Il Centro nazionale italiano e la Santa sede Profili e progetti del clerico-fascismo in Italia 1922-1929

Titolo Rivista: ITALIA CONTEMPORANEA
Autori/Curatori: Matteo Baragli
Anno di pubblicazione: 2011 Fascicolo: 263 Lingua: Italiano
Numero pagine: 16 P. 239-254 Dimensione file: 543 KB
DOI: 10.3280/IC2011-263004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’articolo analizza la vita e l’ideologia del Centro nazionale italiano, la formazione politica più rappresentativa del clerico-fascismo italiano fondata nel 1924 da cattolici conservatori e filofascisti espulsi dal Partito popolare italiano. Il Cni garantì il suo pieno sostegno politico al fascismo, traendone ragione dal legame indissolubile e provvidenziale esistente, a suo avviso, fra cattolicesimo e nazione italiana. Un legame che la politica religiosa del fascismo avvalorava, restituendo alla fede cattolica il rilievo pubblico che il liberalismo le aveva sottratto. Il Vaticano vide con iniziale benevolenza l’attività del Cni, ma poi incominciò a diffidarne per l’eccessivo filofascismo e per l’autonomia con cui esso si muoveva rispetto alla Santa sede. I sospetti si accrebbero a seguito delle frizioni con l’Azione cattolica e della condanna dell’Action française. Nel 1928 Pio XI condannò duramente il Cni, segnando la fine di questo progetto clerico-fascista, mentre l’accordo fra regime e istanze cattoliche avrebbe seguito la via del Concordato del 1929.

Matteo Baragli, Il Centro nazionale italiano e la Santa sede Profili e progetti del clerico-fascismo in Italia 1922-1929 in "ITALIA CONTEMPORANEA" 263/2011, pp 239-254, DOI: 10.3280/IC2011-263004