Tema e trama di un film. Leggere e scrivere una sceneggiatura per il cinema e la TV
Autori e curatori
Contributi
Eduardo Torres-Dulce Lifante
Collana
Argomenti
Livello
Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 176,   figg. 2,     1a edizione  2001   (Codice editore 241.3.1)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 28,50
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846432643

Presentazione del volume

Molti sceneggiatori e script analysts statunitensi dicono di lavorare nella tradizione drammatica e narrativa nata da Aristotele. Questo libro cerca di verificare il senso di questa impostazione, evidenziando i principali criteri pratici che guidano la costruzione di storie per il cinema e la Tv. I buoni copioni sanno intrecciare personaggi ed azioni all'interno di una trama , in modo che si possa vedere fino a che punto le storie raccontate sono simulacri di una polis . Ossia, organizzazioni di convivenza umana in un certo modo simili alle società e alle culture in cui viviamo, frutto delle tradizioni politiche che liberamente ci siamo dati nel corso della storia, partendo dalle radici proprie della natura umana.

Tema e trama di un film si rivolge agli script analysts ed agli sceneggiatori professionisti, ma anche a chiunque è interessato alle storie che il cinema e la televisione raccontano o che potrebbero raccontare. È stato scritto pensando a coloro che vogliono sapere che cosa si ha tra le mani quando si legge o si scrive una storia per lo schermo, vale a dire a quanti desiderano scoprire e rendere espliciti i temi a cui tendono le storie. "Di che parla realmente questa storia?" è la domanda che di solito si pone qualsiasi sceneggiatore o script analyst professionista, e a cui l'autrice vuole dare alcune risposte.

Conoscere i fondamenti del copione audiovisivo rende più facile decidere quali storie sviluppare e come farlo. Gli imprenditori dell'industria audiovisiva troveranno in questo libro dei punti di riferimento sulla natura dei progetti da finanziare, produrre o programmare. I critici cinematografici e gli appassionati di arte cinematografica trarranno profitto conoscendo meglio gli ingredienti delle storie che circolano sugli schermi. Gli spettatori, infine, si troveranno in condizioni migliori per valutare, al di là del puro divertimento, il rendimento estetico e vitale del tempo e delle energie richiesti dal cinema e dalla televisione.

"Il libro della Brenes ha un merito fondamentale: aver riscattato il mestiere dello sceneggiatore portandolo da un livello prettamente tecnico artigianale ad uno artistico".

Alessandra Caneva, sceneggiatrice

"Un validissimo strumento sia per il professionista, sia per chi si affaccia ora nel mondo della scrittura cinematografica".

Francesco Pamphili, produttore

Carmen Sofía Brenes , giornalista, si è laureata presso l'Università di Navarra (Spagna). Ha pubblicato Fundamentos del guión audiovisual (1992, 2ª ed.). Attualmente svolge attività di ricerca presso la Facoltà di Comunicazione istituzionale della Pontificia Università della Santa Croce (Roma).

Indice


Premessa. Tema e trama della sceneggiatura: di che cosa trattano i film?
Studio preliminare. Scrivere con immagini e parole
("The Searchers" (1956): John Ford, Omero in Texas; Preparazione del film; Un film di fantasmi; Porte: l'orizzonte dell'intimità; Genitori e outsiders; La solitudine dell'eroe; Uno stile visivo misterioso)
Di che trattano le sceneggiature dei film?
(Che cosa dicono gli esperti; La struttura della storia; Un noto "paradigma'; Tre atti con 25 secoli di storia; Scrivere una sceneggiatura non è un problema di formule; Il tema delle sceneggiature; Senza tema non c'è storia; Il tema non si impone, si scopre; Una questione controversa; Il tema e la trama; Per arrivare al tema, bisogna prima scrivere la storia; I personaggi e le esigenze drammatiche della storia; Il protagonista e il suo obiettivo; Il conflitto e gli ostacoli; L'unità della storia; Spiegazione o rivelazione; Caratterizzazione dei personaggi; Il dialogo)
Perché tutti parlano di Aristotele?
(Un greco che parla di cinema?; Chiavi per ideare e raccontare storie; Una storia divisa in parti; La lunghezza della storia; Perché si parla di inizio e di finale?; La storia e la sua unità; Conseguenze dell'unità; Nodi, cambiamenti e altri mezzi per rendere la storia interessante; L'intreccio non è senza conseguenze; La tragedia greca ed i generi cinematografici; Il successo dei film; Da dove derivano i generi?; Dalle emozioni ai film di azione (o di terrore, di amore, ecc.); La vita intima come sfera di aspettative; Il Filosofo aveva ragione)
I film trattano sempre della felicità? A proposito di The searchers, di John Ford
(Azioni, personaggi e persone; Luci, motore, azione!... che azione?; Personaggi che sembrano persone; Aristotele sceglie l'azione; Un western alla luce dell'antropologia; C'era una volta: Texas, 1868; La divisione in atti e il tempo; Il protagonista, cardine dell'azione; L'antagonista e il negativo; Caratterizzazione dei personaggi: come si conoscono le persone?; Il codice genetico delle storie: i sentimenti e gli habitus; Cosa sono i sentimenti?; Gli habitus: capacità di diventare di più; Quattordici scene al rallenty; Abiti al rallenty; Qual è la chiave dell'unità di The Searchers?; Le tendenze fondamentali della sociabilità ed una possibile classificazione dei generi; Identità cinematografica ed identità personale)