Ecomusei, paesaggi e comunità. Esperienze, progetti e ricerche nel Salento
Autori e curatori
Contributi
Francesco D'Andria
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 152,   1a ristampa 2013,    1a edizione  2012   (Codice editore 1098.2.12)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,50
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820410247
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856857221
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Un suggerimento pratico e concreto, oltreché teorico, per individuare percorsi di ricerca concentrati sulla partecipazione delle comunità per la valorizzazione del proprio patrimonio, affidando agli addetti ai lavori, urbanisti, operatori culturali, architetti, economisti, il compito di farsi interpreti di questa sfida.
Utili Link
Quotidiano di Puglia Ecomusei e Salento (di Claudia Presicce)… Vedi...
Presentazione del volume

Cosa possiamo fare per conservare in maniera attiva il nostro paesaggio? Quali sono i metodi e gli strumenti che possiamo mettere in campo per attivare processi di produzione sociale del paesaggio? Sono domande a cui si è cercato, con questo lavoro, di dare risposte in maniera concreta descrivendo un proprio percorso per la costruzione di una nuova società paesaggistica in cui cittadini, decisori politici, forze imprenditoriali, operatori culturali e mondo della ricerca invitano gli uni e gli altri a tenere in diverso conto il patrimonio culturale ed il paesaggio che esso esprime.
A ciascuno si chiede di svolgere un ruolo attivo per un nuovo modello di sviluppo locale autosostenibile, ma soprattutto si sollecita l'intera popolazione ad assumersi le responsabilità dei beni che le appartengono: il paesaggio, la memoria, i luoghi, i modi di vita degli abitanti, il patrimonio edilizio, la produzione di beni e servizi adattati alle domande e ai bisogni delle persone.
Un suggerimento pratico e concreto oltreché teorico per individuare percorsi di ricerca concentrati sulla partecipazione delle comunità per la valorizzazione del proprio patrimonio, affidando agli addetti ai lavori, urbanisti, operatori culturali, architetti, economisti, il compito di farsi interpreti di questa sfida.

Francesco Baratti, architetto e archeologo, progettista di numerosi parchi e musei del Salento, ha contribuito in maniera determinante all'affermazione del movimento ecomuseale ed alla stesura della nuova Legge Regionale per l'istituzione degli ecomusei di Puglia. Tra i principali lavori realizzati si ricordano il Museo diffuso di Cavallino, il Parco dei guerrieri di Vaste, l'Ecomuseo dei paesaggi di pietra di Acquarica. Ha insegnato per diversi anni Archeologia del paesaggio all'Università del Salento ed oggi collabora all'attività didattica della Scuola di Specializzazione in Archeologia dell'Ateneo salentino. Ecomusei, paesaggi e comunità è l'espressione più aggiornata e matura del suo lavoro.

Indice


Francesco D'Andria, Presentazione
Premessa metodologica
Le fabbriche di paesaggio
(Dai paesaggi archeologici ai paesaggi della contemporaneità)
Il paesaggio come bene comune
(I cantieri ecomuseali; Acquarica di Lecce-Vernole (Le) Ecomuseo dei paesaggi di pietra; Botrugno (Le) Ecomuseo urbano; Neviano (Le) Ecomuseo delle serre salentine; Montesardo-Alessano (Le) Ecomuseo del Capo di Leuca)
Gli ecomusei nell'attuazione della Convenzione Europea del Paesaggio
(Il progetto sperimentale del PPTR Puglia)
Uno sguardo al futuro
Appendice. Comune di Neviano. Manifesto del paesaggio
Bibliografia.