiene e la pulizia, ed è arricchito da fotografie sullo stato della ricostruzione di alcune scuole nelle zone colpite di recente da terremoti (Emilia Romagna, Abruzzo, Molise). Il focus di quest’anno riguarda le mense scolastiche, esaminate da due angolazioni diverse: quella delle condizioni strutturali e igienico-sanitarie dei locali e quella della percezione della qualità del cibo e del servizio da parte degli utenti.

cod. 224.6

Fiorenzo Parziale

Eretici e respinti

Classi sociali e istruzione superiore in Italia

Il volume evidenzia come il rapporto di studenti e famiglie con la scuola cambi a seconda della classe sociale di appartenenza. Il rapporto dialettico tra dispositivi scolastici e disposizioni sociali, tra ideologia e struttura sociale, spinge il lettore a riflettere sulle ragioni della “continua riforma” del sistema di istruzione negli ultimi due decenni.

cod. 1315.25

Nicola D'Amico

Maìn.

Maria Domenica Mazzarello, la contadinella che riempì di scuola il mondo

Fondatrice delle Figlie di Maria Ausiliatrice, braccio femminile della Società salesiana, Maria Domenica Mazzarello (1837-1881) crebbe tra le fatiche dei campi e delle vigne del Monferrato. L’autore si è immerso nello studio della sua biografia scoprendone e restituendone la sua, purtroppo breve, vita attraverso documenti di prima mano, come i diari delle Figlie di Maria Ausiliatrice e la documentazione boschiana. Un’indagine dalla quale emerge la santità di Suor Maria, in sintonia con la figura umana di una donna “speciale”.

cod. 2000.1446

Paolo Landri, Andrea M. Maccarini

Uno specchio per la valutazione della scuola.

Paradossi, controversie, vie d'uscita

Il volume discute la questione della valutazione del sistema scolastico in modo originale, legando l’attualità ai modelli di analisi avanzati dalla sociologia dell’educazione e realizzando un dialogo serrato tra le varie posizioni scientifiche caratterizzanti il dibattito teorico ed empirico che anima la Sezione Educazione dell’Associazione Italiana di Sociologia e ne costituisce il contributo alle decisioni pubbliche.

cod. 634.5

Mario Salisci

Un corpo educato.

Sport, cultura e società

Lo sport ha legami con la cultura e l’economia e svela una valenza formativa e una capacità di rafforzare identità e appartenenze. Non si può inoltre dimenticare il corpo e la relazione che le persone hanno con esso, che può portare però all’insorgenza di nuove schiavitù (diete, assunzione di sostanze dopanti, chirurgia estetica). Come strutturare percorsi di educazione al corpo equilibrati ed efficaci attraverso un nuovo modo d’interpretare lo sport e la cultura fisica?

cod. 1520.772

Sara Mascherpa

L'autorevolezza a scuola.

La crisi dell'autorità degli insegnanti

Partendo da una ricerca sul campo condotta nelle classi prime e seconde di un istituto tecnico alla periferia di Roma, in un contesto territoriale disagiato, il volume presenta i risultati di un’indagine focalizzata sui docenti e sul loro stile di insegnamento e offre alcune proposte concrete per aiutare gli adulti a riappropriarsi del ruolo autorevole a loro spettante.

cod. 322.2

Marco Bruno, Andrea Lombardinilo

Narrazioni dell'incertezza

Società, media, letteratura

Obiettivo dei contributi raccolti nel volume è di aprire all’interno delle scienze umane e sociali uno spazio di riflessione sulle possibili e auspicabili convergenze tra letteratura, società e media nell’era delle accelerazioni tecnologiche e della provvisorietà valoriale della seconda modernità.

cod. 1381.2.20

Isabella Crespi

Educazione, differenze di genere e modelli culturali

Una ricerca sulle famiglie miste

Le famiglie miste sono un micro esempio di cosa significa vivere in una società multiculturale a livello macro. Differenze e somiglianze sono esperite ogni giorno all’interno della coppia, nelle relazioni con le generazioni (i figli e i genitori), richiedendo all’intero gruppo familiare di ridefinire la gestione delle relazioni interculturali. Scopo del volume è contribuire all’analisi del rapporto tra relazioni familiari, differenze culturali e processi migratori.

cod. 634.4

Mara Tognetti Bordogna

Voglio fare l'assistente sociale.

Formazione e occupazione dei laureati in Servizio sociale in tempi di crisi e discontinuità

La ricerca si focalizza sull’inserimento nel mercato del lavoro dei laureati in Servizio Sociale in Italia. Ne emerge una situazione di insicurezza lavorativa; un quadro che richiede una riflessione approfondita non più solo sugli sbocchi occupazionali dei laureati in Servizio Sociale, ma su tutta la filiera formativa e di accreditamento della figura professionale di assistente sociale.

cod. 1130.322

Questo XIII Rapporto sulla sicurezza, la qualità e l’accessibilità delle scuole italiane racconta con dati, informazioni, testimonianze i cambiamenti avvenuti in questo ultimo anno nell’edilizia scolastica, offrendone una lettura critica scevra da pregiudizi. Il testo contiene un dettagliato esame di un campione di scuole per misurare i livelli di sicurezza, qualità, comfort, accessibilità, ecosostenibilità: una sorta di termometro del reale stato delle scuole dal punto di vista di chi in esse studia e lavora.

cod. 224.1

Emanuela E. Rinaldi

Perché educare alla finanza?

Una questione sociologica

Partendo dalla distinzione tra socializzazione ed educazione finanziaria, il volume illustra alcuni modelli interpretativi del legame tra educazione, finanza e società – con chiaro riferimento ai paradigmi funzionalista, conflittualista e interazionista-comunicativo della sociologia dell’educazione – per offrire una tipologia delle forme di educazione finanziaria esistenti in Italia oggi.

cod. 634.3

Vincenza Pellegrino, Chiara Scivoletto

Il lavoro sociale che cambia

Per una innovazione della formazione universitaria

A partire dall’idea centrale di una “rinnovata alleanza con il territorio per portare avanti la propria missione didattica”, il libro introduce a una visione dell’Università come dispositivo di apprendimento collettivo, partecipato, “situato” nei contesti circostanti, particolarmente indicato ai social workers del futuro.

cod. 1130.319

Daniele Morciano

Spazi per essere giovani.

Una ricerca sulle politiche di youth work tra Italia e Inghilterra

Il libro presenta una ricerca sui centri giovanili, spazi di socializzazione distinti dalla famiglia e dalla scuola dove i giovani possono costruire forme espressive di sé. Ponendosi nel dibattito internazionale, inoltre, si osservano i centri giovanili come spazi di youth work. Il volume offre quindi uno spaccato comparativo con il caso dell’Inghilterra dove gli youth workers sono professionisti provenienti da specifici percorsi formativi e regolamentati da sistemi di accreditamento pubblici.

cod. 634.2

Sandra Vatrella

Penitenti educati.

Migranti in una etnografia carceraria

Uno studio sui meccanismi di controllo sociale che l’istituzione carceraria quotidianamente esercita nei confronti dei detenuti stranieri. Realizzata presso due dei più controversi istituti d’Italia, Poggioreale e Secondigliano, l’indagine si sviluppa seguendo il tragitto che il "prigioniero migrante" percorre, dalla condizione di uomo libero all’ingresso in carcere alle soglie del fine pena, passando attraverso il "vivere dentro", minuto e quotidiano, di strategie e pratiche di adattamento.

cod. 1049.25

Stefano Blanco, Daniela Frascaroli

Un mondo di università.

Comprendere per districarsi

L’higher education è un mondo in evoluzione che costantemente ci presenta nuovi e inaspettati scenari. Il testo si propone di offrirne un’indagine approfondita e aggiornata, indirizzandone i contenuti particolarmente agli studenti e alle loro famiglie nel momento in cui compiono importanti scelte formative, e con l’intento di fornire un’idea il più chiara possibile dei mutamenti in divenire.

cod. 1420.1.167

Sergio Mauceri

Omofobia come costruzione sociale.

Processi generativi del pregiudizio in età adolescenziale

I risultati di un’indagine condotta su un campione di circa 1.000 adolescenti, iscritti a istituti di scuola secondaria della metropoli romana, che ha voluto ricostruire i meccanismi di natura sociale, relazionale e identitaria che contribuiscono a generare l’ostilità giovanile nei confronti di gay e lesbiche.

cod. 1315.20