L'orizzonte globale dello sviluppo locale. Sfide e opportunità degli investimenti esteri per il territorio fiorentino
Contributi
Andrea Barducci
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 240,      1a edizione  2009   (Codice editore 6.11)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 31,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856802962

In breve
Il rapporto studia gli investimenti diretti esteri (IDE) nel contesto della provincia di Firenze. Il fenomeno è stato analizzato intervistando sia un gruppo di imprese multinazionali presenti nel territorio (14 imprese), sia attori istituzionali e altri testimoni qualificati (21), coinvolti nel governo del territorio, delle politiche di sviluppo e del lavoro, nella ricerca e nel sistema dell’internazionalizzazione.
Presentazione del volume

Il rapporto qui presentato è il frutto di una ricerca che la Direzione Sviluppo Economico e Programmazione della Provincia di Firenze ha affidato a ESOC-Lab (Economic and Social Choesion Laboratory) della LSE (The London School of Economics and Political Science).
L'oggetto della ricerca sono gli investimenti diretti esteri (IDE) nel contesto della provincia di Firenze. Il fenomeno è stato analizzato intervistando sia un gruppo di imprese multinazionali presenti nel territorio, sia attori istituzionali e altri testimoni qualificati, coinvolti, a vario titolo, nel governo del territorio, delle politiche di sviluppo e del lavoro, nella ricerca e nel sistema dell'internazionalizzazione. Si è anche proceduto ad un confronto con le esperienze di altri paesi europei (Regno Unito, Irlanda e in certa misura con la Spagna), grazie a seminari di scambio di buone pratiche realizzati in collaborazione con la Provincia di Firenze.
L'obiettivo della ricerca è mettere in luce i punti di debolezza e i punti di forza del territorio, del sistema istituzionale e di governo rispetto alla capacità presente e futura di affrontare le sfide e cogliere le opportunità presenti nel fenomeno dell'internazionalizzazione dal punto di vista degli investimenti diretti esteri per lo sviluppo locale.
Il fine ultimo della ricerca è quello di offrire elementi concreti di riflessione e suggerimenti che possono contribuire ad impostare politiche attive, di livello provinciale ma che toccano anche gli altri livelli di governo, specificamente mirate ad attrarre nuovi investimenti e a valorizzare quelli già presenti, come leva per lo sviluppo locale.

Robert Leonardi è Jean Monnet Senior Lecturer in European Union Politics all'European Institute presso la London School of Economics and Political Sciences (LSE) dove è direttore del Economic and Social Cohesion Laboratory (ESOC-Lab).
Davide Calenda ha conseguito il dottorato di ricerca nel 2003 presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Firenze. Attualmente è assegnista presso il Dipartimento di Scienza della Politica e Sociologia alla Cesare Alfieri di Firenze e membro del Laboratorio di Relazioni Industriali e Sociologia del Lavoro del Polo Universitario Città di Prato. I suoi ambiti di ricerca principali sono lo sviluppo locale, le politiche per l'innovazione e le implicazioni socio-economiche dei nuovi media. Dal 2002, quando è PhD visitor presso LSE, ha collaborato in numerose ricerche con ESOC-Lab.

Indice


Andrea Barducci, Presentazione
Premesse, obiettivi e metodologie
Parte I. Il governo dell'attrazione degli IDE: un'analisi comparata. Attrattività territoriale e Architettura Istituzionale
Il fenomeno degli investimenti diretti esteri: la Toscana nell'Europa
(La mappa dell'attrattività in Europa; Focus sull'Italia e sulla Toscana)
Le determinanti "regionali e locali" le Agenzie di Sviluppo come strumento per lo sviluppo locale
(Il ruolo delle istituzioni: ipotesi di partenza; L'esperienza di due campioni europei: l'Irlanda e il Regno Unito)
L'esperienza italiana e il quadro istituzionale delle politiche di incentivazione in Toscana
(Sviluppo Italia SpA e le sue branches locali; Il quadro istituzionale in Toscana; Lezioni dall'esperienza anglosassone e raccomandazioni di policy; Considerazioni conclusive)
Parte II. La ricerca sulle imprese multinazionali nella provincia di Firenze: quali sfide per il governo dello sviluppo locale?
Profilo socio-economico della provincia di Firenze ed analisi del Programma Provinciale di Sviluppo (PPS)
(Territorio; Popolazione ed andamento demografico; Economia e sistema produttivo; Sistema produttivo; Mercato del lavoro; Il programma di sviluppo della Provincia di Firenze: alcune considerazioni)
Le imprese multinazionali nella provincia di Firenze: risultati di una indagine empirica
(Metodologia e criteri di selezione iniziali; Le scelte localizzative)
Gli effetti degli investimenti diretti esteri sulle aziende locali
(Effetti diretti dell'investimento estero)
Gli effetti indiretti
(Indotto e servizi all'impresa; Università e Centri di Ricerca; Associazioni di categoria e sindacati; Istituzioni; Grado di apertura e capacità di attrazione del territorio; Conclusioni: le principali lezioni apprese e indicazioni di policy)
Attrarre investimenti: considerazioni conclusive sulle sfide e le opportunità per il governo provinciale
(Qualità della vita; Posizionamento geografico ed infrastrutture; Scaffold tecnologico e R&S; Le risorse umane e le competenze; Il territorio e lo sviluppo di nuove attività produttive: un difficile equilibrio; Governo del territorio; Per concludere)
Bibliografia
Appendice.