Lombardia solidale

Terzo settore e civismo in una regione in transizione

Autori e curatori
Contributi
Gian Carlo Abelli, Danilo Catania, Massimo Lori, Natalino Stringhini, Francesca Tei
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 176,      1a edizione  2002   (Codice editore 96.3)

Lombardia solidale. Terzo settore e civismo in una regione in transizione
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,50
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846438799

Presentazione del volume

Il volume raccoglie i principali risultati di un programma biennale di ricerca (1999-2000), realizzato dall'Iref (Istituto di ricerche educative e formative di Roma) nel quadro del Terzo Rapporto sull'Associazionismo in Lombardia . Un'indagine ad ampio raggio che ha approfondito il ruolo e le caratteristiche costitutive del terzo settore in Lombardia.

Alla base del presente progetto scientifico, vi è l'idea che la rete variegata del privato sociale (associazionismo pro-sociale, volontariato organizzato, cooperazione sociale, altre iniziative non lucrative di matrice religiosa o laica, ecc.) sia ormai radicata nel tessuto connettivo della società lombarda, nella misura in cui si rende artefice di un nuovo protagonismo sociale, di una carica dinamica che si irradia a diversi ambiti di interesse pubblico: assistenza sociale e sanitaria, inserimento dei soggetti svantaggiati, tutela ambientale, difesa dei diritti dei consumatori, commercio equo e solidale con i paesi in via di sviluppo, salvaguardia delle identità culturali locali e delle minoranze etniche, ecc.

In tal senso, emerge un rapporto di stretta interdipendenza tra lo sviluppo del terzo settore e le forme di partecipazione solidale agite dai cittadini lombardi, cresciute in particolar modo durante gli anni novanta: impegno nelle associazioni, attività di volontariato, comportamenti filantropici.

I saggi contenuti nel libro esplorano le diverse implicazioni (sociali, politiche, economiche e culturali) di questo legame simbiotico fra la società civile e la galassia del non profit lombardo: le trasformazioni sociali che hanno investito la Regione negli ultimi trenta anni; il capitale sociale presente nelle diverse ripartizioni provinciali; le forme di rappresentanza settoriale attivate dal privato sociale; le prospettive occupazionali dell'economia sociale; le strategie per costruire un welfare mix capace di rispondere ai bisogni mutevoli dei cittadini lombardi.

L' Iref (Istituto di Ricerche Educative e Formative) è stato fondato dalle Acli alla fine degli anni sessanta allo scopo di progettare e realizzare ricerche, attività formative, convegni e seminari di studio relativi a processi sociali, economici e culturali.

Cristiano Caltabiano è coordinatore scientifico dell'Iref ed autore di diversi saggi e ricerche sul terzo settore e l'economia sociale. Per i nostri tipi ha curato L'attivazione della solidarietà (2001); Ulisse e le sirene digitali. Internet e lo sviluppo della società dell'informazione in Italia (2002), in collaborazione con C. Lori e G. Nuzzo; Lombardia solidale: terzo settore e civismo in una regione in transizione (in corso di pubblicazione).

Danilo Catania è ricercatore dell'Iref. Si occupa in particolare degli aspetti metodologici della ricerca. È autore di indagini e studi sull'economia sociale e sulle prospettive di sviluppo del welfare state .

Massimo Lori lavora presso il Servizio istituzioni pubbliche e private dell'Istat, dove segue le indagini sul volontariato. Collabora, inoltre, con l'Iref ed è autore di diversi saggi e ricerche sul volontariato e il "capitale sociale". Per i nostri tipi ha pubblicato, in collaborazione con C. Caltabiano e G. Nuzzo, Ulisse e le sirene digitali. Internet e lo sviluppo della società dell'informazione in Italia (2002).

Francesca Tei è ricercatrice dell'Iref, dove segue in particolare i moduli qualitativi delle indagini svolte dall'Istituto. Inoltre, ha realizzato studi sui seguenti temi: pari opportunità, immigrazione, conciliazione fra tempi di vita e tempi di lavoro nelle città.

Indice


Natalino Stringhini , Presentazione
Gian Carlo Abelli , Prefazione
Cristiano Caltabiano , Introduzione. Terzo settore e civismo in Lombardia
Cristiano Caltabiano , Gli assetti fluidi della seconda modernità lombarda: lavoro, famiglia, società civile e terzo settore
(Gli scenari ambivalenti del tardo-capitalismo; La traiettoria evolutiva del privato sociale; La Lombardia: un modello di crescita autopropulsivo; Le trasformazioni nel mercato del lavoro e nel tessuto imprenditoriale regionale; La metamorfosi della famiglia in Lombardia; Nuove forme di civismo e terzo settore)
Massimo Lori , Il "capitale sociale" delle province lombarde
(La fine della dicotomia società-comunità: il concetto di capitale sociale; La misurazione del capitale sociale nelle province lombarde; Capitale sociale e fattori ambientali; Conclusioni)
Cristiano Caltabiano, Danilo Catania , L'indagine sulle organizzazioni a rilevanza regionale
(Il disegno della ricerca; I confini interni del terzo settore lombardo; L'impatto socioeconomico nelle province lombarde; La morfologia delle organizzazioni ombrello)
Francesca Tei , Scenari occupazionali del terzo settore in Lombardia
(Premessa; Terzo settore e occupazione: le linee del dibattito e i contributi della ricerca; Il lavoro "nel sociale" in Lombardia: aspetti quantitativi del fenomeno; Gli scenari dell'impiego in Lombardia: le opinioni degli esperti; Conclusioni: misure per favorire l'aumento dell'occupazione nel TS lombardo)
Cristiano Caltabiano , Problemi e prospettive del welfare mix in Lombardia
(Premessa; Il welfare mix in Lombardia: il quadro politico e istituzionale; Gli strumenti di regolazione; Per una politica promozionale del terzo settore)
Appendice
(La directory delle organizzazioni a rilevanza regionale; Il panel dei testimoni privilegiati)